sensore

Diabete, impiantato a Padova il primo sensore che monitora la glicemia

Pubblicato il 09 Mar 2017 alle 9:26am

E’ stato impiantato con successo a Padova un hi-tech su pazienti diabetici, per evitare crisi ipoglicemiche.

Roche Diabetes Care ha annunciato l’arrivo in Italia di Eversense, il primo sensore per il monitoraggio continuo della glicemia impiantabile, progettato per la misurazione dei valori di glucosio fino a 90 giorni senza necessitare la sostituzione del sensore ogni settimana.

I pazienti impiantati nella prima settimana di marzo sono stati 5 .

Il nuovo sistema per la misurazione h24 dei livelli di glucosio, invia dati in modo autonomo al dispositivo mobile: allarmi, avvisi e notifiche relativi ai valori del glucosio visibili in qualsiasi momento della giornata su una semplice app.

L’installazione avviene durante una seduta ambulatoriale di pochi minuti. Il sensore viene impiantato a livello sottocutaneo sulla parte superiore del braccio, con un’incisione millimetrica. Consente di monitorare costantemente i livelli glicemici per un periodo di 90 giorni, rispetto ai 7 o 14 giorni dei sistemi non impiantabili disponibili sul mercato fino a questo momento.

Un sensore installato nel dente, avvisa se si mangia, si beve o si fuma troppo

Pubblicato il 31 Lug 2013 alle 7:16am

L’ultima invenzione, nel campo dei computer indossabili, è un sensore impiantabile in un dente, che sarà presentato a settembre a Zurigo, in occasione del prossimo International Symposium on Wearable Computers, capace di avvisare quando si compiono determinate azioni.

In pratica, si tratterebbe di un piccolo circuito, realizzato dalla National Taiwan University, impiantabile nella cavità di un dente, assemblato a protesi o dentiere, capace di riconoscere i movimenti della mascella, di distinguere se si sta bevendo, masticando, tossendo, parlando o fumando troppo, inviando tali dati allo smartphone del medico.

Attualmente, però, è solo un prototipo alimentato da una batteria esterna, collegato per mezzo di un cavetto e per questo, il lavoro successivo degli ideatori, sarà quello, di inserire una batteria interna ricaricabile e un sistema wireless di comunicazione.

Inoltre, secondo questi esperti, in futuro, tale dispositivo, potrebbe potenziare tutte quelle che sono le applicazioni sulla salute, oltre che riuscire a monitorare anche una dieta.