regno unito

Coronavirus, parte oggi in Inghilterra la sperimentazione del vaccino direttamente sull’uomo

Pubblicato il 23 Apr 2020 alle 6:14am

Domani in Regno Unito, al via la sperimentazione del vaccino contro Covid 19, direttamente sull’uomo. “È il modo migliore per sconfiggere il coronavirus”, ha detto il ministro della Salute britannico Matt Hancock che ha annunciato “ogni sforzo possibile” del governo per sostenere la ricerca e lo sviluppo di un vaccino anti Covid 19.

Ci stanno provando l’Università di Oxford e l’Imperial College di Londra in collaborazione con l’azienda di Pomezia Advent-Irbm che ha prodotto materialmente i campioni che proprio da domani saranno sperimentati sugli esseri umani. Il governo Johnson stanzierà altri 20 milioni per Oxford e oltre 22 per l’Imperial College, ha annunciato ieri sempre Hancock, a conferma delle reali intenzioni dell’esecutivo.

Scienziati dell’università di Oxford già parlano dell’80% di possibilità di riuscita, e il Jenner Institute dello stesso ateneo, ha già detto ok alla produzione di un milione di dosi pronte per l’autunno – settembre – anche se il vaccino deve essere ancora sperimentato. Con il rischio di sprecare soldi e risorse. Ma per Hancock “l’importante è avere la possibilità”, qualora il vaccino funzioni, “di immunizzare il maggior numero possibile di persone nel più breve tempo possibile”.

Il vaccino prossimo alla sperimentazione, da scienziati inglesi e italiani si chiama “ChAdOx1 nCoV-19” e deriva dall’adenovirus, un virus blando tipico degli scimpanzé, ma geneticamente modificato in modo da portare con sé una parte del coronavirus e, una volta immesso nell’essere umano, di sviluppare – si spera – una risposta immunitaria preventiva nell’organismo affinché riconosca il Covid 19 e possa sconfiggerlo.

Influenza, quando viaggia su mezzi pubblici

Pubblicato il 15 Dic 2018 alle 7:16am

Dai pendolari della metropolitana di Londra arriva un’importante conferma sulla possibile trasmissione dell’influenza attraverso il trasporto pubblico.

E’ quanto emerge da uno studio inglese pubblicato sulla rivista scientifica Environmental Health. L’analisi ha posto sotto i riflettori il flusso dei pendolari che ogni giorno affolla la rete dei trasporti pubblici sotterranei della capitale del Regno Unito.

Lara Goscè, del Dipartimento di Ingegneria civile dell’Università di Bristol, racconta infatti come i più alti tassi di casi di influenza “possono essere rilevati nei quartieri serviti da un piccolo numero di linee sotterranee: i passeggeri che iniziano il loro viaggio in questi quartieri devono cambiare linea una o più volte al giorno in incroci trafficati come King’s Cross (un importante nodo di scambio della rete metropolitana londinese, ndr) per raggiungere la loro destinazione finale”.

Secondo la studiosa, infatti, i tassi di contagi più bassi di patologie delle vie aeree “si registrano nei quartieri dove la popolazione non usa il trasporto pubblico come la principale forma di trasporto per andare a lavorare o i sobborghi serviti da più linee sotterranee, che garantiscono viaggi più veloci con meno fermate e contatti con un minor numero di persone”.

I cittadini di Islington, un borgo di 220mila abitanti a Nord di Londra sono, per esempio, spesso costretti a cambiare la linea della metropolitana a King’s Cross, ed hanno un tasso di infezione tre volte superiore rispetto ai pendolari di Kensington, ad ovest della City, che invece tendono a prendere treni diretti.

Comitato etico Gran Bretagna, dichiara “E’ ammissibile la manipolazione del Dna degli embrioni”

Pubblicato il 29 Lug 2018 alle 6:03am

Il Comitato Etico del Regno Unito in un rapporto di 183 pagine, dal titolo “L’editing del genoma e la riproduzione umana: problemi sociali ed etici” sostiene che sia ‘Moralmente ammissibile’ l’editing del genoma degli embrioni, spermatozoi e ovociti con le tecniche che permettono di modificare il Dna con il taglia e incolla, come la Crispr, ma solo nella garanzia del benessere dell’individuo, sia fisico che sociale.

Il documento è stato messo a punto in due anni, dopo che nel settembre 2016, il comitato aveva avviato un’indagine sulle questioni etiche sollevate dall’editing del genoma nella riproduzione umana.

prevista ora la discussione pubblica sui temi principali e le raccomandazioni del rapporto, secondo il quale, inoltre, le modifiche del Dna dovrebbero essere consentite solo “quando ci sia stato un dibattito pubblico ampio ed inclusivo sull’uso dell’editing e sulle possibili implicazioni e ulteriori ricerche siano state condotte per stabilire standard di sicurezza”.

Salute, Regno Unito, la scienza dice no all’obbligo di tacchi alti nei luoghi di lavoro

Pubblicato il 03 Ago 2017 alle 7:28am

Un gruppo di ricercatori dell’Università di Aberdeen ha evidenziato come l’uso delle scarpe con il tacco alto crei problemi e patologie, anche serie, alle donne che le portano.

Infatti è stato chiesto al governo di intervenire con una legge l’uso dei tacchi alti nei luoghi di lavoro.

I ricercatori sottolineano che le donne non devono essere costrette ad indossarli per forza, se non vogliono o non possono.

Con un loro studio hanno evidenziato una correlazione tra l’uso di queste scarpe e numerose patologie, quali borsiti, dolori muscolari e lesioni.

Alle ragioni esposte dagli esperti, la stampa britannica ha concesso ampio spazio, promuovendo anche sondaggi al riguardo, come nel caso della Bbc.

Uscita Regno Unito da Ue, vertice di emergenza per i leader europei

Pubblicato il 24 Giu 2016 alle 10:16am

La Gran Bretagna esce dall’Unione europea. L’Europa attonita per la notizia della vittoria della Brexit, si prepara a possibili soluzioni per i mercati. (altro…)

Regno Unito, al via la manipolazione degli embrioni umani

Pubblicato il 04 Feb 2016 alle 6:17am

In Gran Bretagna l’Autorità per la fertilità e l’embriologia ha autorizzato un team di scienziati a condurre esperimenti di modifica genetica di embrioni umani, non destinati alla riproduzione.

Il via libera ai test è partito e sarà messo in campo la prossima estate al Francis Crick Institute di Londra.

Si tratta di una delle prime autorizzazioni di manipolazione di embrioni umani, dopo un primo tentativo cinese eseguito all’inizio del 2015.

Caccia britannici attaccano la Siria

Pubblicato il 03 Dic 2015 alle 10:37am

Raid britannici hanno effettuato attacchi questa notte in Siria, poche ore dopo che il parlamento britannico aveva dato parere positivo.

A renderlo noto è il ministero della Difesa. Quattro caccia Tornado della Royal Air Force (Raf) sono decollati da una base aerea britannica a Akrotiri.

Un portavoce ministeriale britannico, sotto anonimato, ha affermato che gli aerei da guerra hanno eseguito raid sul territorio siriano e sugli obiettivi colpiti saranno forniti nel corso della giornata.

Ma dopo l’intervento militare in Siria, già sono arrivate minacce dal web da parte degli jihadisti. “Non prendetevela con l’Islam quando vi colpiremo”, riferisce il Site.

La Gran Bretagna entra in azione, ma sembra che anche la Nato sia quasi pronta. A poche ore attesi anche i bombardamenti della Raf.

Da Bruxelles, a spingere l’Alleanza Atlantica ci ha pensato il segretario di Stato americano, John Kerry, invitando i 26 paesi alleati a “fare di più” invocando, sia pure in termini generici, un incremento dello “sforzo militare” collettivo nei confronti dei jihadisti.

Foto Ansa

Cameron mette a disposizione di Hollande la base aerea di Cipro

Pubblicato il 23 Nov 2015 alle 2:24pm

Francois Hollande e David Cameron si sono incontrati a Parigi per organizzare insieme le nuove strategie da mettere in atto contro l’Isis. Dopo aver infatti sostato davanti al Bataclan per rendere omaggio alle 89 vittime, i due leader si sono confrontati su un percorso da intraprendere insieme.

Il premier britannico è intenzionato a chiedere al Parlamento di appoggiare il piano per partecipare con i raid in Siria.

Intanto ha annunciato Hollande, “La Francia intensificherà i bombardamenti” in Siria, scegliendo “gli obiettivi che facciano più danni possibili all’esercito terrorista”.

Aggiungendo anche “la Francia ha preso la sua decisione nello scorso mese di settembre, ora sta alla Gran Bretagna di capire come può a sua volta impegnarsi”.

Cameron da parte sua mette subito a disposizione della Francia la sua base aerea a Cipro. E dopo l’incontro con il presidente francese scrive su Twitter: “Il presidente Hollande e io siamo uniti nella nostra determinazione a sconfiggere il malvagio culto della morte, l’Isis”.

Foto Ansa

Isis ai foreign fighter: “Restate dove siete, non venite in Siria”

Pubblicato il 21 Nov 2015 alle 11:40am

L’Isis lancia un appello ai foreign fighter, di nazionalità britannica. “Astenetevi dal raggiungere la Siria, aspettate il segnale per colpire la Patria”.

Questo quanto riportato dal Daily Mail.

Un messaggio lanciato mediante siti di massa criptati e confermato da fonti di sicurezza.

Nelle conversazioni intercettate è stato anche chiesto agli estremisti britannici quali armi e munizioni hanno a disposizione.

Di reclutare altri uomini, possibilmente giovani e di evitare di uccidere islamici.

Di attendere istruzioni online su dove e quando colpire.

Migrante investito nell’Eurotunnel mentre cercava di raggiungere la Gran Bretagna

Pubblicato il 16 Ott 2015 alle 11:13am

Un migrante è stato investito da un treno merci lungo le banchine laterali della ferrovia che attraversa l’Eurotunnel, nelle vicinanze di Calais.

L’uomo ha perso la vita. Impossibile per i soccorsi identificarlo. Secondo i vigili del fuoco il corpo, “è stato trascinato per oltre 400 metri”.

Una fine straziante per lui, la stessa toccata agli altri 16 immigranti morti nel corso degli ultimi mesi mentre cercavano invano di raggiungere la Gran Bretagna.

L’incidente è avvenuto nella notte a Coquelles mentre il treno, un servizio navetta per le merci proveniva dalla Gran Bretagna, è entrato nel lato francese, ha spiegato un portavoce di Eurotunnel.

Il ritrovamento è avvenuto verso le 2.15 di notte.