ragazzi investiti

Ragusa, due ragazzi di 11 e 13 anni investiti da auto pirata sull’uscio di casa propria. Uno muore, altro perde le gambe

Pubblicato il 12 Lug 2019 alle 4:16pm

A Vittoria, nel ragusano, due ragazzini di 11 e 13 anni, cuginetti, erano seduti sullʼuscio di casa propria quando un’auto a folle velocità è piombata su di loro falciandoli. Il piccolo sopravvissuto all’auto pirata, poi identificata, è stato operato d’urgenza ma “è ancora in pericolo di vita”, gli hanno dovuto amputare entrambi gli arti inferiori. Lʼautomobilista, sotto effetto di birra e cocaina, è stato invece arrestato.

E’ un 37enne, Rosario Greco, alla guida di una Jeep Renegade, all’interno della quale c’erano tre persone, avrebbe perso il controllo della vettura durante una manovra azzardata di sorpasso in una stretta via del centro. Dopo la fuga, gli agenti lo hanno identificato e portato in Questura: è stato arrestato per omicidio stradale aggravato.

Gli esami effettuati dall’Asp hanno accertato la presenza di un tasso alcolemico quattro volte superiore ai limiti di legge. E’ stato lui stesso a rivelare ai poliziotti di aver assunto birra e cocaina. L’auto è stata sequestrata e saranno avviate le pratiche per la confisca.

La Squadra mobile gli contesta anche la detenzione di oggetti atti a offendere: nel Suv c’erano uno sfollagente telescopico e una mazza da baseball. I passeggeri che erano con lui, e che come l’autista sono fuggiti a piedi dopo l’incidente, si sono presentati volontariamente in Questura spiegando di essere scappati per paura di essere aggrediti. Denunciati ora per omissione di soccorso.