svizzera

Polpette di insetti sugli scaffali dei supermercati svizzeri

Pubblicato il 10 Set 2017 alle 9:33am

La Coop d’oltralpe, una delle catene più grandi del Paese con oltre 2mila punti vendita e 2 milioni e mezzo di soci, ha cominciato a mettere sul mercato “svizzero” le polpette tipo “falafel” fatte con le larve dei tenebrioni (vermi della farina) impastati con ingredienti più familiari come carote, riso e varie spezie tra cui origano e chili.

Una proposta alternativa alla consueta carne di manzo o di maiale.

Oltre a essere delle piccole bombe proteiche e ricche di micronutrienti – un Kg di carne di insetto contiene dodici volte la quantità di proteine rispetto alla carne di manzo – gli insetti infatti non occupano molto spazio e il loro allevamento per il consumo alimentare emette molti meno gas serra.

Inoltre la scelta è molto vasta: circa duemila le specie commestibili. Per il momento però, questi “bug burger” sono piuttosto salati anche per le tasche mediamente floride del consumatore svizzero. Costano infatti più o meno il doppio di analoghi prodotti della linea Bio della stessa catena e cinque volte tanto gli hamburger tradizionali più economici.

Eutanasia, Dj Fabo è morto. Un ultimo video: “In Svizzera senza l’aiuto dello Stato”

Pubblicato il 27 Feb 2017 alle 1:00pm

Poco prima di morire, con il dolore nella voce, dj Fabo lascia un testamento morale, con tanto di accuse: “Sono finalmente arrivato in Svizzera e ci sono arrivato, purtroppo, con le mie forze e non con l’aiuto del mio Stato”.

Una considerazione straziante che arriva proprio dalla voce dell’artista che dall’estate del 2014, è cieco e tetraplegico. Un uomo che ha tentato di tutto, per migliorare la sua condizione di vita ma che purtroppo non c’è stato nulla da fare.

Voleva “essere libero di morire”, come chiedeva poco più di un mese fa nell’accorato appello rivolto al presidente della repubblica Mattarella. Ed è morto questa mattina in Svizzera, dopo essersi sottoposto a un’ulteriore visita medica di controllo delle condizioni fisiche che lo hanno poi portato a scegliere la strada del suicidio assistito.

Ma prima di farlo Fabo ha voluto ringraziare una persona, colui che lo ha aiutato, “una persona che ha potuto sollevarmi da questo inferno di dolore, di dolore, di dolore. Questa persona si chiama Marco Cappato e lo ringrazierò fino alla morte. Grazie Marco. Grazie mille”.

Secondo Filomena Gallo, segretario dell’Associazione Luca Coscioni, Marco Cappato rischia “fino a 12 anni di reclusione”. Cappato ha accompagnato Dj Fabo in Svizzera per l’eutanasia ed è il tesoriere dell’associazione.

Filomena Gallo, ai microfoni di Sky Tg24, ha approfittato anche per ricordare che molti malati sono costretti a emigrare all’estero per scegliere di morire di eutanasia e questo non è giusto, è certamente discriminatorio anche per i costi alti da sostenere, anche di 10 mila euro.

Svizzera, sparatoria in un’abitazione. Si parla di almeno 8 morti

Pubblicato il 10 Mag 2015 alle 10:30am

Diverse persone hanno perso la vita in una sparatoria che si è consumata nella notte in un’area residenziale di Wuerenlingen, nello svizzero canton Argovia. (altro…)

Recuperati in Svizzera 5361 reperti archeologici, sgominato traffico clandestino

Pubblicato il 23 Gen 2015 alle 8:13am

    Tornano all’Italia, 5.361 reperti archeologici di scavi clandestini eseguiti in passato in diverse regioni italiane: Puglia, Sicilia, Sardegna e Calabria di epoca compresa tra il VIII secolo a.C. e il III secolo d.C. rimpatriati in questi giorni da Basilea. (altro…)

Svizzera sgancia franco dall’euro, brusca reazione sugli asset

Pubblicato il 16 Gen 2015 alle 8:44am

La Banca centrale svizzera ha deciso ieri di cancellare il tetto fisso per il cambio del franco contro l’euro a 1,2. Immediate le reazioni dei mercati internazionali. Con la caduta della Borsa di Zurigo, ai minimi termini e il rally del franco, sono crollati anche i grandi esportatori. (altro…)

Svizzera: referendum su immigrazione, vince il sì sulle quote, posti dei limiti

Pubblicato il 10 Feb 2014 alle 10:37am

La Svizzera ha provveduto, con un referendum a limitare l’ingresso di immigrati nel Paese. La maggioranza degli elettori si è espressa con parere favorevole alle quote. Il referendum è stato proposto dai populisti di estrema destra “contro l’immigrazione di massa”. Nato dal fatto che l’Udc ritiene gli stranieri responsabili dell’impoverimento della popolazione, ma anche del traffico e della criminalità. Hanno vinto i “sì” con il 50,3%. (altro…)

Maltempo: Tempesta di Natale fa danni, allerta meteo in Liguria, stop treni Italia-Svizzera

Pubblicato il 26 Dic 2013 alle 11:22am

I collegamenti ferroviari tra l’Italia e il cantone vallese della Svizzera sono stati interrotti alle 2,30 della notte a causa di una forte nevicata. Il traffico è attualmente sospeso nel tratto compreso tra Domodossola e il valico di Iselle per la caduta di alberi sulla sede ferroviaria tra le stazioni di Varzo e Preglia. Mentre un treno a lunga percorrenza è stato costretto a fermarsi tra l’Italia e la Svizzera nello scalo di Domodossola. (altro…)

Il Canton Ticino dice sì alla legge anti-burqa

Pubblicato il 23 Set 2013 alle 12:48pm

In Canton Ticino hanno approvato la legge anti-burqa, che sarebbe stata votata dal 65% dei ticinesi. Trattasi, pertanto, del primo cantone svizzero che vieta l’uso del velo religioso nei luoghi pubblici.

Gli elettori hanno scelto il divieto ”di nascondere il volto nei luoghi pubblici e in quelli aperti al pubblico” alla possibilità di poter bocciare la proposta e lasciare inalterata la Carta.

Questo perché, si ritiene che nessuno possa dissimulare o nascondere il proprio viso nei luoghi aperti al pubblico (ad eccezione dei luoghi di culto) o destinati ad offrire un servizio pubblico.

Contrari a tale legge, le organizzazioni islamiche svizzere e l’Amnesty International.

Svizzera: estratto dall’addome di una bambina di 3 anni un tumore di oltre un chilo

Pubblicato il 23 Ago 2013 alle 12:10pm

In Svizzera, una bambina di soli tre anni, aveva nel suo addome un tumore che pesava oltre 1 chilo ed era grande 17 centimetri di diametro. Il male le occupava in pratica, il 90% della pancia. La piccola è stata sottoposta ad un intervento durato 12 ore, coordinato da Martin Meuli, primario di chirurgia dell’ospedale pediatrico, e da Pierre-Alain Clavien, specialista di chirurgia viscerale, della città elvetica. E’ andato bene nonostante la pericolosità, ma si teme ancora il rischio di una recidiva.

La piccola paziente intanto, sarà sottoposta a cicli di radioterapia. Da alcuni mesi soffriva di forti dolori allo stomaco, e grazie alle opportune indagini, si è giunti alla scoperta di un tumore all’addome, molto grande in dimensioni e peso, che aveva attaccato anche diversi organi, e qualora non si fosse sottoposta a tale intervento, avrebbe vissuto al massimo una settimana.

Maltempo: nell’Europa centrale sono almeno 4 i morti e 8 i dispersi

Pubblicato il 03 Giu 2013 alle 10:45am

Sono almeno quattro i morti e 8 i dispersi vittime delle inondazioni causate dalle piogge torrenziali che stanno flagellando in questi giorni il centro Europa. (altro…)