san giovanni rotondo

Papa Francesco nei luoghi cari a San Pio, ad attenderlo migliaia di persone arrivate anche da altre regioni

Pubblicato il 17 Mar 2018 alle 12:36pm

Papa Francesco è arrivato nei luoghi cari a padre Pio che “amava la Chiesa con tutti i suoi problemi, con tutti i nostri peccati”, ha detto il Papa. (altro…)

San Pio, al via celebrazioni traslazione spoglie dalla Puglia a Roma

Pubblicato il 03 Feb 2016 alle 7:15am

Sono iniziate ieri, con la messa tenuta nella chiesa inferiore di san Pio a San Giovanni Rotondo, le celebrazioni di accompagnamento della traslazione della reliquia di San Pio, in occasione del Giubileo straordinario della Misericordia.

Imponenti le misure di sicurezza e i servizi di controllo che accompagneranno il santo durante tutto il tragitto verso Roma. Il viaggio comincerà oggi 3 febbraio.

La prima messa è stata celebrata alle ore 7.30 da frate Francesco Colacelli, ministro provinciale dei frati minori cappuccini della provincia religiosa di Sant’Angelo e Padre Pio.

Subito dopo, le reliquie di san Pio sono state trasferite nella chiesa superiore dove l’arcivescovo Michele Santoro presiede una celebrazione eucaristica.

“Siamo privilegiati perché la nostra terra è la terra dove padre Pio vissuto, ha operato e in cui è custodita l’urna dei suoi resti mortali – ha sottolineato l’arcivescovo – noi accompagniamo l’urna a Roma e diventiamo pellegrini di Padre Pio per andare a confermare la nostra fede e ricevere una parola di benedizione dal Papa per riprendere il nostro cammino cristiano con maggiore entusiasmo e maggiore coerenza”.

Oltre alla doppia scorta della polizia lungo tutto il viaggio per il trasporto dell’urna del santo, il prefetto Maria Tirone ha richiesto anche all’Airspace Coordination Unit la ‘no fly zone’ su San Giovanni Rotondo e Foggia.

Il corpo di Padre Pio è stato sistemato in una urna sul cui basamento è stata iscritta una frase cara al frate: “Con te io sia per il mondo via, verità e vita e per te sacerdote santo, vittima perfetta”.

Per “evitare danni” che potrebbero essere causati da “vibrazioni e sollecitazioni” durante il trasporto da San Giovanni Rotondo a Roma, ha precisato Colacelli, la reliquia è stata sistemata su “materassi ammortizzanti” e sulla prima teca è stata posizionata una seconda teca per evitare alcun tipo di contatto con l’esterno.

Le reliquie partiranno il 3 febbraio alle ore 9.30 in corteo alla volta di Roma, dove alle 15 saranno accolte nella chiesa di San Lorenzo Fuori le Mura insieme con quelle di San Leopoldo Mandic.

Le spoglie di San Pio e San Leopoldo Mandic esposte a Roma per febbraio

Pubblicato il 05 Gen 2016 alle 6:10am

Le spoglie di San Pio da Pietrelcina saranno deposte nella basilica di San Lorenzo al Verano nel primo pomeriggio del 3 febbraio, dove resteranno fino all’11 febbraio.

L’annuncio è stato dato dall’ufficio stampa dei Frati Minori Cappuccini della Provincia religiosa «Sant’Angelo e Padre Pio».

Lo stesso giorno, arriveranno da Padova, anche quelle di san Leopoldo Mandic, altro santo cappuccino molto amato dal popolo.

I corpi dei due Santi resteranno nella Basilica per l’intera giornata del 4 febbraio. Poi il 5 entrambe le spoglie arriveranno in San Pietro, dove il 6 febbraio, alle ore 10 il Santo Padre concederà un’udienza speciale agli aderenti dei Gruppi di Preghiera di Padre Pio, ai dipendenti della Casa Sollievo della Sofferenza e ai fedeli dell’Arcidiocesi di Manfredonia, Vieste e San Giovanni Rotondo.

La mattina del 9 febbraio Papa Francesco presiederà una Concelebrazione Eucaristica con e per i frati minori cappuccini di diverse parti del mondo.

Il 10 febbraio, giorno delle Ceneri, primo di Quaresima il Pontefice conferirà a circa 1000 Missionari della Misericordia (sacerdoti e religiosi di tutto il mondo) il mandato di essere «segno della sollecitudine materna della Chiesa per il Popolo di Dio, affinché entri in profondità nella ricchezza di questo mistero fondamentale per la fede».

La «venuta» a Roma di entrambi i santi è stata decisa dallo stesso Francesco, per sottolineare l’importanza del sacramento della confessione, visto che i due sono stati anche due grandi confessori.

San Leopoldo Mandic, nato nel 1866 nell’odierno Montenegro, ha vissuto gran parte della sua vita a Padova, dove è morto nel 1942 e dove è tutt’ora sepolto. Dopo la morte ha compiuto numerosi miracoli e apparizioni ed è seguito da tantissimi fedeli.

A San Giovanni Rotondo accade lo stesso per Padre Pio. Infine, la mattina dell’11 febbraio, dopo la Celebrazione Eucaristica presieduta da mons. Rino Fisichella, dal presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, le reliquie del corpo di San Pio da Pietrelcina ripartiranno da Roma per giungere nel suo paese natale, Pietrelcina.

L`arrivo è previsto alle ore 15 a Piana Romana (frazione rurale del paese sannita, dove la famiglia di Padre Pio, nato Francesco Forgione, possedeva un podere e dove il futuro santo ricevette le prime stimmate).

Casa Sollievo della Sofferenza: Crupi “non veritiere le notizie su un possibile crac”

Pubblicato il 28 Gen 2013 alle 7:43am

In una nota, il vicepresidente nonché direttore generale della Fondazione Casa Sollievo della Sofferenza, Opera di San Pio da Pietrelcina di San Giovanni Rotondo, Domenico Crupi fa sapere che “Sono destituite di ogni fondamento le notizie su un possibile crac della Casa sollievo della sofferenza”. (altro…)

Casa Sollievo della Sofferenza a rischio crac: Cera “intervenga la Regione”

Pubblicato il 25 Gen 2013 alle 11:47am

Il famoso ospedale Casa Sollievo della Sofferenza, fortemente voluto da Padre Pio, sorge a San Giovanni Rotondo in Puglia, dove il santo visse e morì. E’ un’enorme struttura all’avanguardia e scientifica, che ogni anno accoglie 57mila ricoveri, ma purtroppo attualmente a causa della crisi non versa in buone condizioni economiche. (altro…)

Casa Sollievo della Sofferenza conquista il 145° posto mondiale per la ricerca biomedica

Pubblicato il 29 Gen 2012 alle 6:30pm

E’ davvero straordinario, il risultato che è riuscito ad ottenere l’Ospedale Casa Sollievo della Sofferenza, a sostenerlo, il Sir World Report, riportando una propria valutazione su questa straordinaria struttura italiana di eccellenza, relativamente alla qualità della ricerca biomedica da un punto di vista mondiale. (altro…)