pulsossimetro

Saturimetro e Covid, il dispositivo necessario da avere sul polso o a casa,

Pubblicato il 13 Nov 2020 alle 6:00am

Il saturimetro (detto anche pulsossimetro, ossimetro o pulsiossimetro), è un’apparecchiatura medica non invasiva in grado di misurare la saturazione di ossigeno nel sangue arterioso periferico (SpO2) e la frequenza cardiaca, aiutando ad individuare l’eventuale presenza dei primi segnali di una polmonite, sintomo più importante e grave del i più gravi del Coronavirus.

La Società Italiana di Pneumologia e la Federazione Italiana dei Medici di Famiglia consigliano di tenerne sempre uno in casa o sul polso, si perché presente come funzione anche su molti smartwatch, in modo tale da averlo sempre con sé.

Il saturimetro è in grado di valutare la compromissione respiratoria anche all’inizio, con bassi livelli di saturazione dell’ossigeno nel sangue e la frequenza cardiaca in circa 8 secondi. Se il dato ottenuto supera i 90 vuol dire che si sta bene. In caso contrario, ripetere l’operazione e consultare subito un medico di base.