senato della repubblica

Femminicidio: Senato ha approvato istituzione di una commissione d’inchiesta

Pubblicato il 20 Gen 2017 alle 7:33am

Via libera dal Senato, praticamente all’unanimità, con 227 sì e 5 astenuti al testo che prevede di creare una commissione d’inchiesta contro il femminicidio e ogni forma di violenza di genere sulle donne. Starà in carica per un anno e sarà composta da 20 senatori. (altro…)

Banche, Renzi respinge accuse conflitto di interesse

Pubblicato il 28 Gen 2016 alle 11:17am

Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi respinge al mittente le accuse di conflitto di interesse sul salvataggio di alcune banche italiane (Cassa di Risparmio di Ferrara, Banca delle Marche, Banco Popolare dell’Etruria e del Lazio, Cassa di Risparmio della Provincia di Chieti) mosse da Forza Italia, Lega e Movimento Cinque Stelle.

E sottolinea: “Non c’è stato un singolo evento che possa giustificare le accuse di conflitto di interesse”.

La prima mozione è stata respinta dal Senato, con 178 voti contrari e 101 a favore. L’Aula del Senato ha detto “no” anche a quella presentata dal M5S, e i voti contrari sono stati 174, mentre 84 quelli a favore e 1 astenuto.

Le due mozioni hanno anche aggiunto pressione al governo Renzi accusato dai partiti di opposizione di conflitto di interesse, poiché il padre di uno dei più stretti alleati del premier, il ministro per le riforme Maria Elena Boschi, è stato vicepresidente di Banca Etruria fino a quando l’istituto non è stato messo in amministrazione straordinaria.

Il fratello del ministro aveva lavorato presso la banca stessa. Boschi ha negato le accuse di conflitto di interesse per il salvataggio delle banche ed è sopravvissuta al voto di sfiducia, lo scorso dicembre, presentato dal M5S.

Sulla vicenda delle banche il governo italiano è riuscito a raggiungere un accordo il “last minute” con la Commissione europea, per aiutare gli istituti italiani a gestire i portafogli di crediti in sofferenza.

Approvato ddl sull’omicidio stradale, fino a 12 anni di carcere e ritiro della patente per un massimo di 30 anni

Pubblicato il 21 Mag 2015 alle 8:19am

E’ stata fissata da un minimo di 8 ad un massimo di 12 anni la pena prevista per chi provoca la morte guidando in stato di ebbrezza (graduato sul tasso alcolemico: sopra 1,5 o tra 0,50 a 1,5) o sotto l’effetto di stupefacenti.

Pena che sale fino a 18 anni di reclusione nel caso in cui si determini la morte di più persone.

Pena aumentata di un terzo nel caso in cui ci sia la fuga da parte del conducente.

Oltre ad una pena accessoria della revoca della patente (che si sostanzia nell’impossibilità di ridare l’esame di guida dopo la riabilitazione) da 15 fino a un massimo di 30 anni.

Si modifica così l’attuale previsione, reclusione da 3 a 10 anni per chi cagiona la morte per colpa sotto effetto di droghe o alcol.

Questo quanto deciso dalla Commissione Giustizia del Senato, che ha approvato ieri il ddl sull’omicidio stradale.

Votato quasi all’unanimità, ma che ha visto solo Forza Italia votare contro la revoca della patente fino a un massimo di 30 anni.

Il testo, secondo il relatore Giuseppe Cucca (Pd), potrebbe arrivare in Aula già entro la prima decade di giugno.

Riforme, raggiunta intesa su Senato non elettivo. Renzi: “Politica con coraggio vince i tabù”

Pubblicato il 11 Lug 2014 alle 10:23am

Il primo passo verso le riforme è stato fatto. La commissione Affari Costituzionali del Senato ha approvato il ddl Boschi con l’emendamento nella nuova riformulazione che prevede che i senatori vengano eletti dai Consigli regionali e su base proporzionale. (altro…)

Ci si avvia verso il taglio dei parlamentari, nella bozza sono previsti 200 senatori e 480 deputati

Pubblicato il 20 Nov 2013 alle 11:36am

Il Senato sarà trasformato in Camera delle regioni. I suoi componenti saranno ridotti a 200 (rispetto agli attuali 315) e dovrebbero venire eletti insieme ai Consigli regionali. Queste sono alcune delle novità contenute in una delle ultime versioni della bozza di riforma che dovrebbe arrivare giovedì sul tavolo del CDM. (altro…)

Senato: approvata la legge contro il femminicidio

Pubblicato il 12 Ott 2013 alle 10:04am

Il Senato nella giornata di ieri, ha approvato in via definitiva le norme per combattere il femminicidio. (altro…)

Al Senato non c’è maggioranza: Camera a Bersani, Movimento 5 Stelle primo partito

Pubblicato il 26 Feb 2013 alle 10:15am

Dopo i risultati instant poll delle ore 15 di ieri che parlavano di un netto vantaggio della coalizione del centrosinistra, la situazione appare ora rovesciata. Al Senato infatti c’è caos, il centrodestra si aggiudicherebbe le regioni più pesanti per numero di senatori (Lombardia, Campania e Sicilia) ma nessuno è riuscito a conquistare una maggioranza assoluta (158 seggi), decretando pertanto una ingovernabilità. (altro…)