tagli sanità

Sciopero generale dei medici pubblici il 16 dicembre 2015

Pubblicato il 03 Nov 2015 alle 12:39pm

Gli ospedalieri e i medici di famiglia hanno annunciato uno sciopero generale di 24 ore il prossimo 16 dicembre, a causa del “grave e perdurante disagio ai cittadini da parte di politiche orientate esclusivamente ad una gestione contabile del Sistema sanitario nazionale”.

Nel mirino prima di tutto i tagli alla Sanità, la quale contribuirà nel 2016 alla manovra con tagli cumulati pari a 14.706 milioni di euro, di cui 4,3 miliardi solo nel biennio 2015-2016 pari al 30% circa dei tagli dell’ultimo quinquennio.

L’allarme è arrivato anche dalle Regioni nel documento consegnato alle Commissioni riunite Bilancio di Senato e Camera.

Mentre i medici chiedono di porre fine agli attacchi che subiscono a causa di problemi legati all’erogazione delle prestazioni sanitarie, sanzioni e multe, perché “capri espiatori delle colpe di decisori politici ed amministratori miopi e inadeguati”.

Lunedì sciopero nazionale degli infermieri, poi toccherà ai medici

Pubblicato il 02 Nov 2014 alle 12:24pm

A partire da domani ci saranno un paio degli scioperi nel comparto sanitario, a causa di continui tagli economici, della penuria di personale e dei problemi a cui sono sottoposti quotidianamente tanti malati. (altro…)

Sanità: vince la Lorenzin, niente tagli alla sanità

Pubblicato il 21 Apr 2014 alle 11:36am

Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin sul suo profilo Twitter, ha annunciato che è “Ufficiale, niente tagli alla sanità! Non una vittoria personale, ma dei cittadini e del Ssn. Ora avanti tutta con patto salute e riforme“. (altro…)

Sanità, 175 piccoli ospedali prossimi alla chiusura, perché inefficienti e costosi

Pubblicato il 08 Dic 2013 alle 9:57am

Gli italiani dovranno dire addio ai piccoli ospedali con meno di 120 posti letto. A quelli che sono stati inseriti nel nuovo Patto per la salute. Se le Regioni e il governo daranno il via libera, tutte quelle strutture saranno costrette a chiudere. Forse solo per poco, in attesa di essere riconvertite in quelle per la riabilitazione o per le lungodegenze che scarseggiano. (altro…)