scrivania e design

Come evitare che con l’arredo sbagliato la casa diventi il nuovo ufficio

Pubblicato il 14 Feb 2021 alle 8:18am

Il lockdown ci ha costretti a lavorare anche da casa, facendo cambiare le nostre abitudini anche in fatto di lavoro e case.

Costretti ad accogliere il lavoro nell’ambiente dedicato alla nostra famiglia e vita privata, adattandoci alle nuove esigenze perché risponda a più funzioni.
«Questo particolare periodo ha portato grandi variazioni per quanto riguarda la richiesta di un nuovo design, arrivando a progettare oggetti che abbiano una comodità ed una ergonomicità ma che contemporaneamente si caratterizzino per un’estetica domestica e accogliente.
Come si sono organizzati allora gli italiani per lavorare da casa? Cercando di ricreare spazi “working friendly”, con tutto quello che può servire loro. Nel 2020, su eBay ad esempio, sono aumentati del 49% gli acquisti di prodotti per allestire in casa una postazione di lavoro: dalle tastiere e mouse, il cui acquisto nel 2020 è aumentato del 176% rispetto all’anno precedente, alle scrivanie e mobili porta PC, che hanno segnato un +85%, fino alle docking station per i laptop (+59%), toner, cartucce e carta (+51,5%), mouse, trackball e touchpad (+36,6%), stampanti e plotter (+32,8%), monitor (+31,8%) e tastiere e keypad (+25,5%). Acquisti a cui si sono dedicati per la maggior parte uomini e donne dai 45 ai 64 anni, che hanno comprato in totale 172.618 prodotti, e dai 25 ai 44 anni (121.115 prodotti), le fasce d’età più interessate dallo smart working. Proprio i primi mesi del lockdown sono stati quelli che hanno registrato il maggior aumento di vendite di questo tipo di prodotti: oltre 105.000 quelli venduti a marzo 2020 e oltre 102.000 ad aprile 2020.

Arredare casa, creando un angolo di lavoro è possibile, senza compromettere il resto dell’ambiente.