single

Annalisa Chirico de Il Foglio: “Salvini mi piace. Siamo amici. E’ un uomo interessante e divertente, ma mi piacciono gli uomini più attempati, come Montezemolo”

Pubblicato il 08 Nov 2018 alle 9:51am

La giornalista Annalisa Chirico, che c’è chi sostiene che sia la nuova fiamma di Matteo Salvini, ha commentato le voci di corridoio a “La Zanzara”, sulle frequenze di Radio2. “Salvini mi piace – ha detto la bellissima giornalista de il Foglio – è un uomo interessante e divertente. Anche se a me piacciono gli uomini più attempati. Come Montezemolo”. “Sono amica da tempo di Matteo Salvini. Ci vediamo spesso perché siamo vicini di casa. Dopo la giornata di lavoro è solo e a volte capita di incontrarsi, di mangiare una roba, di chiacchierare da una parte o dall’altra”.

La Chirico parla poi di come è il vicepremier nella sua vita privata: “Salvini è un ragazzo con grande intelligenza, una persona di una sensibilità, di una delicatezza d’animo rare”. “Mi piace molto la sua determinazione, quella che mette nel suo progetto politico. Ha preso la Lega al 4 e l’ha portata al 30%. Il sovranismo – conclude – non mi piace. Io sono per una società aperta, credo che l’Italia non abbia bisogno di ricette populiste. I populisti indicano i problemi reali, ma devono trovare delle soluzioni anche giuste. La Isoardi? Non ha avuto il pudore dei sentimenti, come tanti in questo periodo”.

E quando le viene chiesto se è fidanzata, la Chirico risponde: “Diciamo che non sono libera… Amica anche di Renzi? Assolutamente sì. Sono amica dei due Matteo. Ma che è, un crimine? Ma tu sei solamente amico delle persone che la pensano esattamente come te? Mica sono fidanzata con Renzi. Ma di che stiamo parlando?”. Conclude la Chirico.

“Non ho mai parlato della mia vita privata, non comincerò a farlo adesso. Non mi vergogno di aver amato. Per mio carattere, alcune cose le tengo per me, nel telefonino e nei miei ricordi. Gli italiani mi pagano lo stipendio per quello che faccio non per sapere con chi dormo”. Sottolinea il vicepremier Salvini durante l’intervista rilasciata a ‘Otto e Mezzo’ ieri sera nello studio di Lilly Gruber, a proposito della fine della sua relazione con la Isoardi. “Faccio un lavoro che per chi mi sta vicino non è sempre facile, perché a volte ci sono e molte altre no. Cerco di mettere tanto sulla qualità, perché sulla quantità non posso competere”, ha aggiunto ancora il titolare del Viminale.

Il vicepremier a ‘Pomeriggio Cinque’, rispondendo a fine intervista a una domanda fatta da Barbara D’urso sulla fine della sua love story con la sua ex compagna ha anche detto “Stasera dormo solo e senza fiori, non sono così sfigato, non sono messo così male…”. ”Se sono single? Non sono sul mercato…”. E quando la D’Urso gli ha ricordato il post notturno pubblicato su Instagram proprio il giorno dell’addio alla conduttrice de la ‘Prova del cuoco’, il segretario di via Bellerio ha così replicato: ”Una volta ogni tanto uno ha il diritto di essere un po’ abbacchiato, poi passa… E stasera andrò a dormire serenamente da solo…”. E all’insistenza della D’Urso che cercava di capire se avesse già trovato una compagna, il ministro ha replicato col sorriso ”Sono single, dove vuoi che vada…”.

Single non tristi e soli, anzi più felici di chi ha un legame

Pubblicato il 10 Ago 2016 alle 6:36am

Non tristi e soli, i single. Nè tanto meno alla disperata ricerca di un’anima gemella. Le persone single di oggi sono invece più aperte alle esperienze di quelle che hanno una vita di coppia, hanno un maggiore senso di autodeterminazione e sono più propense ad una maggiore crescita e sviluppo psicologico. A rivelarlo è la ricerca ‘Quello che nessuno ti ha mai detto sui single’, presentata in occasione del 124/esimo convegno annuale della American Psychological Association che si è appena concluso a Denver, negli States.

I single, nel nostro Paese, secondo dati Censis nel 2011 erano oltre 7 milioni.

Gli studiosi americani per giungere a tale conclusione hanno preso in esame, 814 studi precedenti, dal cui confronto è emerso che i single tendono a dare più valore al proprio lavoro, coltivano di più i rapporti familiari con genitori, fratelli, e amicizie anche con colleghi di lavoro.

Hanno, inoltre, un senso di auto-determinazione più marcato e sono più propensi a sperimentare un senso di continua crescita e sviluppo come persona.

Infine, non è vero che sono alla disperata ricerca dell’anima gemella e sognano il matrimonio a tutti i costi. Sono felici anche così, forse anche più delle persone sposate.

Vedove, secondo studio italiano sono veramente ‘allegre’: più sane e meno stressate

Pubblicato il 29 Apr 2016 alle 6:45am

Stando ai risultatti raccolti da un recente studio italiano, rimbalzati anche sulla stampa internazionale le donne sole sono le meno stressate e le più sane.

La ricerca, condotta da un team di ricercatori dell’università di Padova e dell’Istituto di neuroscienze del Cnr, pubblicata sul ‘Journal of Women’s Health’, è riuscita a mostrare che sull’analisi dei dati raccolti su 1.887 uomini e donne over 65 monitorati per 4 anni o più, le vedove sono le persone più allegre, mostrando un rischio di fragilità e depressione inferiore di circa un quarto.

Al contrario, se il lutto o la condizione di ‘singletudine’ riguarderebbe l’uomo la situazione sarebbe invece al contrario: i maschi soli stanno peggio rispetto a quelli sposati.

Una condizione questa che sottolinea come “mentre per l’uomo avere accanto una compagna significa poter contare su qualcuno che si prende cura di lui in casa e sotto l’aspetto salutistico – spiega Caterina Trevisan, dell’ateneo padovano – le donne sposate al contrario hanno più probabilità di vivere una situazione stressante, restrittiva e frustrante”.

“I nostri risultati – osserva la ricercatrice – contrastano in parte con quelli di lavori precedenti che indicano un effetto lieve, ma comunque protettivo, del matrimonio su mortalità, stato di salute e pericolo depressione, nelle donne come negli uomini. Tuttavia studi sociologici hanno già suggerito che il non essere sposati è una condizione più svantaggiosa per i maschi rispetto alle femmine, e che all’opposto il matrimonio protegge più gli uomini delle donne”.

Inoltre, spiega la Trevisan anche che le donne sole hanno una maggiore probabilità di soddisfazioni e alte performance sul lavoro e un minor rischio di isolamento sociale, per una maggiore capacità di mantenere i rapporti con parenti e amici, e molte volte per un livello di istruzione più alto e uno stato socio-economico migliore.

Il matrimonio permette di vivere più a lungo

Pubblicato il 15 Gen 2013 alle 9:00am

Il matrimonio permetterebbe di vivere più a lungo. Lo dice uno studio di Ilene Siegler della Duke University Medical Center e pubblicato su Annals of Behavioural Medicine.

La ricerca è stata condotta su 4800 individui per diversi anni. E’ emerso che i single o i divorziati avrebbero un rischio doppio di morire tra i 40 e i 50 anni, senza arrivare alla vecchiaia, rispetto a coloro che sono sposati.

Secondo la ricerca, il matrimonio garantirebbe un sostegno fisico e psicologico che porta dei benefici in termini di salute.

Epifania all’estero: i single volano verso l’Africa

Pubblicato il 05 Gen 2013 alle 11:30am

Domani è l’Epifania e, nonostante la crisi economica, sono molti coloro che si sono messi in viaggio. A partire sono stati soprattutto i single che hanno preso il volo verso mete esostiche. Ciò è quanto emerge da un recente sondaggio che ha interessato i clienti di Speed Vacanze, il tour operator specializzato nel settore dela vacanze per single.

I dati rivelano che la meta più gettonata è il Kenya, con il 31% delle preferenze. A seguire il Zanzibar con il 28% de consensi e la Thailandia con il 19%. Buoni risultati anche per Sharm el Sheik che ottiene l’11%.

Monopoli: sposo dice no sull’altare, la sposa lo tradisce con il testimone

Pubblicato il 22 Set 2011 alle 8:25am

Il matrimonio dovrebbe rappresentare il giorno più bello per gli sposi, ma qualche volta può rivelarisi un vero incubo. (altro…)

Cupid Cabbie, ovvero come s’incontra l’anima gemella ‘in the city’

Pubblicato il 29 Apr 2011 alle 8:00am

Non poteva non accadere se non a New York. I single che affollano le strade della Grande Mela, troppo occupati dall’incessante ritmo lavorativo che li opprime quotidianamente, hanno deciso di affidarsi a lui: Ahmed Ibrahim, per trovare l’amore. (altro…)