terza età consigli

Restare giovani si può, il nuovo libro di Elio Musco e Franca Porciani

Pubblicato il 23 Set 2016 alle 7:36am

Elio Musco, neuropsichiatra e geriatra, e Franca Porciani, giornalista e scrittrice, propongono un’interessante guida per la terza età, dal titolo: “Restare giovani si può, stimola il cervello e allena la curiosità per non invecchiare“.

Un libro fondamentale che supera gli sterotipi legati alla percezione comune della terza età ed insegna le più efficaci strategie per mantenersi attivi e vivere al meglio questo particolare e speciale periodo della vita (in libreria dal 21 settembre edito Giunti Demetra 176 pagine – 16,00 € ).

Studi scientifici, infatti, condotti negli ultimi quindici anni, sono riusciti a dimostrare che il cervello, ha una straordinaria plasticità ed è capace di attivare nuove connessioni in qualsiasi età della vita, anche se è nel suo periodo più maturo, purché sia tenuto in costante allenamento e in connessione continua con l’ambiente circostante, proprio come un muscolo, che più lavora più si rinforza.

Gli autori di Restare giovani si può, propongono attraverso questo manuale, una vera e propria strategia per imparare a vivere bene gli anni della maturità. Dieci principi, dieci “pillole di saggezza”, a cui ispirarsi e intorno ai quali compiere un percorso personale di conoscenza e di consapevolezza: sentirsi sani fino a prova contraria, credere nei propri sogni, fare esercizio fisico sblocca-cervello, non perdere la curiosità, gestire con serenità la solitudine, mettere al primo posto l’ottimismo, potenziare il senso dell’umorismo, imparare a rilassarsi, ricordarsi che siamo animali sociali e migliorare la comunicazione con gli altri.

Elio Musco è neuropsichiatra e geriatra. Laureato in Medicina presso l’Università di Messina, dopo l’esperienza di medico condotto in Aspromonte, si è trasferito a Firenze dove ha iniziato a lavorare presso l’Istituto di Gerontologia e Geriatria diretto dal professor Francesco Maria Antonini. Si è poi specializzato in Gerontologia e Geriatria, Malattie Nervose e Mentali, Neurofisiopatologia e Psicologia Medica. Ha lavorato tre anni in Cornovaglia presso la prima Unità psicogeriatrica del Regno Unito e successivamente al St. Lawrence’s Psychiatric Hospital. Rientrato in Italia si è occupato del settore psicogeriatrico e degli aspetti neuropsicologici della riabilitazione presso l’Ospedale I Fraticini di Firenze. È stato docente di Psicogeriatria all’Università di Firenze.

Franca Porciani è giornalista e scrittrice. Laureata in Medicina e specializzata in Gerontologia e Geriatria a Firenze, dopo qualche anno di esercizio della professione si è dedicata al giornalismo, prevalentemente scientifico. Ha lavorato al “Corriere Medico”, poi al “Corriere della Sera”, nella redazione di Milano, per oltre vent’anni. È stata vicepresidente del Comitato per l’etica di fine vita della Fondazione Floriani di Milano e coordinatrice, insieme al professor Gianfranco Gensini, del gruppo di lavoro della Carta di Firenze, un decalogo sulla relazione medico-paziente. Il suo interesse oggi si rivolge alla riflessione culturale sulla medicina e a temi storici e di costume. Nel 2012 ha pubblicato il saggio Traffico d’organi, vecchi cannibali, nuove miserie (FrancoAngeli).