salute e benessere

Fitness al buio, aiuta ad ascoltare il proprio corpo

Pubblicato il 28 Ott 2019 alle 8:28am

“Si chiama fitness al buio, è un percorso funzionale che richiede un solo attrezzo: una mascherina – spiega Simone Morelli, istruttore di mobilità e attività sportive per disabili visivi, ideatore del metodo -. La si colloca sugli occhi, in penombra e ci concentra sui messaggi del corpo. Privati dalla vista che ci fornisce l’80% delle informazioni, attiviamo gli altri sensi: udito e tatto prima di tutto”.

La lezione “E’ strutturata in tre parti: Ambientamento, fase centrale con esercizi di allenamento funzionale inclusi flessioni, squat, lavoro a coppie, stretching conclusivo e condivisione dell’esperienza vissuta. Ci si può allenare da seduti, sdraiati, in piedi, in ginocchio. La musica a guidare la lezione. Molto spesso sono i partecipanti a suggerire la colonna sonora. Si parte da seduti per prendere confidenza con il contesto, si passa in quadrupedia e infine in stazione eretta. Non avendo la possibilità di guardarsi attorno, non si copiano i movimenti del vicino, ci si concentra tutto sul proprio corpo, sulle proprie emozioni, indicazioni del trainer. La lezione dura 60 minuti: soddisfacenti consumo calorico, impegno e concentrazione”.

Ma come affrontare il fitness al buio? “Per tappe, senza traumi. L’uso della mascherina avviene in modo graduale. Non è possibile calarsi all’improvviso nell’oscurità. Le prime lezioni sono di cinque minuti in cinque minuti con pause che durano circa 30 secondi fra una fase e l’altra. E’ necessario abituarsi un po’ alla volta: il buio va vissuto senza costrizioni. La vista ci dà informazioni importantissime che all’improvviso vengono a mancare: è necessario imparare a sostituirle. Dopo qualche lezione si possono aumentare i minuti e diminuire le pause. Nel giro di qualche settimana, si può affrontare la lezione completa”.

E’ bene provare anche a casa il fitness al buio? “Così si comincia a prendere confidenza con la mascherina in un ambiente conosciuto e protetto”.

1) Seduto a terra, schiena dritta, flettete le ginocchia e portatele al petto, prima la destra poi la sinistra. Ripetete i movimento almeno 10 volte per lato.

2) Provate in quadrupedia, mani sotto le spalle, ginocchia in linea con le anche. Portate in avanti il braccio destro teso per 10 volte, poi passate a quello sinistro. Attenzione, però, a non ruotare il bacino.

I medici di Medicuore in campo lunedì 16 Settembre allo Stadio Sada di Monza per un quadrangolare benefico per i bambini del Kenya

Pubblicato il 14 Set 2019 alle 12:42pm

A due giorni dall’evento che si terrà a Monza allo Stadio Sada tutto si vive con grande agitazione ed euforia, per l’evento benefico che vede la partecipazione di quattro squadre che si disputeranno l’evento benefico:

– Associazione Medici Brianza e Milano – Agenzia delle entrate – Banca Fideuram – Vitanuova Previdenza e Protezione

L’Associazione Medici Monza e Brianza presenterà la squadra nazionale che affronterà successivamente il torneo nazionale e la coppa italia a Pompei (Na) il 26.27.28. settembre prossimi, 2019.

Vitanuova Previdenza e Protezione giocherà con la formazione nazionale con la presenza di ex giocatori professionisti come Giuliano Melosi, con una carriera tra serie A e serie B, Fabian Valtolina che ha militato tra la Serie A e B, il difensore Servidei con esperienze tra la serie A e B e naturalmente non mancherà la presenza del Bomber Francesco Montaperto, capitano della squadra.

L’allenatore, il Mister Paolo Giovannini da giorni studia la formazione migliore per portare in campo una squadra vincente e altamente competitiva.

L’Agenzia delle entrate ha tra le proprie fila giocatori che hanno militato in categorie professionistiche.

L’evento benefico vedrà in campo una sana competizione calcistica tra i vari antagonisti, ricordando sempre il fine benefico della manifestazione, che prevede la presenza della terna Arbitrale con Alessandro Pristerà, arbitro di categoria superiore con il sostegno dei 2 colleghi di linea.

Inoltre, prevista anche la partecipazione di Matteo Tonon presidente del CUN – Campionato per le imprese, che ha messo a disposizione dell’evento cameraman con riprese, telecronaca ed highlights delle partite disputate.

Roberto Sabatino di Sport in condotta, con Sua professionalità si occuperà invece delle formazioni, interviste durante tutta la serata, pre e fine gara benefica. Inoltre con la Sua importante e consolidata esperienza da telecronista dell’Ac Monza e di altre squadre professionistiche darà un valido contributo, supporto preziosissimo al Cun di Matteo Tonon.

Noi di Tuttoperlei.it in prossimità dell’evento che si terrà lunedì 16 settembre 2019 abbiamo intervistato l’anima di Vitanuova, il Bomber Francesco Montaperto, organizzatore e figura commerciale fondamentale dell’Associazione Medici Brianza e Milano Onlus:

Come vive questo derby in famiglia Lei che è figura di riferimento per entrambi le compagini? “Devo dire che è una sensazione strana, perché da un lato avrei piacere che a vincere fosse l’associazione per ovvi motivi, ma la competizione sana deve far sì che a vincere sia poi la migliore”.

Come è in questo momento il Suo stato d’animo? “Sono sempre molto emozionato quando a scendere in campo è l’ associazione e soprattutto perché con il ricavato possiamo portare avanti tutti i progetti che abbiamo in programma”.

Quindi questo evento è finalizzato a quale progetto in particolare?

Con le cifre raccolte dall’evento in programma, verrà realizzata la trattoria Medicuore. Una cucina realizzata presso la nuova scuola di Olgurmaek (Kenya) ai confini con il Tanzania (a circa 30 km dall’altra scuola di Esukuta dove è stata già realizzata una classe e dove nella scuola sono già presenti, 4 classi, che sono già state realizzate, e che contengono circa 220 bambini, tra elementari e medie)”.

Come prevede la serata? “Sicuramente una serata divertente all’insegna della serenità, del sano spirito sportivo e soprattutto la partecipazione di un grande pubblico”.

Chi vincerà? “Come detto in precedenza, avrei piacere che vincesse l’associazione, ma quando si entra sul rettangolo di gioco sarà il campo ha dare il verdetto. Quindi con la mia squadra punterò a vincere anche se dovessi giocare contro la mia anima, l’associazione”.

Se dovesse capitare un rigore al 90esimo in finale contro l’associazione sarà Lei a batterlo? “Assolutamente sì, non dimentichiamoci che sono un bomber dentro e fuori dal campo”. (ride)

Healthytude: si conclude oggi a Milano la 3 giorni di prevenzione, cibo, sport e benessere

Pubblicato il 23 Giu 2019 alle 6:54am

Dal 21 al 23 giugno il capoluogo lombardo si è trasformato nella capitale della salute con Healthytude, la manifestazione dedicata al benessere a 360 gradi. Nutrizione, attività fisica, cura di mente e corpo ma anche innovazioni tecnologiche e tanta prevenzione: sono solo alcuni dei temi principali al centro di un fitto programma di eventi, che sta animando il The Mall, l’esclusivo complesso di Porta Nuova, che si è trasformato in un importante polo scientifico ma non soltanto. (altro…)

Menopausa e sessualità: in arrivo il vibratore anti-age consigliato dalla medicina

Pubblicato il 24 Gen 2018 alle 7:16am

Il dott. Paolo Mezzana, chirurgo estetico e specialista di ringiovanimento vaginale e componente della Society of Aestetic Gynecology (Esag), ha messo a punto un vibratore anti-age che aiuterebbe le donne a riattivare i tessuti e a far ripartire la loro sessualità. Lo specialista intervistato da Adnkronos ha spiegato che i primi cinque prototipi sono stati sperimentati da 5 donne insieme a un gel, a base di centella asiatica e acido ialuronico, brevettato e prodotto da una ditta in Italia.

Ebbene, spiega lo specialista, “L’apparecchio produce una vibrazione a 100 hrz, una particolare frequenza che stimola la replicazione cellulare e la vascolarizzazione. Ma è una vibrazione che può anche produrre piacere. Ciò permette alle donne in menopausa di riprendere confidenza con il proprio corpo, un’attitudine che in questa fase della vita tendono a perdere, ma che ha un’importanza fondamentale per il benessere generale e per la funzionalità intima”. Inoltre, questo vibratore anti-age, aggiunge ancora Mezzana “emette una luce a bassa intensità, di colore rosso in grado di stimolare il rinnovamento dei tessuti. A questo si aggiunge la ionoforesi che permette il passaggio di un particolare tipo di corrente elettrica in grado di aumentare la permeabilità dei tessuti al gel anti-age a base di acido ialuronico e centella asiatica utilizzato insieme l’apparecchio”.

Ma non solo. Si tratterebbe inoltre del primo sex toy con la certificazione Ce medicale, in vendita proprio come un normale apparecchio di cura medica. Infatti, una volta entrato in commercio il vibratore anti-age, realizzato in silicone medicale, sarà affidato a medici specialisti in patologie del pavimento pelvico che prescriveranno degli esercizi e potranno controllare l’efficienza dell’apparecchio attraverso un sistema bluetooth.

Il suo costo? Circa 500 euro. Ma assicura l’esperto, questo apparecchio permette alle donne che hanno avuto problemi fisiologici o legati a tumori, di ritrovare una funzionalità intima dopo la menopausa.

L’ora della salute, il programma con specialisti di medicina su LA7 ogni sabato alle 12.10

Pubblicato il 21 Feb 2017 alle 7:49am

Il 18 febbraio scorso, è arrivato su La7, un nuovo programma sulla salute in onda ogni sabato alle ore 12.10, con repliche la domenica alle 18.30, dal titolo “L’ORA DELLA SALUTE”. (altro…)