smettere di fumare

Avete mai provato a smettere di fumare? Ecco come fare

Pubblicato il 16 Ago 2019 alle 8:28am

Chi decide di smettere di fumare si trova sempre ad affrontare un importante momento di cambiamento; spegnere l’ultima sigaretta non è facile per nessuno, e ci vuole tanta buona volontà. Ma ci sono dei rimedi validi per farlo. Dopo vediamo come… (altro…)

«Butta quella sigaretta!»: i consigli degli esperti per convincere gli adolescenti a smettere di fumare

Pubblicato il 03 Gen 2019 alle 6:53am

L’Istituto Superiore di Sanità ha lanciato l’allarme nel suo ultimo rapporto a maggio scorso: svelando che metà dei minorenni italiani ha almeno provato a fumare e uno su dieci è un tabagista abituale. Molti iniziano già dalle scuole medie, convinti di poter smettere quando vogliono. Stretti tra divieti, minacce e spiegazioni sui danni per la salute, i genitori faticano a trovare una soluzione. (altro…)

Un test del sangue o della saliva sarà in grado di indicare la strada per dire addio al fumo

Pubblicato il 18 Ott 2018 alle 7:54am

Un test sulla saliva o del sangue per “cronometrare” il metabolismo della nicotina nell’organismo potrebbe aiutare a individuare la strategia più giusta per dire addio al fumo.

Grazie ad uno studio condotto su oltre cento fumatori italiani per la prima volta in assoluto, si scopre che gli individui con un metabolismo della nicotina più rapido hanno un minor rischio di dipendenza rispetto ai fumatori con metabolismo più lento, nonostante le abitudini al fumo siano le stesse.

Ecco dunque che il primo studio italiano sulla correlazione fra la velocità del metabolismo della nicotina e il grado di dipendenza dal fumo, condotto dell’Azienda Ospedaliero Universitaria di Pisa e presentato in occasione del XIX Congresso Nazionale della Società Italiana di Pneumologia (SIP) a Venezia, apre la strada in un prossimo futuro, a strategie mirate, addirittura su misura, individuate con semplici test che misurino quanto rapidamente l’organismo sia in grado di smaltire la nicotina.

I dati preliminari, in controtendenza rispetto a quanto noto a oggi, indicano infatti che i fumatori con un metabolismo lento della nicotina hanno una maggiore dipendenza dal fumo, tendono ad accorciare i tempi fra una “bionda” e l’altra, hanno bisogno di più sigarette per soddisfare il desiderio di fumare. Per questi soggetti potrebbe perciò essere indicato un trattamento che fornisca dosi costanti di nicotina, per esempio in cerotto, in modo da ridurre il desiderio della sostanza e facilitare la disassuefazione.

“Purtroppo smettere di fumare è ancora molto difficile: la maggior parte dei fumatori non riesce a farlo da sé e anche con l’aiuto di trattamenti integrati, dal counseling ai farmaci, tanto che le percentuali di individui ancora in astinenza a 3, 6 e 12 mesi dall’ultima sigaretta sono basse, pari rispettivamente al 32%, 21% e 14% – afferma Stefano Nardini, presidente della SIP -. Nel complesso, il tentativo di smettere di fumare fallisce nell’80% dei casi; a oggi inoltre non esistono indicazioni su quale farmaco sia da considerarsi più efficace, né è chiaro quali fumatori possano trarre maggiori benefici da uno o dall’altro trattamento. Lo studio della velocità di smaltimento della nicotina attraverso un test sul sangue o sulla saliva potrebbe rivelarsi perciò un metodo relativamente semplice per individuare coloro per i quali è più difficile smettere a causa di una dipendenza più marcata, così da intervenire in maniera più incisiva”.

Secondo i dati diffusi dall’Organizzazione mondiale della sanità, ogni anno perdono la vita oltre 7 milioni di persone per i danni causati dal fumo e di queste circa 890mila vittime sono non fumatori esposti al fumo passivo. Il fumo attivo rappresenta in Italia la principale causa di mortalità prevenibile: le stime parlano di oltre 70mila decessi ogni anno, di cui il 25% riguarda individui di età compresa tra 35 e 65 anni.

Lo sport aiuta a smettere di fumare, parola di esperti

Pubblicato il 21 Dic 2017 alle 8:49am

Un recente studio condotto su animali mostra che l’attività fisica aiuta a sconfiggere la dipendenza dalla nicotina e la sensazione di crisi d’astinenza tipica di quando si tenta di smettere di fumare. (altro…)

Come smettere di fumare con la Citisina, in soli 5 giorni

Pubblicato il 04 Nov 2017 alle 6:32am

Esiste un rimedio naturale che pochi conoscono ma che è stato recentemente validato da numerosi test scientifici in quanto efficace nello smettere di fumare. Si tratta di una molecola denominata citisina che può anche essere preparata dal proprio farmacista. I risultati ottenuti sui soggetti fumatori sembrano essere molto entusiasmanti. Il farmaco, però, non è esente da effetti collaterali, tant’è che deve essere prescritto dal medico di base. Ecco tutto ciò che c’è da sapere sulla citisina. (altro…)

Come smettere di fumare con rimedi naturali

Pubblicato il 01 Nov 2016 alle 6:18am

Se volete smettere di fumare, esistono dei rimedi naturali a base di erbe, e delle piccole astuzie per dire no alla sigaretta.

A tavola, ad esempio, come prima cosa dovete eliminare gli alimenti che “accendono” il desiderio di fumare. Abolire caffè, alcolici e carne rossa. Cibi grassi e dolciumi che stimolano il desiderio di fumare, di nicotina.

E per questo è opportuno puntare su agrumi, latte freddo, yogurt magro, verdure, carote, cetrioli, sedano, zucchine e melanzane.

Tenere la mente e la bocca occupata è la cosa fondamentale. Sì dunque ad una lettura, ad una piacevole compagnia, ad una caramella o una gomma da masticare.

E ancora, erbe officiali, tecniche di rilassamento, come ad esempio l’agopuntura.

Il ginseng ad esempio regola il livello di dopamina nell’organismo, sostituendosi alla sigaretta. Per questo motivo, potete assumerlo senza troppe complicazioni – a eccezione dei casi di palese allergia – per coadiuvare il superamento della dipendenza. Molto utile anche la liquirizia, che potete assumere quando avete la voglia di accendervi una sigaretta: il forte sapore e la persistenza del gusto in bocca aiuteranno a superare i momenti di crisi.

La liquirizia è però controindicata per chi ha problemi di pressione alta, perché la innalza, e per chi ha problemi di ritenzione idrica, perché a grandi dosi può favorire la pelle a buccia d’arancia.

Non in ultimo, da tempo, è consigliata anche la ipnosi come metodo naturale per dire no al fumo. Nel 2000, infatti, la Cochrane Collaboration ha effettuato uno studio di lungo termine per scoprire se l’ipnosi fosse davvero efficace, con risultati del tutto sorprendenti: del campione di pazienti fumatori, a 12 mesi dal trattamento il 60% ha effettivamente smesso di fumare.

Dalla saggezza popolare e dalla medicina orientale proviene invece l’agopuntura: la stimolazione di alcune parti del corpo con gli aghi. Sembra, infatti, che sia in grado di ridurre istantaneamente la voglia di accendersi una bionda.

Molto consigliata anche l’acqua, è il migliore alleato di chi vuole spegnere per sempre la sigaretta. Bere molta acqua, facilita infatti l’eliminazione dal corpo della nicotina attraverso l’urina e di conseguenza aiuta anche la disintossicazione.

In generale si consiglia di bere almeno 2 litri di acqua al giorno e di portare sempre con sé una bottiglietta d’acqua: quando sale la voglia di fumare, se si beve un ricco sorso, si permette al liquido di stazionare qualche minuto in bocca, cosa che allontana il desiderio del tabacco.

Menta, eucalipto e propoli, aiutano invece contro il mal di gola e la tosse. Perché il corpo privato dalla nicotina, si purifica espellendo tossine e catarro accumulato negli anni. Inoltre, il fumo è dannoso anche per i batteri della bocca, quindi impigrisce le mucose irritando così la gola.

L’eucalipto per la tosse è efficace sia per inalazione che in gel da spalmare sul petto. La menta, invece, aiuta ad alleviare i fastidi di tonsille e palato. E per trattamenti più forti, la propoli delle api in formato in spray può essere un valido alleato contro il mal di gola.

Ue, arriva iCoach: l’app gratuita che aiuta a smettere di fumare

Pubblicato il 27 Mag 2015 alle 6:30am

Grazie a un’app tanti fumatori potranno ora dire finalmente addio al vizio del fumo. (altro…)

Più frutta e verdura per chi ha deciso di smettere di fumare

Pubblicato il 12 Giu 2012 alle 8:13am

Per chi ha deciso di smettere di fumare un aiuto concreto arriva dalla dieta. Secondo uno studio condotto dall’Università di Buffalo sarebbe opportuno un consumo maggiore di frutta e verdura potrebbe servire a far dire addio alle sigarette. (altro…)

Da cerotti a gomme alla nicotina: non fanno smettere per sempre di fumare

Pubblicato il 12 Gen 2012 alle 11:23am

Cerotti, inalatori, gomme e spray nasali alla nicotina aiutano a smettere di fumare, ma non per sempre. (altro…)

Si smette di fumare anche con lo psicologo digitale

Pubblicato il 20 Set 2011 alle 7:30am

C’è molta proccupazione per l’aumento della dipendenza da tabacco, soprattutto tra i giovani della fascia di età compresa tra i 25 e i 34 anni, che in Europa conta circa 28 milioni di persone. (altro…)