solari

Solari ecosostenibili, le novità dell’estate 2019

Pubblicato il 01 Lug 2019 alle 6:45am

La composizione delle creme solari sta cambiando radicalmente in nome di un maggiore rispetto per l’ambiente e una maggior difesa della nostra epidermide. Scegliere gli schermi solari protettivi per sé e la propria famiglia può prevedere la considerazione di nuovi aspetti.

Nascono infatti i primi filtri protettivi che rispettano gli ambienti acquatici e le creme ‘green’, anche in nome dello stile di vita ‘less is more’ che contagia Millennials e Generazione Z europei che preferiscono i prodotti di bellezza ‘clean’ (puliti, privi di sostanze chimiche e con liste di ingredienti ridotte al massimo a 10 sostanze). Anche grazie alle vendite dirette online, inoltre, si fanno strada brand locali che fanno concorrenza alle multinazionali specializzate in filtri solari.

Cambia poi, anche il modo con cui ci esponiamo al sole, supportati dalla tecnologia e dagli studi in ambito ambientale che permettono di predire quanti raggi ultravioletti aspettarsi nel corso della giornata, il livello di inquinamento, il tasso di umidità e la presenza di pollini. E’ infatti frutto del Technology Incubator di L’Oreal il primo sensore di protezione solare indossabile e senza batterie (La Roche Posay My Skin Track UV, in vendita negli Apple store e in internet) che monitora i raggi UV, l’inquinamento, l’umidità e i pollini. In formato mini, si aggancia con una clip a vestiti e accessori.

Ma fra le principali novità di quest’anno, estate 2019 in chiave indie arrivano i nuovi prodotti solari realizzati in un piccolo stabilimento nella foresta di Bregenz, di Susanne Kaufmann. Precisano i responsabili della società: “Sono prodotti in formato da viaggio, imbottigliati, sigillati e confezionati a mano e contengono ingredienti vegetali da coltivazioni provenienti dalla stessa foresta. Privi di ingredienti attivi chimici, solventi o emulsionanti e tutti i conservanti sono di derivazione botanica”.

Anche l’italiana la filosofia per i solari 2019 è green ed eco e quelli Water Soul Eco Sun Cream SPF30 hanno formule in cui le dosi di schermi sono ridotte del 30% per minimizzare l’impatto sull’ambiente acquatico, mantenendo così, comunque, inalterati i livelli di protezione dai raggi solari dannosi e ultravioletti. Anche il packaging è altamente riciclabile.

E fra le novità ‘verdi’ si segnalano anche i nuovi filtri protettivi di Beautech Collagenium PlaySun con ingredienti naturali che intensificano l’abbronzatura, come zucchero di canna, caramello e beta-carotene, insieme a sostanze anti-inquinamento ricavate dalle alghe e siliconi ‘alternativi’ del tutto naturali perché in realtà ricavati dalle frazioni insaponificabili dell’olio di oliva.

Confermano invece il loro successo, le acque e gli spray protettivi e rinfrescanti come quelli di Vichy Ideal Soleil, migliorati ulteriormente rispetto alla passata stagione estiva.

Mediterranea Sun si arricchisce poi di un nuovo prodotto, lo Spray Invisibile Corpo SPF 50+ che forma un film protettivo e invisibile sulla pelle, resistente all’acqua e che non lascia residui sulla pelle grazie a una texture asciutta e non grassa (Olio di crusca di riso e olio di Argan tra i suoi ingredienti). Anthelios Shaka Fluido è la novità La Roche Posay resistente all’acqua, alla sabbia e al sudore. La formula è con i polimeri “intelligenti” della tecnologia brevettata Intelimer. Shiseido, brand pioniere del colorito sunkissed ha sviluppato una linea che protegge dai raggi nocivi del sole non solo al mare ma anche durante lo sport.

Insomma ce ne è davvero per tutti i gusti e tutte le tasche.

I consigli per un’abbronzatura perfetta

Pubblicato il 25 Apr 2011 alle 8:37am

Per ottenere un’abbronzatura perfetta, seguite alcuni semplici ma basilari consigli. (altro…)