protesi mammarie

Protesi di silicone aumenterebbero il rischio cancro al seno

Pubblicato il 01 Dic 2018 alle 6:14am

Secondo una recente inchiesta condotta dall’International Consortium of Investigative Journalists, un consorzio internazionale di giornalisti di cui fanno parte le principali testate europee, le protesi di silicone per il seno sarebbero vendute senza gli adeguati test di sicurezza, al punto che potrebbe essere ‘sfuggito’ il legame con un tipo raro di tumore oltre a svariati effetti collaterali.

Per quanto riguarda il legame con il linfoma anaplastico a larghe cellule, un raro cancro del sistema immunitario, le autorità francesi hanno già raccomandato alle donne di non utilizzare le protesi con silicone ‘ruvido’ finché non sarà terminata un’indagine sul rischio, e anche quelle britanniche hanno iniziato a fare delle indagini, anche se non hanno emanato raccomandazioni ben precise.

“Il possibile legame con il tumore ci preoccupa – afferma alla Bbc Suzanne Turner dell’università di Cambridge -. Il rischio è piccolo ma è un rischio su cui dovremmo investigare e di cui dovremmo essere informati”.

Dai dati britannici è emerso che il linfoma si presenterebbe in uno su 24mila impianti, si legge nell’inchiesta, chiamata ‘implant files’ sui dispositivi medici, mentre altri paesi riporterebbero tassi maggiori. Fra le altre scoperte fatte dai giornalisti c’era anche l’uso di materiali non abbastanza puri, riscontrato in Olanda, un gran numero di donne che si sono ritirate dai test clinici per verificare la sicurezza delle protesi e migliaia di segnalazioni di effetti collaterali, anche gravi, dovuti alle protesi e sfuggiti alle autorità regolatorie o coperti dai produttori.

Mastoplastica con metodo Zenith: la nuova metodica utilizzata dal chirurgo plastico Egidio Riggio

Pubblicato il 03 Dic 2017 alle 8:34am

Il dottor Egidio Riggio che opera nell’ambito della chirurgia plastica ed estetica da circa trent’anni da Palermo a Milano, è stato spinto per il suo lavoro ad allontanarsi dalla sua terra d’origine per approfondire quei temi che attiravano la sua attenzione professionale e che negli anni ’80 a Palermo non erano ancora ampiamente approfonditi.

Il medico palermitano infatti, ha messo a punto una tecnica sperimentale fondata sulla maggiore attenzione alla paziente e alle sue esigenze, su una resa naturale del seno e sulla riduzione di complicanze post-operatorie, il sistema Zenith.

“Il sistema Zenith è un approccio diverso alla chirurgia plastica ed estetica. Si basa – ha spiegato lo specialista – su un primo colloquio con la paziente in cui si mette a fuoco l’esigenza dell’interessata rispetto alla protesi più adatta e alle sue caratteristiche anatomiche. Ciò avviene attraverso delle specifiche misurazioni di base a cui si aggiunge un preciso rapporto numerico fra il punto di massima proiezione della protesi e il capezzolo”. Da qui la scelta di denominare questa metodica con un nome che rimandasse al rapporto numerico che indica il punto preciso, lo Zenith appunto, di intersezione tra la sfera celeste e la superficie terrestre, il frutto, cioè, di un calcolo elaborato in tutti i suoi dettagli.

Massima attenzione viene rivolta alla fase di impianto della protesi affinché, in una fase successiva, possa poi realizzarsi il miglior risultato possibile di adattamento alla parte anatomica della paziente: “Attraverso un’incisione sotto il muscolo pettorale ho adottato degli accorgimenti – ha sottolineato Egidio Riggio – che permettono di escludere effetti collaterali dovuti alla contrazione muscolare o al rigetto della protesi”.

Il seno rifatto con l’innovativa Triple Plane Tecnique

Pubblicato il 14 Giu 2012 alle 7:28am

Un seno rifatto può sembrare oggi naturale, grazie alla “Triple Plane Tecnique”, una nuova tecnica di impianto di protesi mammarie testata da un gruppo di ricercatori anche italiani. (altro…)

Protesi al seno Pip: in Italia se ne contano 4525 impianti

Pubblicato il 05 Feb 2012 alle 10:43am

Solo in Italia dal 2001 al 2011 si stima che siano stati eseguiti 4.525 impianti con protesi mammarie Pip. (altro…)

Protesi al seno francesi: anche in Italia devono essere rimosse

Pubblicato il 24 Dic 2011 alle 7:23am

Le protesi mammarie che vengono prodotte dalla società francese Pip non aumenterebbero il rischio di cancro. A comunicarlo è stato proprio il ministero della Sanità francese. (altro…)

Tutto ciò che c’e da sapere sulle protesi mammarie

Pubblicato il 09 Ott 2010 alle 1:00am

Da diversi decenni esistono impianti mammari (protesi mammarie ) per la ricostruzione e l’aumento del volume del seno. (altro…)