Regione

Lombardia, endometriosi: un nuovo decreto regionale per la cura delle pazienti

Pubblicato il 11 Lug 2018 alle 6:05am

La Regione Lombardia interviene sull’assistenza delle circa 160.000 donne che soffrono di endometriosi. Una malattia infiammatoria cronica che colpisce le donne in età fertile, causa di forti dolori addominali e spesso anche infertilità. (altro…)

Veneto, dentista gratis per i meno abbienti dal 1 gennaio 2018

Pubblicato il 20 Ago 2017 alle 6:05am

Otto milioni di euro per garantire le cure dentarie gratuite alle fasce sociali meno abbienti. In attesa del referendum sull’autonomia del 22 Ottobre, il Veneto lancia questa bellissima iniziativa a tutela della salute dentaria, e nel pieno rispetto dei costi standard lancia il “dentista gratuito” senza il pagamento del ticket nelle strutture pubbliche con l’obiettivo di coinvolgere nelle prestazioni anche gli studi privati.

Si parte dal prossimo gennaio 2018, ma l’annuncio l’ha dato in anticipo l’altro ieri il governatore della regione Veneto Luca Zaia, che ha riunito la giunta regionale e poi ha spiegato la ratio della delibera, che fa del Veneto un modello di efficienza in tutta Italia.

La filosofia è molto semplice: «Voglio aiutare chi non riesce a sbarcare il lunario, io giro tra la gente e vedo tanti anziani che non sorridono più, si vergognano ad aprire la bocca», spiega Luca Zaia. «Mi dicono che non hanno i soldi per curare i denti dato che i costi sono molto, ma molto elevati. Ecco, vorrei ricordare che la prima digestione avviene in bocca e quindi curare la carie, sistemare le arcate e le protesi dentarie è fondamentale. Alla mia gente dico: è questo il regalo di Ferragosto che vi fa il vostro Presidente».

Toscana, nasce Palazzo del Pegaso dove l’arte è gratis, aperta a tutti

Pubblicato il 04 Gen 2016 alle 7:22am

La sede del consiglio regionale della Toscana avrà un nuovo nome, si chiamerà Palazzo del Pegaso, dal simbolo della Regione Toscana, e un percorso museale del tutto gratuito.

A Palazzo Panciatichi, in via Cavour 2-4, sono stati inaugurati ieri due spazi dedicati alle visite, uno permanente (le quattro sale al primo piano) e uno temporaneo, che ospiterà la mostra “Firenze 1565 della magnificenza civile, gli apparati per le nozze di Francesco de’ Medici e Giovanna d’Austria”.

La cui prima visita è stata guidata dallo stesso presidente del consiglio regionale, Eugenio Giani, ma tutti i cittadini potranno conoscere la maestosità del palazzo entrando gratuitamente nei giorni feriali, dalle ore 10 alle ore 12 (semplicemente registrandosi all’entrata).

Al primo piano di palazzo Panciatichi-Covoni-Capponi troviamo anche dieci grandi pannelli, corredati da un ‘touchscreen’ con tutte le fonti.

Apparati didattici che raccontano la Toscana premoderna, il periodo etrusco, romano e medievale. La sala adiacente dedicata a Paolo Barile, che tutti chiamano sala del Pegaso, per la riproduzione della medaglia esposta al Bargello, voluta dal Cardinale Pietro Bembo e forse coniata da Benvenuto Cellini.

Il caminetto in stile ‘francese’, con marmi policromi ed uno specchio appoggiato sopra la mensola, un vero e proprio gioiello, un amplificatore di suoni per ascoltare segretamente le conversazioni da una stanza attigua, realizzato nel 1742 da Luigi Orlandi e Carlo Socci, insieme agli affreschi, che coprono completamente le pareti.

Milano, la Madonnina dell’Expo accolta in Regione “come simbolo delle nostre radici”

Pubblicato il 17 Dic 2015 alle 10:55am

“Sono le nostre radici che noi rivendichiamo con forza, sono i nostri valori, è la nostra storia a cui non siamo disposti a rinunciare”: queste le parole pronunciate dal presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni al termine della cerimonia che ha svelato la riproduzione della ” Madonnina” del Duomo di Milano, realizzata dalla Fonderia Nolana Del Giudice per la Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano, che è arrivata l’altro ieri a Palazzo Lombardia.

L’opera era stata esposta per sei mesi al padiglione della Veneranda Fabbrica a Expo.

“Ciascuno fa e crede in quello che vuole ma questo è il sistema – ha continuato il governatore della Lombardia – l’insieme di valori che i miei nonni e miei genitori mi hanno tramandato e che io tramando ai miei figli: ci credo, sono valori positivi e ho voluto riaffermare con la posa della Madonnina qui che noi abbiamo una storia e abbiamo le nostre radici che sono quelle cristiane a cui non vogliamo rinunciare”.

“Abbiamo preferito metterla dentro Palazzo Lombardia per motivi di sicurezza ma il valore simbolico è molto forte” ha continuato Maroni, sottolineando che la scultura “è la copia esatta di quella che c’è in cima al Duomo e adesso in Lombardia ci sentiamo doppiamente protetti”. Alla cerimonia per l’arrivo nella sede della Regione della copia della statua della Madonna Assunta (alta 4,16 metri e realizzata da Giuseppe Perego in rame dorato e posta nel 1774 sulla guglia maggiore del duomo di Milano) hanno partecipato anche monsignor Gianantonio Borgonovo, presidente della Veneranda Fabbrica del Duomo, e Saverio Carillo, curatore del catalogo ‘Madunina di Milano’, oltre a diversi assessori e consiglieri regionali.

Torino: firmata intesa tra Regione, Città, Università Aso e Sistemi Urbani per il via del Parco della Salute

Pubblicato il 30 Mar 2015 alle 7:07am

E’ stato firmato, in questi giorni, il protocollo di intesa tra Regione, Città di Torino, Università, Azienda Ospedaliera Universitaria e Sistemi Urbani. (altro…)

Ravello, Campania stanzia 3 milioni per il restauro di Villa Rufolo

Pubblicato il 14 Ago 2014 alle 12:23pm

Serviranno ben tre milioni di euro per finanziare il restauro di Villa Rufolo a Ravello (Sa). La giunta regionale della Campania ha stanziato per la pianificazione della spesa la ripartizione in due tranche del finanziamento delle annualità 2014 e 2015. (altro…)