pronto soccorso

Addio alle guardie mediche, di notte resta solo il 118, protesta in piazza l’11 maggio

Pubblicato il 10 Mag 2016 alle 7:27am

Importanti novità arrivano sul fronte della sanità, ma potrebbero essere non belle. Si parla infatti di scomparsa del servizio offerto dalle guardie mediche, sostituito dalle 8 alla mezzanotte dagli studi dei medici di famiglia che resteranno così a servizio della cittadinanza per 16 ore al giorno.

In caso di emergenza, sarà dunque necessario rivolgersi solo ed esclusivamente al 118 o recarsi direttamente al pronto soccorso.

La novità, inserita da alcune settimane nel rinnovo dell’accordo collettivo nazionale della Medicina generale e della pediatria, ha suscitato sin da subito accese polemiche determinando la reazione dei camici bianchi, pronti a scendere in piazza a Roma, il prossimo mercoledì 11 maggio.

La decisione di rendere operativi gli studi medici dalle 8 alla mezzanotte, 7 giorni su 7, è mirata certamente alla riduzione del sovraffollamento dei pronto soccorso ma è stata accolta con immenso parere sfavorevole da parte dei cittadini dei piccoli comuni, spesso lontani dai principali ospedali e di conseguenza costretti a percorrere anche diversi chilometri in caso di emergenza.

L’intento è quello di unificare i camici bianchi di base creando delle “Aggregazioni territoriali funzionali”, ma senza prevedere al momento risorse economiche aggiuntive.

In merito alla dibattuta questione, il ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha commentato che: “Si tratta di una riforma estremamente positiva e credo sia un passo fondamentale per l’integrazione tra territorio e ospedale. Era un atto atteso da tempo e sono molto soddisfatta”, sottolienando anche che questa “rivoluzione sanitaria”, ha come “obiettivo proprio l’aumento del personale medico”.

Ma se si taglia la guardia medica, non c’è poi un rischio di sovraccarico delle strutture ospedaliere e del 118?

Prince, una settimana prima ricoverato d’urgenza in ospedale per overdose di oppiacei

Pubblicato il 22 Apr 2016 alle 4:51pm

Una settimana prima dalla morte, il re del pop era stato ricoverato d’urgenza in ospedale per overdose di oppiacei e non per una banale influenza come invece aveva dichiarato dal manager della pop star. A rivelarlo, il sito americano Tmz, che ieri ha dato per primo la notizia della morte di Prince.

Intanto, come riferisce l’agenzia Associated Press, domani sarà effettuata l’autopsia.

Il vice sceriffo della contea di Carver, Jason Kamerud, in merito alla possibilità di una ipotesi di un reato, ha dichiarato che “non è né sospettata né non sospettata”. Ovvero, che è prematuro parlare prima che sia esaminata la scena del decesso.

Passeranno del tempo prima che giungano gli esami tossicologici.

Diffusa anche la trascrizione della chiamata di soccorso fatta al 911 dalla casa della star. Una telefonata che rivela una certa confusione al momento della scoperta del cadavere. Una persona (non identificata) chiama dalla tenuta di Prince facendo fatica a dare l’indirizzo preciso dell’abitazione. Nella telefonata, all’inizio si parla anche genericamente di “qualcuno privo di sensi” prima di comunicare che la persona era morta. Solo quando l’operatore localizza l’indirizzo, il chiamante conferma.

Claudio Bisio brutto incidente in moto

Pubblicato il 11 Apr 2016 alle 8:29am

“Dura la vita dei motociclisti a cui tagliano la strada…” commenta così su Facebook, in modo ironico Claudio Bisio il brutto incidente avvenuto a Milano mentre era alla guida della sua moto. (altro…)

Francia: malato grave di tumore salva la vita al conducente dell’ambulanza

Pubblicato il 17 Apr 2013 alle 1:20pm

Christian Nayet di 60 anni, abitante a Merck, nel nord della Francia, mentre stava andando in ospedale a Lille, trasportato in ambulanza, per fare un controllo al suo tumore allo stomaco, tra l’altro in stato molto avanzato, dopo un’ora di strada, ha salvato la vita al conducente del veicolo, che è stato colto da un infarto, mettendosi egli stesso alla guida e portandolo subito al pronto soccorso. (altro…)

Parte campagna sul corretto uso del 118 e del Pronto Soccorso

Pubblicato il 22 Mar 2012 alle 11:24am

E’ partita in questi giorni, una nuova campagna informativa lanciata dal Ministero della Salute e dall’Agenas-Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali, per “Il corretto uso dei servizi di emergenza-urgenza” con lo scopo di diffondere, soprattutto tra i giovani, una cultura adeguata sul ricorso alle strutture adeguate. (altro…)

Napoli Loreto Mare: inaugurato il triage 4 i codici previsti

Pubblicato il 05 Mar 2012 alle 8:51am

E’ stato inaugurato ieri il triage all’ospedale Loreto Mare di Napoli. D’ora in poi, i pazienti che si recheranno al pronto soccorso, potranno presentare diversi livelli di gravità, ed essere visitati per prima se rientrano nei casi più gravi. (altro…)

Infarto durante il volo Palermo-Roma, ma una dottoressa a bordo gli salva la vita

Pubblicato il 25 Nov 2010 alle 6:51am

Su un volo Alitalia Palermo-Roma, un uomo di 60 anni, subito dopo il decollo dell’aereo, ha rischiato di morire a causa di un arresto cardiaco. (altro…)