successi

Duran Duran, unica data italiana il 31 agosto all’Home Festival

Pubblicato il 11 Mag 2017 alle 8:29am

L’ottava edizione dell’Home Festival, che si celebra a Treviso in zona ex Dogana da mercoledì 30 agosto a domenica 3 settembre 2017, dopo le 88 mila presenze dello scorso anno e il riconoscimento come miglior festival italiano, porta sul palco per l’edizione musicale 2017, giovedì 31 agosto, un gruppo di fama mondiale, i Duran Duran. Che hanno fatto sognare intere generazioni e rappresentano il simbolo per eccellenza della New Wave che ha dominato tutti gli Anni Ottanta.

I Duran Duran hanno all’attivo oltre 30 anni di successi e sperimentazioni durante i quali hanno venduto oltre cento milioni di dischi in tutto il mondo, piazzando ai primi posti delle classifiche mondiali dei pezzi più venduti. Circa 20, i loro brani presenti nella Billboard Hot 100, la classifica americana dei singoli più venduti, e circa una trentina quelli presenti nella Top 40 del Regno Unito, tra cui spiccano i classici Planet Earth (il loro primo successo inglese), Rio (una hit mondiale), la popolarissima Hungry Like the Wolf, Save a Prayer (la loro ballata più popolare), Is There Something I Should Know? (la loro prima Numero 1), The Reflex (uno dei loro brani più famosi in assoluto), A View to a Kill (colonna sonora del film di James Bond, unico tema principale della popolare serie a essere entrato in classifica negli USA), più la hitchcockiana Notorious, le hit anni Novanta Ordinary World e Come Undone, e le più recenti Sunrise e What Happens Tomorrow.

I Duran Duran sono stati i precursori dei video musicali, creando immagini memorabili, radicalmente differenti dai classici video di allora e riscuotendo fin da subito un successo stratosferico, grazie al loro stile innovativo e vivace. Basti pensare che solo nel 2008 sono stati circa quarantamila gli spettatori su MTV di tutto il mondo che hanno eletto Rio come “Greatest Music Video of All Time“, mentre il singolo Hungry Like The Wolf si è classificato al 15º posto come video più visto di tutti i tempi.

I Duran Duran hanno anche realizzato diverse video compilation, tra cui il video album Duran Duran che vinse un Grammy Award.

Nel 2015 è uscito il quattordicesimo album della band inglese Paper Gods a cui fa ora seguito il tour mondiale che li porterà anche con una data italiana all’Home Festival il 31 agosto 2017.

L’Home Festival è l’unico esempio in Italia di Festival musicale divenuto punto di aggregazione culturale e scambio tra persone, un evento che genera indotto economico in molti settori e che è polo di attrazione turistica internazionale grazie alla vicinanza con Venezia. Per saperne di più su ospiti e informazioni biglietti consultare il sito ufficiale dell’evento : www.homefestival.eu

Eros Ramazzotti compie oggi 53 anni: una carriera e una vita ricca di successi

Pubblicato il 28 Ott 2016 alle 1:12pm

“Siamo ragazzi di oggi” è il primo brano cantato da Eros Ramazzotti al suo esordio musicale. E da quel festival di Sanremo ne ha fatta veramente di strada, il ragazzo di periferia.

Eros Ramazzotti compie oggi 53 anni e in questi anni è divenuto un artista straordinario, di fama internazionale, una persona splendida.

Cresciuto nel quartiere di Cinecittà, nella periferia sud della capitale, Eros si avvicina alla musica, muovendo i primi passi in svariate trasmissioni e manifestazioni canore.

Nel 1981 prende parte al concorso Voci Nuove del Festival di Castrocaro, nel 1982 ad Un disco per l’estate, fino ad arrivare al suo esordio ufficiale al Festival di Sanremo del 1984, dove trionfa tra le Nuove Proposte con il brano ‘Terra promessa’. L’anno successivo si ripresenterà tra i Big con il brano ‘Una storia importante’, classificandosi in sesta posizione, ma la vittoria e l’apice del successo arriveranno per lui con il pezzo ‘Adesso tu’, nel 1986.

Dopo i successi conseguiti con gli album ‘Cuori agitati’ e ‘Nuovi eroi’, è la volta del debutto all’estero, con il terzo disco ‘In certi momenti’, seguito da ‘In ogni senso’ e ‘Tutte storie’.

Nel 1996 incontra la sua prima moglie Michelle Hunziker che lo porta alla creazione di ‘Dove c’è musica’. Subito dopo è la volta di ‘Stilelibero’, ‘9’, ‘Calma apparente’, fino ai più recenti ‘Ali e radici’, ‘Noi’ e ‘Perfetto’.

Tantissimi i brani che hanno conquistato il cuore di milioni di fan di tutto il mondo: da ‘Musica è’ a ‘Se bastasse una canzone’, da ‘Cose della vita’ ad ‘Amarti è l’immenso per me’, da ‘Un’altra te’ a ‘L’aurora’, da ‘Più bella cosa’ a ‘Stella gemella’, da ‘Fuoco nel fuoco’ a ‘Un’emozione per sempre’, e duetti prestigiosissimi con artisti del calibro di Tina Turner, Joe Cocker, Cher, Anastacia, Patsy Kensit, Andrea Bocelli, Alex Baroni, Raf, Biagio Antonacci, Giorgia, Ornella Vanoni, Ricky Martin e Nicole Scherzinger.

Nel 1996 nasce Aurora Sophie Ramazzotti. Eros sposa nel 1998 la madre di sua figlia Michelle Hunzigher nel Castello Odescalchi di Bracciano, ma la coppia si separa nel 2002.

Nel maggio 2009, il cantante si fidanza con la modella Marica Pellegrinelli, che lo aveva premiato ai Wind Music Awards del 2009. Il 2 agosto 2011 nasce la loro prima figlia insieme: Raffaela Maria (chiamata così dall’unione dei nomi delle nonne). Il 6 giugno 2014 si sposano con rito civile a Milano. Il 21 giugno la coppia festeggia il suo matrimonio a Monterotondo di Gavi in Piemonte.

Il 14 marzo 2015 nasce Gabrio Tullio il loro secondo figlio insieme, terzo per Eros.

Nel 2009, in un’intervista su Vanity Fair, Eros Ramazzotti ha preso posizione contro le adozioni per le coppie omosessuali, osservando che sono «innaturali». A Sanremo 2016 ha invece espresso il pensiero opposto, cantando con in mano un nastro arcobaleno e sostenendo che “la famiglia è importante, qualunque essa sia”.

Eros è stato legato per oltre 20 anni al cantautore Pino Daniele da una profonda amicizia che si è estesa oltre la mera sfera professionale. Tant’è che in occasione della morte dell’artista, avvenuta il 5 gennaio del 2015, Eros è stato tra i primi a rendere pubblica la notizia con un messaggio sui social network in cui ha ribadito di considerare il cantante defunto come un fratello maggiore. Tante le occasioni in cui ha reso omaggio all’amico-fratello.

Tanti i successi per Eros anche nella Nazionale Cantanti e i brani scritti per altri colleghi.

Riassumere la vita di Eros Rammazzotti come persona e cantautore, in parole è davvero impossibile: 32 anni di carriera, oltre 60 milioni di copie di dischi venduti, innumerevoli premi, un titolo di Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana conferitogli nel 2006 dal Presidente Carlo Azeglio Ciampi, un repertorio di grande successo per il quale i suoi fan non smetteranno mai di dirgli “Grazie di esistere“.

Auguri Eros!