Sla

Sla, risultati positivi dalle cellule staminali

Pubblicato il 21 Set 2015 alle 6:20am

Positivi sono stati i risultati dei primi 18 trapianti di cellule staminali cerebrali su malati di sclerosi laterale amiotrofica (Sla) nell’ambito della sperimentazione condotta dal professor Angelo Vescovi.

Sicurezza del trattamento e in 3 pazienti con un certificato beneficio neurologico.

Nel 2016 al via la fase 2 su 70 pazienti. La prima sperimentazione voleva dimostrare la sicurezza del trattamento, che si basa sul trapianto di cellule staminali cerebrali umane prelevate da feti abortiti spontaneamente.

Ebbene si tratta di una sperimentazione all’avanguardia nell’ambito delle terapie definite avanzate con l’uso di cellule staminali, condotta secondo la normativa internazionale e in accordo con le regole EMA (European Medicine Agency), con cellule prodotte secondo lo stretto regime GMP (Good Manufacturing Practice) certificate dall’Agenzia italiana del farmaco (Aifa).

I risultati, di tale studio sono stati definiti all’ANSA dal responsabile della sperimentazione clinica Angelo Vescovi, professore di biologia cellulare all’università Bicocca di Milano e direttore scientifico dell’IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza di San Pio, come ”eccellenti. Tuttavia è ancora presto per poter parlare di una ‘cura’ contro la Sla in quanto occorrono ulteriori conferme, che si auspica arriveranno presto con la fase II della sperimentazione.

Sla, importante scoperta grazie alla campagna benefica delle secchiate di ghiaccio

Pubblicato il 20 Ago 2015 alle 11:12am

L’iniziativa benefica delle secchiate ‘Ice Bucket Challenge’, lanciata nel 2014, ha prodotto i suoi primi effetti positivi nell’ambito della ricerca sulla sclerosi laterale amiotrofica. (altro…)

A San Foca il primo stabilimento balneare per malati di Sla

Pubblicato il 04 Ago 2015 alle 11:54am

A San Foca in Puglia arriva il primo stabilimento balneare per bagnanti con malattie neuromotorie. (altro…)

Miss Europe Continental 2015, 3^ edizione: solidarietà e bellezza, in scena a Paestum 1-5 settembre, madrina d’eccezione l’attrice Emanuela Tittocchia

Pubblicato il 08 Lug 2015 alle 1:18pm

Dal 1 al 5 settembre nella splendida cornice della Valle dei Tempi di Paestum (Sa), andrà in scena, per il terzo anno consecutivo, il tradizionale appuntamento con Miss Europe Continental, ideato e diretto dal patron Alberto Cerqua, giovane imprenditore campano.

Un concorso di bellezza che in breve tempo ha saputo farsi strada e salire alla ribalta del pubblico e dei media.

Un concorso che vede coinvolte concorrenti provenienti da Albania, Kossovo, Macedonia, Belgio, Malta, Romania, Serbia, Ungheria, Montenegro e Italia, 104 ragazze selezionate in finale dove potranno sfidarsi a colpi di glamour e bellezza.

L’idea è quella di far crescere sempre più, il numero dei paesi in gara, ma per il momento siamo soddisfatti del risultato ottenuto“, spiega il direttore artistico Steven Torrisi che per le finali e la finalissima di Paestum ha in mente anche spettacolo, danza e moda ispirati a costumi tradizionali.

Il format di quest’anno è innovativo a partire dallo staff – promette il patron, Alberto Cerqua – e la location degli scavi di Paestum sarà all’altezza della Reggia di Caserta dove si è svolta la finalissima 2014. Un grazie particolare va ai tanti sponsor che sostengono il progetto come Teodolinda Quintieri, stilista di alta moda e gioielli, che ha realizzato delle splendide corone. Anche quest’anno cercheremo di offrire serie opportunità di lavoro alle ragazze che si classificheranno, a partire dal contratto di 1 anno nella moda per la miss vincitrice, ma anche a tutte le altre. Uno degli obiettivi principali è che gli introiti delle serate andranno in parte all’associazione Viva la vita Onlus che unisce i familiari e i malati di SLA per la ricerca e le cure contro la malattia. Conosciamo le persone che la gestiscono e sappiamo come lavorano e che i soldi che doneremo saranno utilizzati al meglio”. Madrina d’eccezione Emanuela Tittocchia , attrice e presentatrice, che anche quest’anno presenterà la finale perché, spiega, “Grazie a Miss Europe Continental ho avuto la possibilità di toccare certi palchi e certe atmosfere. L’anno scorso si è creata una magia pura che speriamo si ripeta. Conosco bene lo staff e ho deciso di partecipare per l’impegno e la serietà dell’iniziativa. Ciò che è stato promesso alle ragazze l’anno scorso infatti si è poi avverato”.

Viva la Vita Onlus è un’associazione laica atta a fornire assistenza domiciliare nelle attività di formazione e informazione sulla SLA. Servizi a carattere nazionale, regionale e locale: attività di informazione e orientamento, progettazione di modelli assistenziali e consulenze tecniche su tutto il territorio nazionale; attività di formazione e servizi di intervento territoriale sulla Regione Lazio.

Sla, scoperto il meccanismo che la genera

Pubblicato il 18 Feb 2015 alle 7:08am

Un’importante scoperta arriva sul fronte della ricerca e della lotta alla SLA, sclerosi laterale amiotrofica. (altro…)

Molinette progetto pilota per i malati di Sla, telemedicina

Pubblicato il 19 Nov 2014 alle 7:04am

Parte per la prima volta in Italia un progetto promosso dalla Regione Piemonte, che ha appena deliberato il rinnovo dei finanziamenti per il 2015. (altro…)

Sla: con l’Ice Bucket Challenge raccolti 2.4 milioni di euro

Pubblicato il 29 Set 2014 alle 5:44pm

Grazie alla doccia gelata Ice Bucket Challenge a cui hanno aderito molti volti noti e non, a favore della lotta contro la SLA, sono stati raccolti fondi a livello mondiale per 2,4 milioni di euro. (altro…)

SLA: Regione Lazio risponde con interventi mirati all’appello #IceBucketChallenge, tra cui 5,5 milioni di euro

Pubblicato il 30 Ago 2014 alle 11:56am

La Regione Lazio risponde positivamente all’appello #IceBucketChallengecon un piano per migliorare le condizioni di vita delle persone affette dalla malattie e delle loro famiglie. (altro…)

Sla: oltre all’Ice Bucket Challenge, dal Cnr scoperta diagnostica precoce

Pubblicato il 26 Ago 2014 alle 3:02pm

E mentre impazza sul web l’Ice Bucket Challenge, la campagna per la ricerca contro la Sla, un gruppo di ricercatori italiani ha dimostrato, per la prima volta, che è possibile diagnosticare precocemente la malattia. (altro…)

Ice Bucket Challenge continua, gavettone anti-Sla anche per la politica italiana

Pubblicato il 23 Ago 2014 alle 3:03pm

Dopo la morte Corey Griffin, co-fondatore dell’iniziativa annegato in Massachusetts, le ‘secchiate’ rimbalzano da una parte all’altra del web, crescendo a dismusura. (altro…)