premio letterario

La napoletana Michela Panichi è la vincitrice della 25^ Edizione del Campiello Giovani

Pubblicato il 06 Set 2020 alle 6:00am

Michela Panichi è la vincitrice della 25^ edizione del Campiello Giovani, il concorso riservato ai giovani tra i 15 e i 22 anni organizzato dalla Fondazione Il Campiello – Confindustria Veneto.

Michela Panichi, 19 anni, napoletana si è aggiudicata il premio con il racconto “Meduse” scelto dalla Giuria dei Letterati, presieduta da Paolo Mieli, tra i cinque racconti arrivati in finale. Il premio è stato consegnato da Eugenio Calearo Ciman, Presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria Veneto.

Di seguito la motivazione della Giuria:

«”Meduse” di Michela Panichi si addentra nelle geometrie psicologiche del rapporto fra due fratelli – un ragazzino e un adolescente – e una madre che si scopre incinta di una nuova vita, ancora una volta senza un padre presente. L’evento sconvolge, ridefinisce e alla fine ridispone in un nuovo equilibrio le relazioni fra personalità diverse, cha la giovane autrice sa tratteggiare con finezza, pur con qualche ingenuità nel ricorso a immagini e temi convenzionali.»

Eugenio Calearo Ciman, ha sottolineato: «Nel Campiello Giovani i racconti che vengono sottoposti alla Giuria per la selezione arrivano senza indicazione, né del nome né della provenienza dell’autore, non ci sono quindi criteri di appartenenza. Quello che conta sono solo l’opera e il merito. Sarebbe bello che lo stesso criterio venisse utilizzato anche in altri ambiti, anche e non esclusa la politica: meno “manuale Cencelli” e più “manuale Campiello”.»

Gli altri finalisti di questa edizione del Campiello Giovani erano: Arianna Babbi, 22 anni di Classe (RA), con il racconto “Da lontano”, Sahara Rossi, 21 anni di Roma, con il racconto “Yolanda”, Federico Schinardi, 20 anni di Verona, con il racconto “Un giorno se ne andarono le pecore”, Flavio Zucca, 21 anni di Roma, con il racconto “Ladri di zaffiri”.

La vincitrice è stata proclamata sabato 5 settembre durante la conferenza stampa che si è svolta a Palazzo Franchetti grazie a Intesa Sanpaolo, per il quarto anno consecutivo partner del Premio Campiello Giovani.

Il vincitore del Campiello Giovani, si aggiudica un viaggio studio in un paese europeo e, grazie alla collaborazione con il MIUR, viene inserito nella giuria delle Olimpiadi di Italiano, mentre il vincitore delle Olimpiadi entra nella Giuria allargata del Campiello Giovani.

Durante la conferenza stampa è stata inoltre assegnata da Riccardo Di Stefano Presidente nazionale dei Giovani Imprenditori la nuova menzione speciale del Gruppo Giovani di Confindustria per il miglior racconto che ha trattato il tema della cultura di impresa. La menzione è stata attribuita a Elisabetta Cavallin, 18 anni di Marcon (Ve), per il racconto “Il viso”. Di seguito la motivazione della Giuria:

“Un racconto piacevole e uno spaccato divertente sulla vita di Botticelli, nel quale la mancata ispirazione del tormentato artista viene risolta dalla sua pratica governante. La menzione speciale Giovani Imprenditori sulla cultura di impresa intende premiare lo sguardo ironico e leggero sul mondo dell’arte più “alta” e la volontà del giovane scrittore di sottolineare come, talvolta, un vero e proprio capolavoro si ottenga in maniera alquanto inaspettata. Inoltre, si vuole premiare l’attenzione alle risorse umane e al loro imprescindibile ruolo per il successo di ogni attività imprenditoriale.”

Il Campiello Giovani si avvale del patrocinio della Regione Veneto, del patrocinio dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto, delle Olimpiadi di Italiano del Ministero dell’Istruzione, della partnership con Intesa Sanpaolo, della rete dei Giovani Imprenditori di Confindustria, oltre a beneficiare del costruttivo interesse di molti presidi e docenti delle scu

Premio Campiello: Andrea Delogu conduttrice della finale che verrà trasmessa in diretta su Rai 5 sabato 14 settembre

Pubblicato il 08 Mag 2019 alle 7:53am

La finale del Premio Campiello, in programma il 14 settembre 2019 al Teatro La Fenice di Venezia, sarà condotta da Andrea Delogu. L’annuncio è stato dato ieri a Milano durante l’evento #CampielloRacconta a Villa Necchi Campiglio, bene del FAI – Fondo Ambiente Italiano, nel corso del quale è stata presentata la 57^ edizione del concorso di narrativa italiana contemporanea promosso dalla Fondazione Il Campiello – Confindustria Veneto. (altro…)

Milano, #CampielloRacconta, presentata oggi la 56^ Edizione del Premio Letterario

Pubblicato il 07 Mag 2018 alle 5:35pm

La finale del Premio Campiello 2018, condotta da Mia Ceran ed Enrico Bertolino, è in programma il 15 settembre al Teatro La Fenice di Venezia. L’annuncio è stato dato questa mattina a Milano, durante l’evento #CampielloRacconta che si è tenuto a Villa Necchi Campiglio, bene FAI – Fondo Ambiente Italiano, nel corso del quale è stata presentata la 56^ edizione del concorso di narrativa italiana contemporanea promosso dalla Fondazione Il Campiello – Confindustria Veneto.

Annunciata anche la collaborazione tra la Fondazione Il Campiello e la Rai che prevede il ritorno in diretta televisiva su Rai 5 sabato 15 settembre dalle h. 20.30 insieme ad altre importanti iniziative frutto di una qualificata media partnership da parte della Rai. La finale verrà inoltre trasmessa in tutto il mondo attraverso Rai Italia, il canale Rai che si rivolge a decine di migliaia di spettatori in tutto il continente.

Il Premio Campiello per la seconda, farà ritorno a Monte-Carlo nel Principato di Monaco; la prima tappa estera per presentare il vincitore della 56^ edizione. L’evento si svolgerà il 15 ottobre organizzato dall’Ambasciata d’Italia nel Principato di Monaco, in collaborazione con l’Agenzia Communiqué.

Matteo Zoppas, Presidente della Fondazione Il Campiello e di Confindustria Veneto, ha dichiarato: “Il Campiello è una delle manifestazioni culturali tra le più importanti e seguite in Italia, grazie all’impegno degli imprenditori veneti, agli scrittori, al lavoro dei giurati e ai partner che sostengono questo progetto di sinergia tra impresa e cultura. Il Premio Campiello fa parte ormai del patrimonio culturale nazionale e rappresenta la testimonianza concreta dell’impegno sociale e culturale degli imprenditori veneti, della capacità di guardare oltre ai cancelli delle fabbriche e di avere una visione ampia della crescita e dell’evoluzione del Paese. È per questo che siamo orgogliosi di continuare a dare il nostro contributo, anche attraverso questo grande e splendido progetto culturale permanente che è il Premio Campiello.”

Piero Luxardo, Presidente del Comitato di Gestione del Premio Campiello, ha sottolineato: “Questa edizione del Campiello presenta diverse novità, a partire dalla conduzione del suo atto conclusivo. Ringrazio Enrico Bertolino e Mia Ceran per aver accettato di presentare la finale, certo che sapranno valorizzarla con il loro stile. Torneremo inoltre in diretta televisiva su Rai 5; il tutto preservando i valori tradizionali di trasparenza e autonomia che hanno reso il Campiello uno dei concorsi letterari più autorevoli”.

L’evento #CampielloRacconta, condotto da Giancarlo Leone, manager televisivo e presidente della Associazione Produttori televisivi (APT), ha coinvolto alcuni protagonisti della storia recente e passata del Premio, personalità del mondo della cultura, delle istituzioni, dell’economia e dello spettacolo.

Hanno partecipato all’evento Carlo Nordio, Presidente della Giuria dei Letterati della 56^ edizione del Premio Campiello, i giurati Roberto Vecchioni e Philippe Daverio, gli autori Gesuino Nemus, Bearice Masini, Alessandro Bertante, Antonio Scurati, Paolo Colagrande, Enrico Ianniello, Giorgio Falco, Marco Missiroli e Carmen Pellegrino. Presenti con i loro sketch anche i Boiler (Federico Basso, Davide Paniate, Gianni Cinelli) che dal 2013 conducono la selezione della cinquina del Campiello Giovani. Protagonista di #CampielloRacconta.

Alcune delle personalità presenti oggi hanno infatti letto brani tratti dai cinque racconti finalisti della 23^ edizione del concorso rivolto ai ragazzi tra i 15 e i 22 anni, selezionati il 20 aprile scorso a Verona. I cinque finalisti sono: Alma Di Bello, 18 anni di Blevio (CO) con il racconto Blackout, Vincenzo Grasso, 20 anni di Catania, con il racconto Bestiario familiare, Alessio Gregori, 21 anni di Monterotondo (RM) con il racconto Feromoni, Lorenzo Nardean, 20 anni di San Donà di Piave (VE) con il racconto Natura morta, Elettra Solignani, 17 anni di Verona con il racconto Con i mattoni. Il vincitore del Campiello Giovani, scelto dalla Giuria dei Letterati, sarà annunciato durante la conferenza stampa finale del Premio al Museo Correr la mattina di sabato 15 settembre e premiato la sera stessa sul palco del Teatro La Fenice di Venezia durante la cerimonia finale del concorso rivolto ai senior.

Prossimo appuntamento del Premio Campiello è il 25 maggio a Padova per la Selezione della Cinquina Finalista da parte della Giuria dei Letterati. In questa occasione verrà anche annunciato il vincitore del Premio Campiello Opera Prima, riconoscimento assegnato ad un autore all’esordio letterario.

Tra giugno e luglio si svolgerà poi il tradizionale tour letterario con gli autori finalisti, che farà tappa in diverse località italiane. Un’iniziativa nata nel 2006, con la quale la Fondazione Il Campiello promuove la cinquina e diffonde la lettura in tutta Italia. Tra le città confermate: Venezia, Cornuda (Tv), Jesolo, Catania, Bologna, Modena, Asiago (Vi), Lido di Venezia (Ve), San Candido (Bz), Caorle (Ve), Fanzolo – Villa Emo (TV), e altre in corso di definizione.

Gli eventi conclusivi della 56^ edizione si svolgeranno a Venezia: venerdì 14 settembre al Palazzo Ducale l’evento, dedicato ai giovani, Campiello Ducale in collaborazione con la Fondazione Musei Civici di Venezia, la mattina di sabato 15 settembre al Museo Correr la conferenza stampa conclusiva del Premio Campiello, infine la sera di sabato 15 settembre la finale del Premio Campiello 2018 al Teatro La Fenice con l’annuncio del vincitore scelto dalla Giuria dei Trecento Lettori anonimi.

Il Premio è realizzato grazie al sostegno di Umana, Intesa San Paolo, Verona Fiere, Anthea, Calearo Antenne, Sum, Somec, Texa, Seingim, Tiffany e con la collaborazione di Grafiche Antiga, Abate Zanetti, il Consorzio del Prosecco Superiore e Trenitalia quale vettore ufficiale del premio. Rai Main Media Partner, Rai Cultura Media Partner.