Rai Movie

Programmi Tv: Sabato 21 aprile in onda su Rai Movie tre film di Paolo e Vittorio Taviani

Pubblicato il 20 Apr 2018 alle 8:38am

Sabato 21 aprile andranno in onda su Rai Movie tre film di Paolo e Vittorio Taviani.

A partire dalle 21.10, fino alla mezzanotte inoltrata, prosegue infatti l’omaggio al cinema di Vittorio Taviani che, assieme al fratello Paolo, è stato uno dei protagonisti del cinema italiano.

Alle 21.10 andrà in onda “Cesare deve morire”, messa in scena del “Giulio Cesare” di William Shakespeare all’interno del carcere romano di Rebibbia, occasione per i Taviani di realizzare una delle loro opere più acclamate, premiata con l’Orso d’oro al festival di Berlino 2012 e cinque David di Donatello.

A seguire “Padre padrone”, film tratto dall’omonimo romanzo di Gavino Ledda che racconta il difficile percorso di emancipazione di un pastore dalla dura realtà di una Sardegna patriarcale e arcaica, premiato con la palma d’oro a Cannes 1977.

In conclusione, l’esordio alla regia per i due fratelli toscani, che con “I sovversivi” raccontano le vicende di alcuni militanti del partito comunista, tra i quali un giovane Lucio Dalla, giunti a Roma per i funerali di Palmiro Togliatti.

La scelta di questi film nell’importante filmografia dei Taviani, ripetutamente protagonista dei palinsesti di Rai Movie, vuole ancora una volta ribadire la poesia e l’autorevolezza di un cinema nato dalla passione e dall’impegno sociale e politico di Paolo e Vittorio, due fratelli, due registi, che hanno raccontato la nostra storia con uno sguardo sempre curioso e mai discosto dalla realtà.

Alle 21:10 – Cesare deve morire, 2012

Alle 22:25 – Padre padrone, 1977

Alle 00:20 – I sovversivi, 1967

Rai Movie, dedica l’intera programmazione del 4 marzo al più importante premio cinematografico del mondo

Pubblicato il 03 Mar 2018 alle 9:20am

Rai Movie, in occasione della cerimonia di premiazione degli Oscar 2018, dedica l’intera programmazione del 4 marzo al più importante premio cinematografico del mondo.

La giornata si apre con Antonia, biografia della poetessa Antonia Pozzi, opera prima di Ferdinando Cito Filomarino, prodotta da Luca Guadagnino: Chiamami col tuo nome, da lui diretto, ha 4 candidature agli Oscar 2018.

A seguire Lost In Translation – L’amore Tradotto di Sofia Coppola, premiato per la migliore sceneggiatura originale.

La lucida ed inquietante ricostruzione dell’ex Germania dell’Est è valsa il premio per il Miglior film straniero a Le vite degli altri. Sei candidature sono andate ad un altro film tedesco: U-Boot 96, nel quale Wolfgang Petersen ricostruisce la battaglia dell’Atlantico dalla parte dei nazisti.

Oscar per il miglior film straniero a Nuovo cinema paradiso di Giuseppe Tornatore, dichiarazione d’amore con Philippe Noiret e il piccolo Salvatore Cascio.

Quattro candidature per Bob Rafelson e il suo road movie generazionale Cinque pezzi facili, tra cui quelle per i due protagonisti Jack Nicholson e Karen Black. Quattro sono invece gli Oscar vinti in carriera da Vittorio De Sica, che in Matrimonio all’italiana dirige i grandi Marcello Mastroianni e Sophia Loren.

In prima serata Dracula di Bram Stocker diretto da Francis Ford Coppola, sontuoso adattamento dell’omonimo romanzo che ha ottenuto tre statuette. Ad interpretare il celebre vampiro è Gary Oldman, candidato favorito per la sua interpretazione di Churchill ne L’ora più buia.

Il labirinto del fauno di Guillermo Del Toro vinse tre Oscar: quest’anno il suo nuovo film La forma dell’acqua di candidature ne ha ben 13.

A condividere il primato italiano di quattro Oscar con De Sica c’è Federico Fellini, che con I Clowns ci conduce in prima persona alla ricerca del proprio rapporto col mondo del circo.

In conclusione, doppia candidatura con Ultimo tango a Parigi per il futuro Oscar Bernardo Bertolucci e per Marlon Brando, che di statuette in carriera ne ha vinte due.

A seguire la programmazione completa:

– Antonia Ferdinando Cito Filomarino, 2015

– Lost In Translation – L’amore Tradotto Sofia Coppola, 2003

– Le vite degli altri Florian Henckel von Donnersmarck, 2006

– U-Boot 96 Wolfgang Petersen, 1981

– Nuovo cinema paradiso Giuseppe Tornatore, 1988

-Cinque pezzi facili Bob Rafelson, 1970

– Matrimonio all’italiana Vittorio De Sica, 1964

– Dracula di Bram Stocker Francis Ford Coppola, 1992

– Il labirinto del fauno Guillermo Del Toro, 2006

– I clowns Federico Fellini, 1970

– Ultimo tango a Parigi Bernardo Bertolucci, 1972

Altre notizie

Archivio notizie

dicembre: 2018
lun mar mer gio ven sab dom
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31