Roland Garros

Re del Roland Garros: Nadal vince in 3 set sul connazionale Ferrer, per lui 8^ vittoria

Pubblicato il 10 Giu 2013 alle 11:56am

Rafa Nadal è il Re di Parigi. Alla sua 8° vittoria del Roland Garros con un record assoluto, lo spagnolo è riuscito a dimostrare di essere ancora il numero uno sulla terra Rossa, dopo l’infortunio che lo ha tenuto lontano dai campi da tennis per oltre 8 mesi. (altro…)

Roland Garros, Errani vince la lotta con la Radwanska: è semifinale!

Pubblicato il 04 Giu 2013 alle 4:21pm

Prosegue il sogno di Sara Errani al Roland Garros. La tennista italiana, infatti, batte ai quarti di finale la polacca Agnieszka Radwanska e strappa il pass per la semifinale dello slam parigino.

Non era così scontato il successo della nostra portacolori, numero 5 del mondo, chiamata ad affrontare la numero 4, talentuosa, provvista di un raffinato tocco da maestra che nei precedenti conduceva 6-1 su Sarita. L’ultima volta che le due si sono incontrate sulla terra rossa è stato a Madrid lo scorso anno e Aga rifilò alla Errani una sonora lezione di tennis, concedendole appena un gioco.

Altri tempi! Gradino dopo gradino Sara ha saputo costruirsi con impegno, talento e solidità un posto nella top ten grazie e ha dimostrato di trovarsi a proprio agio su questa superficie raggiungendo la finale a Parigi nel 2012 e arrendendosi solamente a Maria Sharapova.

Intende replicarsi la numero 1 azzurra e il successo per 6-4, 7-6(6) contro la tennista polacca lo dimostra. Il match è combattuto ed è tutto all’insegna dei break. Tre nel primo set, addirittura otto nel secondo parziale che si decide al tie break, dov’è la tennista bolognese ad avere la meglio, imponendosi per 8-6.

Il Philippe Chatrier è in festa, Sara è di nuovo tra le magnifiche quattro che si contenderanno l’accesso all’ultimo atto e l’ambita coppa. Chapeau.

Roland Garros, il sogno della Schiavone si infrange contro la Azarenka

Pubblicato il 03 Giu 2013 alle 2:36pm

Nulla da fare per Francesca Schiavone agli ottavi di finale del Roland Garros. La leonessa milanese, purtroppo, non centra l’obiettivo di raggiungere ai quarti l’altra italiana ancora in gioco nel torneo di Parigi, Sara Errani.

La Schiavo deve arrendersi in due set alla numero 3 del mondo, la bielorussa Victoria Azarenka. 6-3, 6-0 è il risultato finale a favore di Vika, al termine di un match che vede Francesca in partita solamente fino a metà del primo parziale.

I primi sei game, infatti, sono una serie di break e controbreak da parte delle due giocatrici, con la nostra portacolori che riesce a fare partita pari con l’avversaria, deliziando con colpi che per qualche attimo ci riportano alla Schiavone che tre anni fa, proprio sul suolo parigino, vinse il Roland Garros.

Purtroppo, però, si tratta appunto solamente di qualche attimo, perché alla fine la Azarenka riesce a prendere le misure della tennista italiana, inanellando, dal 3-3 del primo set, nove game consecutivi e conquistando così  l’accesso ai quarti di finale.

Roland Garros: la Williams batte la Vinci, ma la Errani accede ai quarti

Pubblicato il 03 Giu 2013 alle 11:49am

La speranza di vedere Roberta Vinci battere Serena Williams era pressoché nulla, ma per un attimo gli italiani hanno anche temuto di dover salutare anche la Errani, costretta alla rimonta contro la spagnola Suarez Navarro. (altro…)

Roland Garros, Schiavone, Errani e Vinci, avanti tutta a Parigi

Pubblicato il 31 Mag 2013 alle 11:26pm

Prosegue la marcia delle tenniste italiane rimaste ancora in gioco al Roland Garros. Parliamo di Francesca Schiavone, Sara Errani e Roberta Vinci che riescono ad aggiudicarsi il passaggio rispettivamente al terzo turno e agli ottavi di finale.

La leonessa milanese impiega tre set per avere la meglio su Kirsten Flipkens che al turno precedente aveva battuto un’altra azzurra, Flavia Pennetta. 6-1, 4-6, 6-3 è il risultato finale a favore della Schiavone dopo oltre due ore e mezza di gioco. Il prossimo turno non sarà semplice per l’ex campionessa di Parigi che dovrà vedersela con la padrona di casa, numero 13 del mondo, Marion Bartoli. I precedenti sono favorevoli alla nostra portacolori che comanda 5-2 e proprio sulla terra rossa del Roland Garros si è imposta per 6-3, 6-2 in semifinale nel 2011. Chissà che non le porti bene.

Sarita, invece, dimostra il suo ranking da numero 5 del mondo eliminando in poco più di un’ora la tedesca Sabine Lisicki, numero 32 del mondo, per 6-0, 6-4 e ora se la vedrà con la spagnola Carla Suarez Navarro.

6-1, 2-6, 6-2 è invece il risultato dei parziali a favore della Vinci contro la ceca Petra Cetkovska. Accesso agli ottavi assicurato anche per la nostra Robertina che è apparsa in gran forma ma che è attesa da un compito piuttosto impegnativo che risponde al nome di Serena Williams.

Francesca Schiavone festeggia a Marrakech

Pubblicato il 28 Apr 2013 alle 10:57pm

Francesca Schiavone torna a vincere. La leonessa vince il WTA di Marrakech battendo agevolmente in finale la spagnola Lourdes Dominguez Lino. 6-1, 6-3 è il risultato finale a favore della vincitrice del Roland Garros 2010 che conquista così il sesto successo in carriera e rientra tra le top 40.

Certo, il cammino verso la top ten è ancora lontano, il suo best ranking è stato il numero 4, ma Francesca non si pone limiti. “Perché no? Ho lavorato duramente e sto recuperando da alcuni momenti difficili, quindi… perchè no? In questo momento mi sto godendo il gioco e cerco di dare il meglio che posso”, ha risposto a chi le chiedeva se crede di poter tornare ai suoi livelli.

Per ora la Schiavo si concentra su Roma, dove spera di poter fare bene davanti al pubblico amico, e sul Roland Garros dove pottebbe ancora sperare di entrare in tabellone come testa di serie. Il resto si vedrà.

Errani: una sconfitta record con un set senza punti

Pubblicato il 01 Lug 2012 alle 11:06am

E’ stato un quarto d’ora da brividi quello disputato da Sara Errani, la quale ha iniziato così il suo terzo turno del torneo di Wimbledon. L’emiliana, finalista all’ultimo Roland Garros, è stata presa praticamente a pallate dalla sua avversaria, Kazaka Yaroslava Shvedova. (altro…)

Sara Errani: detesta l’Inter, le piace Matri e non sopporta Balotelli

Pubblicato il 20 Giu 2012 alle 9:48am

Sara Errani parlando del tennis ha detto: “Non posso stare senza di lui, è la mia vita“. L’azzurra, sconfitta recentemente nella finale al Roland Garros contro Maria Sharapova, si confessa in una intervista rilasciata a Vanity Fair. (altro…)

La Sharapova interrompe la favola di Sara Errani

Pubblicato il 10 Giu 2012 alle 6:06am

La favola di Sara Errani si interrompe sul più bello, di fronte alla muraglia russa che risponde al nome di Maria Sharapova. Non ce l’ha fatta la nostra portacolori a sovvertire i pronostici di un match che la vedeva partire sfavorita, ma Sarita non deve rammaricarsi. Dicevamo che comunque andava sarebbe stato un successo e così si è rivelato.

La Errani ha perso per 6-3, -6-2 (nonostante il secondo set sia stato più combattuto di quanto lasci immaginare il risultato) in finale al Roland Garros, ma contro un’avversaria più forte, che da lunedì sarà la nuova numero 1 del mondo, che con lo slam francese ha completato il suo Caree Grand Slam e non deve rimproverarsi nulla. Ha fatto tanto, sconfiggendo due ex regine di Parigi durante il suo percorso, Ana Ivanovic (tra l’altro ex numero 1 del mondo) e Svetlana Kuznetsova, e due top ten, Angelique Kerber e soprattutto Samantha Stosur, già finalista all’Open di Francia e campionessa in carica degli US Open. Deve andare orgogliosa la tennista romagnola di quanto fatto finora. A coronamento dei suoi sforzi, l’entrata tra le prime dieci giocatrici del mondo a partire da lunedì, terza italiana di sempre a riuscirci dopo Flavia Pennetta e Francesca Schiavone.

Può consolarsi per un importantissimo successo in doppio insieme all’amica e collega Roberta Vinci: una vittoria in un slam, pur non essedo in singolare, non è cosa da tutti e da tutti i giorni. Ora non resta che godersi un po’ di vacanza e concentrarsi sulla stagione sull’erba che è ormai alle porte. Wimbledon e soprattutto le Olimpiadi si avvicinano e Sarita ha dimostrato di poter fare molto bene, basta crederci.

Errani-Vinci da favola: Parigi è loro

Pubblicato il 08 Giu 2012 alle 10:46pm

Parigi ai piedi di Sara Errani e Roberta Vinci. La sorelle d’Italia conquistano la Francia trionfando in doppio al Roland Garros sulla coppia Kirilenko-Petrova, battuta per 4-6, 6-4, 6-2. Si tratta della prima vittoria interamente italiana in uno slam, un risultato da record, merito di due ragazze che, finalmente, vedono premiati gli sforzi del loro lavoro. Un sodalizio basato prima di tutto su una forte amicizia che dà i suoi frutti anche in campo.

Nonostante il primo set perso dovuto ad un inizio piuttosto contratto, le nostre portacolori non si perdono d’animo e ribaltano la situazione, riportando il match in parità e nell’ultimo parziale hanno vita facile, concedendo due soli game alle avversarie. Roberta è insuperabile a rete, Sarita riesce a mettere in mostra la sua solidità e il suo repertorio da fondo, quanto basta per far iniziare la festa. E in vista delle Olimpiadi l’Italia non può che gioire, una medaglia non è una chimera, chissà che non possa trasformarsi in realtà.

Così come chissà che non possa trasformarsi in realtà sabato il sogno della Errani. Impegnata anche nella finale del singolare, dovrà superare colei che da lunedì sarà la nuova numero 1 del mondo, Maria Sharapova, a cui manca proprio il Roland Garros per coronare il Career Grand Slam, cioè la conquista di tutti e quattro i tornei dello slam. L’ostacolo è ostico, Sara non parte avvantaggiata, ma non è tipa da arrendersi senza combattere. L’ha dimostrato finora battendo avversarie più quotate, l’ultima è stata in semifinale, giovedì, l’australiana Samantha Stosur, campionessa degli US Open nonchè finalista proprio a Parigi due anni fa, dove cedette alla leonessa Francesca Schiavone. Corsi e ricorsi storici: per il terzo anno consecutivo un’italiana raggiunge l’ultimo atto dello slam parigino. La Errani ha la possibilità di eguagliare Marie Pierce che nel 2000 vinse sia in singolare che in doppio a Parigi. Difficile ma non impossibile e una cosa è certa: comunque vada, sarà un successo

Lorenza Teti