Regioni

In arrivo gli ospedali da campo e Covid Hotel

Pubblicato il 19 Nov 2020 alle 6:03am

La pressione sugli ospedali si fa ogni giorno più insostenibile ed è possibile allora che ritornino presto anche gli ospedali da campo e Covid hotel.

Al momento i Covid hotel sono per un complessivo di circa 15mila posti letto, ma il Governo vorrebbe incrementarli di altri 20mila. L’obiettivo, per alleggerire in particolare il carico sui pronto soccorso, è quello di avere a disposizione una struttura in ogni provincia.

Si cercano anche nuove braccia. Da impiegare qualora le persone “ricoverate” nei Covid hotel avessero bisogno di un minimo di assistenza sanitaria.

Per aumentare il numero dei posti letto destinati a chi deve essere ricoverato, il Governo ricorrerà ad ospedali da campo. Non ci sono per tutte le regioni, in quanto la Protezione civile sta provvedendo secondo il fabbisogno.

Dal 1° settembre addio al super ticket

Pubblicato il 29 Ago 2020 alle 6:00am

Dal 1° settembre in tutte le Regioni italiane, si dirà addio al superticket sanitario su visite ed esami ambulatoriali. (altro…)

Covid-19 in FASE3: “Le Regioni vanno a velocità diverse, necessario omogeneizzare le risorse su tutto il territorio nazionale”

Pubblicato il 19 Giu 2020 alle 8:23am

Scegliere un percorso di cura piuttosto che un altro non impatta solo sulla salute del paziente, ma può avere ricadute sociali, organizzative ed economiche. La tecnologia è parte centrale di questo processo. L’HTA è lo strumento che aiuta i decisori a fornire i requisiti nelle scelte da effettuare nell’intero ciclo di vita della tecnologia. Di questo hanno parlato gli esperti durante il Talk-webinar “FASE 3 COVID-19 UNA NUOVA SANITÀ FARMACI

TECNOLOGIE ORGANIZZAZIONE”, organizzato da Mondosanità, in collaborazione con Officina Motore Sanità e con il contributo incondizionato di Amgen, Boston Scientific, Mylan e Teva. L’HTA è un processo che tiene conto del singolo dispositivo o farmaco inserito in un processo di cura, che deve essere trasparente e riguardare l’efficacia, la sicurezza e gli aspetti di costo sull’ impatto economico anche sul sistema etico culturale e giuridico. Questo processo di valutazione è tecnico ma deve tener conto di cittadini, futuri beneficiari di queste tecnologie.

Tra le altre cose, dal dibattito, è emersa la necessità di creare una regia nazionale che uniformi le valutazioni nel territorio nazionale in particolare per i dispositivi dove al momento non esiste un organo valutativo simile all’Aifa; duplicare lavori di Hta con risultati spesso diversi tra Regioni non ha senso, serve quindi una regia che omogeneizzi le valutazioni e le conseguenti scelte; tutti i relatori hanno concordato sul fatto che la sanità abbia bisogno di maggiori investimenti.

“I risultati degli studi sulle nuove tecnologie possono e devono velocizzare la messa in commercio di dispositivi e farmaci nel nostro Paese perché ad esempio se non arriva in tempi brevi un farmaco in ospedale, il paziente muore. Il rapporto costo/efficacia una volta appurato da studi seri deve garantire l’entrata in vigore immediata della nuova tecnologia. Molto spesso invece le Regioni non rispettano le tempistiche dell’accesso alle nuove tecnologie, spesso anche con ritardi di 180 giorni. Le Regioni italiane devono essere predisposte a favorire l’entrata delle nuove tecnologie, bisogna che ci sia l’impegno dei sanitari ad andare a leggere i dati per snellire le pratiche e far si che avvenga una vera e propria sburocratizzazione delle procedure di accesso a nuovi farmaci o dispositivi in commercio. Ritengo inoltre necessaria un’agenzia regolatrice per i dispositivi e tecnologia, che faccia lo stesso lavoro che fa Aifa per i farmaci”, queste le parole di Claudio Zanon, Direttore Scientifico MOTORE SANITA’.

Spostamenti regionali, possibili dal 3 giugno

Pubblicato il 31 Mag 2020 alle 6:47am

Il 3 giugno prossimo l’Italia si rimette in movimento. Si tornerà a circolare liberamente tra una regione e l’altra e anche la Lombardia potrà riaprire i suoi confini, in entrata e in uscita. (altro…)

Saldi invernali 2019, tutte le date regione per regione

Pubblicato il 16 Dic 2018 alle 6:28am

I saldi di gennaio sono uno dei momenti più attesi da chi ama lo shopping e il fashion. Tutti i negozi e tutte le regioni italiane iniziano a vendere capi di abbigliamento, borse, accessori, scarpe a prezzi stracciati. Non si tratta solamente di un fenomeno che coinvolge i negozi fisici, ma anche quelli online i cui prodotti, solitamente, sono già in vendita a prezzi più competitivi, rispetto ai normali negozi tradizionali. (altro…)

E’ emergenza sangue in tutta Italia: l’appello ai donatori (e non) alla donazione

Pubblicato il 06 Ago 2017 alle 9:13am

Nei mesi di giugno e di luglio si è registrata un’enorme carenza di sangue in molte Regioni italiane, soprattutto Lazio, Abruzzo e Basilicata, Sicilia e Sardegna con un continuo fabbisogno elevato di donazioni a causa della massiccia presenza di pazienti talassemici, bisognosi di continue trasfusioni, mettendo a rischio terapie salvavita e interventi chirurgici programmati ed in emergenza.

Se non verranno accolti gli appelli lanciati dalle associazioni di volontari, anche nelle prossime settimane, la rete trasfusionale nazionale non sarà in grado di soddisfare i Livelli Essenziali di medicina trasfusionale.

A rivelarlo i dati raccolti dal Centro Nazionale Sangue, secondo cui in alcuni giorni si sono superate le 1100 unità mancanti in tutte le regioni italiane.

A rischio – sottolinea il direttore del Centro Nazionale sangue Giancarlo Maria Liumbruno – sono le terapie salvavita, considerato ad esempio che per un paziente leucemico necessita di otto donatori a settimana e che le talassemie e le altre emoglobinopatie assorbono circa il 10% delle raccolte sul territorio nazionale. Inoltre, poi ci sono gli interventi chirurgici, se si pensa che ad esempio per un trapianto cuore-polmoni possono essere usate fino a 30-40 sacche di sangue.

È importante infine, che tutte le Regioni cerchino di contribuire il più possibile al sistema di compensazione nazionale e che incrementino la raccolta.

Per questo l’appello è rivolto a tutti i donatori, e non di tutte le regioni italiane.

Siccità, oltre 10 Regioni pronte a chiedere lo stato di calamità e le misure di sostegno per le aziende colpite

Pubblicato il 24 Lug 2017 alle 9:58am

Due terzi dell’Italia e dei campi coltivati sono a secco a causa della siccità delle ultime settimane. (altro…)

Vaccini bambini: diversità tra regioni. L’appello dei pediatri

Pubblicato il 11 Ott 2014 alle 8:46am

Tra le diverse regioni, vi è un disuguaglianza di accesso ai programmi di profilassi per i bambini. (altro…)

Il Riccometro, il nuovo modello Isee

Pubblicato il 05 Giu 2013 alle 11:20am

Novità importanti per il nuovo Riccometro Isee: ovvero l’indicatore che è stato rinnovato rispetto alla prima versione. (altro…)

Le Province passano da 86 a 51: ecco il riordino

Pubblicato il 31 Ott 2012 alle 6:58pm

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto-legge che prevede il riordino delle province nonché, l’istituzione delle città metropolitane. (altro…)