pulizia denti

Perfetti sanzionata dal Tar: chewing gum non sostituiscono l’uso dello spazzolino

Pubblicato il 05 Gen 2017 alle 1:58pm

Abbiamo sentito tante volte di pubblicità che facevano intendere che un chewing gum adeguato potesse sostituire durante la giornata l’uso frequente dello spazzolino.

Ecco allora, che non essendo cosa vera, come accertato da diversi studi e ricerche, nel 2013 si è mosso l’Antitrust che ha sanzionato la Perfetti, per 180.000 euro poiché le sue pubblicità erano ingannevoli.

Sentenza da’ ragione all’Antitrast, le gomme da masticare pubblicizzate non sono capaci di dare nessun beneficio all’igiene dentale, dunque non possono minimamente sostituire l’uso quotidiano dello spazzolino da denti e dentifricio.

Coinvolti almeno quattro prodotti della società, Vivident, Happydent, Daygum e Mentos.

Le 10 regole per salvaguardare denti e gengive

Pubblicato il 01 Nov 2015 alle 6:02am

Tra le linee guida mondiali sulla prevenzione, diagnosi e cura delle malattie dentali, c’è senz’altro quella di lavarli più volte al giorno per circa 4 minuti.

Un vero e proprio manuale d’uso è stato stilato dalla Società Italiana di Parodontologia e Implantologia (SIdP) insieme alla EuropeanFederation of Periodontology (EFP), l’American Academy of Periodontology(AAP) e l’Asian Pacific Society of Periodontology (APSP).

Nuove direttive che servono anche ad eliminare il fastidioso problema delle gengive infiammate e sanguinanti ogni volta che si spazzolano i denti e qualche volta ne lasciano anche scoperto qualcuno.

Un difficile problema da trattare che colpisce in media 20 milioni di italiani over 35, ma che pochi sanno di avere e la cui sintomatologia è da non sottovalutare, perché una gengivite non curata è causa di parodontite, sesta malattia più frequente al mondo che nella forma più grave, porta alla graduale perdita dei denti.

In Italia la parodontite colpisce oltre 3 milioni di persone, che spendono per tale patologia e le sue conseguenze, un miliardo di euro l’anno per rimpiazzare i denti caduti.

La perdita dei denti è un problema che affligge gran parte di questi malati in quanto comporta anche un peggioramento alimentare, nutrizionale e ed estetico. Per questo le più importanti società scientifiche mondiali hanno redatto un documento di consenso che verrà applicato in ogni parte del globo, per affrontare al meglio una patologia che si associa anche ad altre malattie sistemiche come quelle cardiovascolari, il diabete, l’ictus, le infezioni respiratorie.

Ecco allora i dieci consigli degli esperti:

1) Non fumare. 2) Assumere molta vitamina C e mangiare molta frutta e verdura. 3) Recarsi per un controllo dal dentista almeno un paio di volte l’anno. 4) Durante una visita dentistica eseguire il test PSR. 5) Qualora le gengive dovessero risultare infiammate, lavare i denti almeno 2 volte al giorno per una durata di 4 minuti. 6) Lo spazzolino elettrico è preferibile a quello manuale. 7) Per gengive e denti delicati scegliere appositi dentifrici. 8) Usare gli scovolini interdentali della grandezza adeguati ai nostri spazi al posto del filo. 9) Usare un collutorio antiplacca, ma è meglio farsi consigliare dal medico in che modalità assumerlo. 10) Se le gengive dovessero sanguinare o essere arrossate recarsi subito da un dentista.

Sempre più bambini soffrono di carie. Cause? Mamme, cattiva alimentazione e uso ridotto dello spazzolino

Pubblicato il 23 Nov 2013 alle 1:46pm

Dalle linee guida che giungono dal Ministero della Salute sull’igiene dentale, emerge che negli ultimi 5 anni l’incidenza della carie nei più piccoli è aumentata del 15%. Secondo i dati raccolti, si parla di 120mila bambini di appena quattro anni con problemi di carie. Cosa che fa molto riflettere se si pensa alle abitudini alimentari e igieniche, e dal comportamento assunto dalle madri durante la gravidanza.

Ovvero, ci si sofferma in maniera approfondita sulla loro abitudine a consumare cibi non adatti alla gestazione finendo col trasferire al feto sostanze che poi favoriscono l’insorgenza di fenomeni lesivi dei denti. Ma certamente, l’igiene orale e la giusta alimentazione anche in tenera età sono fondamentali per non incorrere in problemi da adulti.

Infine a queste cause, in ultimo si aggiunge anche la crisi economica. Sono infatti, sempre più numerosi i genitori che non possono permettersi di portare i propri figli dal dentista. Così, ai bambini tra 0 e 4 anni vengono effettuate soltanto 520mila prestazioni.

Meglio non lavarsi i denti prima di mezz’ora dopo aver mangiato

Pubblicato il 07 Giu 2012 alle 10:05am

Lavarsi i denti appena dopo un pasto, può essere addirittura dannoso. A rivelarlo, una recente ricerca. Sembra, infatti, che a seconda del tipo di cibo che si è consumato, sia importante attendere da 20 a 60 minuti prima di lavarsi i denti. Facendolo prima si otterebbe l’effetto contrario, in quanto questa azione, danneggerebbe lo smalto, corrodendo i denti. (altro…)

Igiene dentale: i 10 cibi più dannosi e il decalogo per la salute

Pubblicato il 24 Set 2011 alle 8:20am

Dopo ogni colazione, deve sempre seguire una corretta igiene orale, evitando di mangiare fuori pasto e riducendo il consumo di dessert e carboidrati, meglio aumentare, invece, quello di vegetali crudi e di latte. Si sa, le abitudini alimentari influenzano lo stato di salute generale, e pertanto anche quello orale. (altro…)