Salerno

Salerno, scoperto il gene della longevità, che fa ringiovanire i vasi sanguigni

Pubblicato il 11 Lug 2019 alle 6:51am

L’università di Salerno, ha scoperto il gene della longevità, isolato dal Dna dei centenari ha dimostrato di ringiovanire i vasi sanguigni. Il risultato molto importante, apre la strada a una nuova terapia contro le malattie cardiovascolari. Pubblicata sull’European Heart Journal, la ricerca si deve all’Irccs MultiMedica e Irccs Neuromed, e ai coordinatori Annibale Puca e Carmine Vecchione.

“Il nostro obiettivo è trasferire i vantaggi genetici dei longevi alla popolazione e stiamo lavorando anche su altri fronti dai tumori alle malattie neurodegenerative” ha spiegato lo scienziato Puca. La ricerca, sostenuta da Fondazione Cariplo e Ministero della Salute, parte da un risultato precedente ottenuto dallo stesso gruppo che in passato aveva individuato il gene Lav- BPIFB4 (longevity associated variant), che prevale nei centenari.

Questo gene, ha spiegato ancora Puca, “determina una maggiore produzione della proteina BPIFB4, che quando è presente in alti livelli nel sangue ha una funzione protettiva dei vasi sanguigni”. Adesso i ricercatori hanno trasferito il gene nel Dna dei topi suscettibili all’aterosclerosi e a malattie cardiovascolari, grazie a un virus modificato in modo tale da poter veicolare il suo genoma all’interno delle cellule bersaglio, senza dare malattia.

L’inserimento del “gene dei centenari” negli animali ha provocato un vero e proprio ringiovanimento dei vasi sanguigni e del sistema cardiocircolatorio. Lo stesso effetto positivo e’ stato osservato anche in provetta, questa volta non inserendo geni nelle cellule ma in una proteina dei vasi umani. “I risultati – ha rilevato Puca – sono estremamente incoraggianti”.

Salerno, sbarco di nave con a bordo 400 migranti e 26 donne morte

Pubblicato il 05 Nov 2017 alle 10:13am

Un’ennesima tragedia si consumata in mare ed è legata al fenomeno dei flussi migratori. Nel porto di Salerno è approdata questa mattina una nave con a bordo circa 400 migranti e i cadaveri di 26 donne. (altro…)

Salerno, Laurea honoris causa in medicina a Papa Francesco, “medico delle anime”

Pubblicato il 17 Mar 2017 alle 1:26pm

Laurea honoris causa in medicina a Papa Francesco. “Non una qualunque, ma quella che rappresenta la più antica scuola di medicina al mondo”. A conferirgliela, infatti, sarà l’Università di Salerno.

Ad annunciarlo è stato Aurelio Tommasetti, rettore dell’ateneo, insieme a Mario Capunzo, direttore del dipartimento di Medicina, chirurgia e odontoiatria, nel corso del convegno «Umanizzazione della Medicina. Curare e prendersi cura», che si è svolto a Baronissi (Sa), promosso dall’Associazione Medici Cattolici Italiani con il dipartimento di Medicina e chirurgia dell’Università di Salerno e l’Omceo di Salerno.

Nella nota – inviata a Papa Francesco e al cardinale segretario di Stato, Pietro Parolin – le motivazioni della decisione sono queste: «La Scuola Medica Salernitana, che oggi rivive nel dipartimento di medicina e chirurgia dell’ateneo salernitano, intende conferire la laurea honoris causa al Santo Padre per le sue doti e capacità, universalmente riconosciute, di “medico delle anime” e di intimo conoscitore dei bisogni delle persone più deboli, più povere, più bisognose della divina misericordia e della umana solidarietà».

Ai lavori, moderati da Mario Ascolese, presidente campano dei medici cattolici, è intervenuto, tra gli altri, Filippo Maria Boscia, presidente nazionale dei medici cattolici, che ha accolto con immensa gioia l’iniziativa, affermando che «il dolore umano, sia quello di origine fisica sia quello di origine spirituale, è sempre un dolore della persona. La sofferenza è sempre globale. Questo fatto ci porta a insistere perché nell’avvicinarsi al dolore e alla sofferenza sia in ambito medico che in altre situazioni, non si perda mai di vista la dimensione interpersonale, spirituale e sociale».

Salerno, parto “impossibile”: salve mamma e figlia. Il caso sarà presentato al convegno mondiale di ostetricia

Pubblicato il 30 Ago 2016 alle 7:41am

Un vero e proprio miracolo quello accaduto a Salerno all’ospedale Ruggi, dove grazie ad un’ operazione mai eseguita prima nella storia i medici, in collaborazione con i primari dell’università, sono riusciti a salvare mamma e figlia.

La donna di 43 anni con nazionalità italo-venezuelana, laureata in contabilità e finanza a Caracas residente a Salerno, è stata ricoverata nel reparto di “Gravidanza a rischio” alla 16° settimana per fortissimi dolori addominali con blocco intestinale ed urinario.

La donna portatrice di voluminosi miomi nella precedente gravidanza era stata già operata con taglio cesareo. Successivamente è stata sottoposta ad intervento di asportazione dei miomi.

Questo secondo intervento aveva provocato delle tenaci aderenze che nella seconda gravidanza, a causa dell’aumento di volume dell’utero legato alla gravidanza, avevano incarcerato l’utero, bloccando sia le funzioni intestinali che quelle urinarie con imminente pericolo di vita per la gestante.

Il personale sanitario del Ruggi, guidato dai medici Raffaele Petta, Mario Polichetti e Joseph Allegro, hanno eseguito una laparoscopia con sbrigliamento delle aderenze e riposizionamento dell’utero incarcerato.

Soddisfatto il dottore Petta ha dichiarato «Per questo motivo, da quanto ci risulta, siamo gli unici al mondo ad aver effettuato questo tipo di intervento, presenteremo questo caso al prossimo Convegno Mondiale di Ostetricia e Ginecologia».

Bimba salernitana ha tumore al cervello, scambiato per torcicollo

Pubblicato il 29 Ago 2016 alle 8:55am

I medici del San Leonardo di Castellammare hanno diagnosticato ad una bambina di 4 anni un torcicollo invece di un tumore al cervello, ed il caso è stato denunciato dai genitori della piccola al ministero della Salute. La testa inclinata verso destra, difficoltà nei movimenti al bracco destro, anomalie allo sguardo, agli occhi. E’ così che Sara (nome di fantasia), bambina di 4 anni figlia di una coppia di Scafati, arriva al pronto soccorso dell’ospedale San Leonardo di Castellammare, ma i medici le diagnosticano una “contrattura al collo” prescrivendole un’antinfiammatorio da prendere per via orale.

Un banale torcicollo che secondo i genitori nascondeva qualcosa di più grave ed insidioso.

Il papà, carabiniere insieme alla moglie chiede ulteriori spiegazioni sulla strano sguardo di sua figlia.

Ma i medici li tranquillizzano e li mandano via con la prescrizione. Circa un’ora e mezza dopo le dimissioni dal San Leonardo la piccola viene portata all’ospedale Santobono di Napoli dove i medici decidono di approfondire la diagnosi precedente. E dopo la prima visita ricoverano la piccola di 4 anni.

Il giorno dopo, in seguito ad analisi e tac, arriva la diagnosi corretta e definitiva: un tumore al cervello, tecnicamente una “neoplasia di alto grado a livello talamico”. Così entra in azione l’equipe del reparto di neurochirurgia dell’ospedale napoletano, la piccola Sara viene sottoposta ad un delicatissimo intervento e poi trasferita all’ospedale Pausillipon per le chemioterapie più opportune.

De Gregori e Mannoia all’Arena del Mare di Salerno, biglietti in prevendita

Pubblicato il 21 Mag 2016 alle 8:33am

Saranno due gli appuntamenti con la grande musica d’autore proposti quest’estate da Anni 60 produzioni all’Arena del Mare di Salerno, la suggestiva location realizzata nel Sottopiazza della Concordia dal Comune di Salerno in collaborazione con l’Autorità Portuale.

Venerdì 22 luglio (ore 21.30), approderà in città il nuovo tour estivo di Francesco De Gregori che, dopo aver girato l’Italia in primavera registrando sold out ovunque tra club e teatri, riproporrà negli spazi estivi i suoi più grandi successi e alcuni brani estratti dall’ultimo disco “DE GREGORI CANTA BOB DYLAN – AMORE E FURTO” (Caravan/Sony Music). Un album in cui Francesco De Gregori traduce e interpreta, con amore e rispetto, 11 canzoni di Bob Dylan tra cui “Un angioletto come te” (“Sweetheart like you”), “Via della Povertà” (“Desolation row”), “Come il giorno” (“I shall be released”), “Mondo politico” (“Political world”), “Tweedle Dum & Tweedle Dee” (“Tweedle Dee & Tweedle Dum”). Sul palco sarà accompagnato dalla sua band formata da Guido Guglielminetti (basso e contrabbasso), Paolo Giovenchi (chitarre), Lucio Bardi (chitarre), Alessandro Valle (pedal steel guitar e mandolino), Alessandro Arianti (hammond e piano), Stefano Parenti (batteria), Elena Cirillo (violino e cori), Giorgio Tebaldi (trombone), Giancarlo Romani (tromba) e Stefano Ribeca (sax). RTL 102.5 è la radio media partner ufficiale dell’“AMORE E FURTO tour 2016” di Francesco De Gregori (prodotto e organizzato da Caravan e F&P Group).

Mercoledì 3 agosto (ore 21.30), toccherà invece a Fiorella Mannoia con un suo tributo al grande Lucio Dalla. Un progetto che nasce nel 2013 spinto dal desiderio di Fiorella di ricordare un artista che ha lasciato un segno indelebile nella storia della musica italiana, ma soprattutto un amico, una persona a cui era legata da anni da un rapporto profondo di stima e affetto reciproci. Una persona che ha marcato il suo percorso artistico e personale che ha fortemente influenzato il suo modo di esprimersi.

La prevendita dei biglietti per entrambi gli show è disponibile a partire da venerdì 20 maggio, nelle consuete rivendite autorizzate. Due i tagliandi previsti (Poltronissima numerata a sedere € 55, Posto unico a sedere € 35). Per informazioni: 089 4688156, www.anni60produzioni.com.

Giffoni Film Festival: cresce l’attesa, arriva oggi Mark Ruffalo

Pubblicato il 18 Lug 2015 alle 12:12pm

Secondo giorno per il Giffoni Film Festival, evento interazionale dedicato al cinema per ragazzi.

Cresce l’attesa, per oggi, per l’arrivo della star hollywoodiana Mark Ruffaloc he ha vestito i panni di Hulk nel movie della Marvel “Hulk in Avengers: Age of Ultron”.

“Mi sento davvero a casa”, così la super star avrebbe commentato la sua permanenza in Italia.

Poi ampio spazio a Lodovica Comello, star tv di ‘Violetta’, insieme all’attrice Tess Masazza, per l’evento speciale dedicato al film Disney ‘Inside Out’.

La giuria incontrerà poi anche l’attore Fabio De Luigi e la ‘Iena’ Angelo Duro.

E per Masterclass previsti incontri con disegnatore e regista Alessandro Rak e lo sceneggiatore e regista Ivan Controneo.

Per saperne di più su tutto il programma della giornata, consultare il sito ufficiale giffonifilmfestival.it

Immigrazione, è arrivata nel porto di Salerno la corvette Chimera con a bordo 545 migranti

Pubblicato il 22 Apr 2015 alle 2:13pm

E’ arrivata nel porto di Salerno, questa mattina, la corvette «Chimera» della Marina Militare, con a bordo 545 migranti salvati nel corso delle operazioni nel Mar Mediterraneo. (altro…)

Salerno: spara alla moglie, poi si toglie la vita

Pubblicato il 01 Feb 2015 alle 12:09pm

Nel Salernitano, una coppia di coniugi ha perso la vita al culmine di una lite finita a colpi di pistola. (altro…)

Immigrazione: nel fine settimana soccorse quattromila persone. Questa mattina 1044 a Salerno

Pubblicato il 01 Set 2014 alle 11:09am

Sono quasi quattromila, le persone salvate dai mezzi aeronavali della Marina militare e della Guardia costiera attraverso l’operazione Mare Nostrum. (altro…)