stress ossidativo

Omega 3 per chi fa sport, riducono infortuni e migliorano performance

Pubblicato il 01 Dic 2019 alle 7:31am

Se volete migliorare la vostra performance, facendo attività fisica, i tempi di recupero e ridurre anche il rischio infortuni, ecco cosa dovete fare! Assumere omega 3, degli acidi grassi polinsaturi, considerati essenziali perché il nostro organismo che da solo non li sintetizza e vanno quindi aggiunti attraverso l’alimentazione.

“Grazie al loro effetto antinfiammatorio a livello di tessuti e articolazioni sono particolarmente utili per chi fa sport”, sottolinea la dottoressa Jessica Falcone, biologa nutrizionista presso l’IRCCS Ospedale San Raffaele Turro e RAF First Clinic di Milano.

Gli omega 3, inoltre, riducono i livelli di cortisolo, il cosiddetto ormone dello stress, che viene prodotto non solo durante i periodi di particolare tensione emotiva e psichica, ma anche dopo uno sforzo fisico. “A livello cognitivo gli omega 3 migliorano la concentrazione, la memoria e la qualità del sonno e riducono l’ansia. Dopo l’attività fisica svolgono una funzione riequilibrante, abbassando i tempi di recupero”, spiega ancora dottoressa Falcone.

Ma dove si trovano gli omega 3? “Una buona fonte di questi grassi polinsaturi è sicuramente il pesce azzurro come sardine, aringhe, alici, sgombri e salmone, ma anche la frutta secca (mandorle, noci, nocciole…) e i semi oleaginosi (di sesamo, di girasole, di zucca, di lino…), alcune alghe e l’avocado”. Quindi anche chi segue una dieta vegetariana o vegana può assumere omega 3 dalla frutta secca o dai semi. E se la dieta è bilanciata e non si eccede con lo sport, l’apporto dato da una alimentazione equilibrata è sostanzialmente sufficiente.

In altri casi, si può ricorrere ad integratori alimentari che li contengono.

Inoltre, anche se non si è sportivi, questi grassi polinsaturi sono efficaci per abbassare la pressione sanguigna, i trigliceridi e il colesterolo nel sangue e quindi il rischio cardiovascolare, e di diabete.

Alimentazione, scoperto il ‘ticchettio’ che causa l’invecchiamento

Pubblicato il 12 Ago 2017 alle 5:16am

Scoperta la causa dell’orologio biologico che scandisce il ritmo dell’invecchiamento. La colpa sarebbe da attribuire ad un meccanismo molecolare in grado di agire in modo diverso in organi diversi e, funzionare al meglio, con una dieta povera di grassi e calorie. (altro…)

Mangiare pasta con pomodoro, cipolle, olio d’oliva e aglio protegge il cuore da stress e infarti

Pubblicato il 20 Nov 2013 alle 10:00am

Dalla Spagna arriva una bella notizia per tutti coloro che amano la pasta al sugo. Sì perché secondo una ricerca condotta dall’Università di Barcellona, il soffritto di pomodoro, con cipolle, olio d’oliva e aglio conterrebbe preziosi antiossidanti in grado di proteggere il cuore da stress e infarti. (altro…)

Artrosi: un aiuto da frutta, verdura e tè verde

Pubblicato il 21 Mag 2013 alle 12:52pm

Da uno studio, condotto da ricercatori canadesi e danesi è emerso che è possibile combattere l’artrosi con uno stile di vita sano. (altro…)

I rifiuti elettronici sono dannosi per la salute

Pubblicato il 04 Giu 2011 alle 9:05am

I rifiuti elettronici possono causare un’infiammazione delle vie respiratorie, generare stress ossidativo e danneggiare il Dna delle cellule dei polmoni: pertanto, possono essere considerati dei potenziali cancerogeni.

A dimostrarlo è uno studio apparso sulla rivista Environmental Research Letters in cui sono stati analizzati gli effetti dannosi provocati sulle cellule dell’epitelio respiratorio umano, dai materiali che costituiscono le «carcasse» di computer, televisioni, stampanti, cellulari e altri apparecchi elettronici.

Sembra che coltivando le cellule in un terreno in cui erano presenti i componenti solubili dei rifiuti elettronici i ricercatori hanno osservato un aumento dei livelli di interleuchina-8 – fattore chiave nei processi infiammatori – di specie reattive dell’ossigeno – capaci di danneggiare le strutture cellulari – e di p53 – proteina attivata dai danni al Dna, responsabile di diversi processi coinvolti nello sviluppo di neoplasie.

Sia l’infiammazione che lo stress ossidativo possono causare danni al Dna e conseguentemente indurre lo sviluppo di tumori, ma non solo…

Essi sono causa anche di altre patologie, come le malattie cardiovascolari.

Le discariche elettroniche poste all’aria aperta dovrebbero essere vietate, e chi ci lavora a stretto contatto, dovrebbe essere adeguatamente protetto.

Inoltre, per la produzione degli apparecchi elettronici dovrebbero essere utilizzati materiali più sostenibili dal punto di vista ecologico e per la salute umana.

Kiwi: è il frutto più salutare

Pubblicato il 18 Mag 2011 alle 9:46am

I kiwi sono tra i frutti più salutari. A rivelarlo una ricerca giapponese pubblicata dal Biological And Pharmaceutical Bulletin, secondo cui contengono antiossidanti superiori agli agrumi. (altro…)