SkyUno

Masterchef, a guidare gli aspiranti chef Antonino Cannavacciuolo. Ogni Giovedì su Skyuno

Pubblicato il 19 Dic 2015 alle 5:43am

Carlo Cracco, Joe Bastianich e Bruno Barbieri hanno dato il via alla quinta edizione di Masterchef targata Sky.

A guidare gli aspiranti chef ci sarà anche Antonino Cannavacciuolo, due stelle Michelin e conduttore di ‘Cucine da incubo’.

Nella prima puntata Cannavacciulo ha dovuto giudicare 150 cuochi amatoriali, uomini e donne di tutte le età e professioni: assistenti sociali, farmacisti, agricoltori, c’è anche una sindacalista.

I candidati che si sono presentati sono 18mila ma solo 20 potranno essere scelti per partecipare al programma e sfidarsi tra loro a colpi di ricette. In palio il titolo di quinto MasterChef d’Italia, 100mila euro in gettoni d’oro e l’opportunità di pubblicare un libro di ricette originali edito da Baldini&Castoldi.

Intanto, però, è partito l’hashtag #havintomasterchef con cui i fan potranno nominare un vincitore immaginario.

L’appuntamento è tutti i giovedì alle 21.10 su SkyUno oppure in diretta streaming su SkyGo per i dispositivi iOS, Android e Windows Phone.

Lorenzo Jovanotti, “Gli Immortali” un film su SkyUno dal 4 dicembre 2015

Pubblicato il 06 Nov 2015 alle 1:10pm

Nato da un’idea di Lorenzo Jovanotti Cherubini, Gli immortali diventa “un filmino”, un racconto per immagini legato alla grande emozione collettiva legata al suo concerto.

In cui un gruppo di persone senza conoscersi e senza avere apparenti tratti comuni, si ritrovano a condividere insieme lo stesso momento di immortalità.

Prodotto da SoleLuna in collaborazione con Red Bull, il film per la regia di Michele Truglio andrà in onda su SkyUno dal prossimo 4 dicembre.

Gli immortali, non un semplice video di immagini dello show che ha dominato l’estate 2015, ma un’idea per raccontare qualcosa di più profondo ed inedito, mettendo al centro l’uomo, protagonista assoluto in tutta l’opera di Lorenzo Jovanotti.

Ovvero, sei storie, sei viaggi diversi per arrivare sino a San Siro, il 26 giugno 2015.

“Era natale. – racconta Lorenzo- Pensavo allo spettacolo negli stadi, ai mille dettagli che lo compongono. E’ venuto a trovarmi Michele Truglio, un amico e un regista con cui ho condiviso tanti momenti, anche quell’incredibile Fantastico con Pippo Baudo. Più chiacchieravamo e più prendeva forma questo senso di gratitudine che ho nei confronti di quel pubblico che mi segue, che è diventato un popolo numerosissimo, ma un popolo di persone, ognuna con la sua vita e la sua storia. Cercavo di metter insieme le facce, i nomi, le vite. Ho iniziato a pensare che erano proprio loro Gli immortali, o meglio, “quegli immortali” della canzone che avrei cantato alla fine del concerto.

E il film comincia proprio così, dalla parte finale del concerto. Lui che è sul palco e saluta, ringrazia il pubblico presente con l’ultimo pezzo ‘Gli Immortali’ mentre la camera inquadra i volti di alcune persone.

Persone diverse tra loro ma accomunate dallo stesso destino e dalla stessa passione. Il nastro si riavvolge, va indietro nel tempo. Inizia il racconto di giorni, ore e chilometri che porteranno le vite di quelle persone ad incontrarsi. Le vite di protagonisti incentrate nei giorni che precedono il concerto, l’attesa, il viaggio, i loro pensieri, le loro facce, quello che fanno nel quotidiano fino a quando le loro strade non si incroceranno allo stadio San Siro di Milano, il 26 giugno, in occasione della grande festa con Jovanotti.

“Non c’è vita che almeno per un attimo non sia stata immortale”, diceva il celebre verso della poetessa Nobel Wislawa Szymborska . E forse è proprio questo il senso di questa canzone che arriva alla fine dello spettacolo che ha fatto impazzire centinaia di migliaia di spettatori di “Lorenzo negli stadi 2015”. E’ la sensazione che in quell’attimo, con il mantello da supereroe, ci siamo sentiti tutti quanti un po’ immortali.

Le storie sono 6, quasi una per ogni centomila di quelle che hanno visto il concerto di Lorenzo. C’è una famiglia di Taranto, c’è un fan storico che segue il cantautore da quando era un giovane dj nei locali di Roma e che oggi con la sua band esegue i suoi pezzi. C’è Giovanni, la sua avventura fa commuovere e dà coraggio, e c’è Tony Cairoli, 8 volte campione del mondo di motocross. C’è Carolina alle prese con l’esame di maturità la mattina stessa del concerto, e c’è Ed, che gira per i bar e i locali con una chitarra in mano e scrive canzoni, e c’è Lorenzo, quello che canta, il nostro Jovanotti.

GLI IMMORTALI è un film che ti tiene attaccato allo schermo. Ricco di emozione, di divertimento, poesia. Un omaggio che Lorenzo fa alla sua gente ma è anche il racconto inedito della preparazione di mesi dello show che il cantautore prepara tra Italia e Stati Uniti. Un processo in cui ogni dettaglio che viene curato in maniera scrupolosa, in cui ogni piccolo ingranaggio trova la sua collocazione perfetta all’interno di una macchina efficiente e maestosa. Dalla realizzazione dei visual da proiettare sul maxischermo all’arrangiamento dei pezzi. Dalla progettazione del palco ai vestiti da indossare. Così, mentre il concerto prende forma a chilometri di distanza, scorrono le vite dei nostri protagonisti che preparano e cercano l’attimo in cui saranno loro stessi “IMMORTALI”.

In attesa della messa in onda, Red Bull lancia una speciale “call to action”: al raggiungimento di 13.000 tweet con hashtag #immortaaali su www.redbull.com/immortaaali sarà reso disponibile un contenuto esclusivo legato al film .

Per maggiori informazioni www.redbull.com/immortaaali

Masterchef: Striscia svela il vincitore, Sky replica “la vicenda finisce in tribunale”

Pubblicato il 04 Mar 2015 alle 12:36pm

La trasmissione Masterchef è registrata, pertanto, la finale che andrà in onda in prima serata su SkyUno giovedì sera, 5 marzo, non è in diretta. Autori e protagonisti sanno già “chi ha vinto”. (altro…)