rene

Torino, asportato rene da sveglio

Pubblicato il 08 Apr 2019 alle 8:00am

Per la prima volta al mondo è stato asportato un rene in laparoscopia su un paziente sveglio di quasi 170 kg con un tumore, presso l’Urologia universitaria dell’ospedale Molinette della Città della Salute di Torino. “Si è trattato di un intervento innovativo e di frontiera senza precedenti”, spiega in una nota la Città della Salute di Torino. (altro…)

Giornata Mondiale del Rene, l’8 marzo screening gratuiti in molte città italiane

Pubblicato il 02 Mar 2018 alle 6:12am

In occasione dell’8 marzo, giornata mondiale del rene, la Fondazione italiana del rene (Fir Onlus), la Società italiana di nefrologia (Sin Reni) e la Croce Rossa organizzano una iniziativa per tutte le donne volta alla prevenzione, diagnosi e cura. (altro…)

Gigliola Barlese, un disperato appello su Fb per la ricerca di un rene

Pubblicato il 27 Gen 2018 alle 7:27am

Gigliola Barlese, una donna di Treviso affetta da una grave insufficienza renale chiede aiuto su Facebook. Ha bisogno con urgenza di un rene. (altro…)

Selena Gomez torna sul palco dopo il trapianto di rene

Pubblicato il 21 Nov 2017 alle 7:58am

«Grazie ragazzi, abbiamo cercato di far sì che tutto questo apparisse al meglio». Poche parole, l’hashtag #grateful (grata) è arrivato sui profili social di Selena Gomez. Che, bellissima come sempre, nel suo vestitino bianco, è tornata a cantare. (altro…)

8 Marzo un grande gesto d’amore: donna di 44 anni riceve rene dal compagno

Pubblicato il 08 Mar 2017 alle 6:02am

Un uomo di 52 anni ha compiuto un bellissimo gesto alla vigilia dell’8 marzo. Ha donato un rene alla sua compagna di 44 anni. (altro…)

Milano, donna di 60 anni dona da vivente rene salvando la vita a 4 persone

Pubblicato il 17 Lug 2016 alle 8:15am

Milano, donna di sessanta anni rimasta anonima, dona la vita a a quattro persone grazie ad un suo rene.

Per la seconda volta in Italia, ma la prima a Milano, una donna ha deciso di donare in modo “samaritano” – ovvero senza sapere a chi sarebbe stato destinato – un suo rene.

Un “regalo” – avvenuto lo scorso 5 luglio al Policlinico – che ha messo in moto una vera e propria macchina di solidarietà che ha permesso a quattro persone – tre maschi e una donna – di ricevere un trapianto e di salvare la vita ad altre quattro persone.

Sì, perché quattro parenti degli operati – pronti alla donazione ma incompatibili con i propri familiari – hanno donato il loro rene permettendo di salvare gli altre persone in una magnifica catena di reciproco aiuto.

Il rene della donatrice samaritana è andato all’ospedale di Pisa, mentre un parente del malato pisano ha donato un proprio rene a un paziente compatibile nella stessa città. A sua volta il secondo donatore pisano ha donato un rene all’ospedale Santa Maria alle Scotte di Siena. Da qui è partita l’ultima staffetta con un donatore senese, anche lui parente dell’uomo che ha ricevuto il trapianto, che ha donato un rene all’azienda Papa Giovanni XXIII di Bergamo.

“Questo caso – ha spiegato il ministro della salute Beatrice Lorenzin, è di particolare rilevanza perché grazie alla donazione da vivente cross-over è stato possibile incrociare in successione tutti i donatori e i riceventi delle coppie – idonei al trapianto da vivente ma incompatibili tra di loro a livello immunologico o per gruppo sanguigno – creando una catena di donazioni e di trapianti”.

Al via Waterselfie Campaign, la campagna di prevenzione contro le malattie renali

Pubblicato il 01 Lug 2015 alle 7:25am

Sono diverse le malattie renali, e tantissime le persone che ne sono affette. La prevenzione è fondamentale, e possibile grazie ad una serie di accorgimenti. (altro…)

Trapianto di organi: in aumento quelli di rene e fegato +4% in diminuzione quelli di cuore

Pubblicato il 10 Dic 2014 alle 9:30am

In netto aumento, i trapianti in Italia, in particolar modo, quelli di fegato e reni, che segnano il +4%, mentre calano quelli di cuore, perché sostituiti dall’utilizzo di dispositivi artificiali. (altro…)

Grande generosità da anziana che rinuncia al trapianto di rene e muore: “Datelo a chi è più giovane di me”

Pubblicato il 28 Giu 2013 alle 10:58am

Rina Zanibellato, 79enne di Paderno in provincia di Treviso, è morta per favorire un giovane in lista di attesa. La donna aveva esposto al marito, al figlio e ai parenti, il desiderio di donare il rene che l’avrebbe salvata a un giovane, uno dei tanti ragazzi che aveva incontrato negli anni di dialisi.

Da sedici anni Rina, era costretta a sottoporsi tre volte alla settimana a dialisi. Ma nonostante questa lunga battaglia, giunto il momento dell’atteso trapianto di rene, ha deciso di rinunciarvi.

Un grande gesto di generosità per salvare un’altra persona. Giunto il momento del trapianto, ha infatti detto “No, datelo a chi è più giovane di me, io la mia vita l’ho fatta”.

E così ha continuato la sua dialisi fino a ieri quando si è spenta nel reparto di Nefrologia dell’ospedale Ca’ Foncello, lo stesso ospedale nel quale aveva conosciuto nel corso degli anni tanti giovani malati come lei.