Società italiana di psichiatria

Depressione, come riconoscerla e curarla. I 10 consigli degli esperti

Pubblicato il 13 Nov 2016 alle 6:47am

Depressione, ansia e attacchi di panico saranno i mali principali del nuovo secolo. Sempre più persone ne soffrono e ne soffriranno con il rischio di cronicizzare del tutto la situazione. A tal proposito, Claudio Mencacci, presidente della società italiana di psichiatria stila un vero e proprio decalogo con 10 regole, una guida per riconoscerla e affrontarla al meglio:

1) Abbreviare i tempi della diagnosi. Dai primi sintomi all’inizio delle terapie passano in media due anni per avere una diagnosi precisa, pertanto sono già troppi.

2) Migliorare la formazione dei medici. Non solo degli specialisti, ma anche di medici di medicina generale e di ogni altra specialità medica che potrebbero intercettare efficacemente i sintomi.

3) Informare e informarsi. Conoscere la depressione aiuta a prendere coscienza di avere un problema e pertanto avere la forza di chiedere aiuto.

4) Intercettare e prevenire lo stigma. Bisogna identificare contesti e situazioni in cui potrebbe esistere una difficoltà a parlare del proprio problema.

5) Curarsi bene. In funzione dei propri bisogni o della gravità della patologia.

6) Non interrompere mai le cure. E, soprattutto, mai ricorrere al ‘fai da te’.

7) Seguire uno stile di vita sano. Dalla corretta alimentazione alla pratica regolare di attività fisica, limitando lo stress e tutto ciò che altera la propria serenità.

8) Prestare attenzione ai segnali d’allarme. Perdita di interesse o di piacere per le cose di tutti i giorni, ma anche cali di concentrazione, attenzione e memoria di lavoro.

9) Non trascurare qualità e quantità del sonno. Diversi studi scientifici hanno dimostrato che esiste una stretta relazione fra depressione, insonnia e attivazione di fenomeni infiammatori che sono alla base della comparsa di differenti patologie tra cui diabete, ipertensione, depressione, fibromialgia.

10) Confidarsi e parlarne, informare le persone care.

Società italiana Psichiatria, in 10 anni, ridotto il personale del 50% nei Dipartimenti di Salute Mentale

Pubblicato il 02 Dic 2013 alle 7:03am

Secondo un’indagine condotta dalla Società italiana di psichiatria a (Sip), presentata a Firenze nel corso di un convegno, sono diminuite del 50% in dieci anni, le risorse umane impegnate all’assistenza e alla cura dei malati psichiatrici, rispetto al milione e 200mila di italiani, in cura nei centri di salute mentale. (altro…)