terza età

Restare giovani si può, il nuovo libro di Elio Musco e Franca Porciani

Pubblicato il 23 Set 2016 alle 7:36am

Elio Musco, neuropsichiatra e geriatra, e Franca Porciani, giornalista e scrittrice, propongono un’interessante guida per la terza età, dal titolo: “Restare giovani si può, stimola il cervello e allena la curiosità per non invecchiare“.

Un libro fondamentale che supera gli sterotipi legati alla percezione comune della terza età ed insegna le più efficaci strategie per mantenersi attivi e vivere al meglio questo particolare e speciale periodo della vita (in libreria dal 21 settembre edito Giunti Demetra 176 pagine – 16,00 € ).

Studi scientifici, infatti, condotti negli ultimi quindici anni, sono riusciti a dimostrare che il cervello, ha una straordinaria plasticità ed è capace di attivare nuove connessioni in qualsiasi età della vita, anche se è nel suo periodo più maturo, purché sia tenuto in costante allenamento e in connessione continua con l’ambiente circostante, proprio come un muscolo, che più lavora più si rinforza.

Gli autori di Restare giovani si può, propongono attraverso questo manuale, una vera e propria strategia per imparare a vivere bene gli anni della maturità. Dieci principi, dieci “pillole di saggezza”, a cui ispirarsi e intorno ai quali compiere un percorso personale di conoscenza e di consapevolezza: sentirsi sani fino a prova contraria, credere nei propri sogni, fare esercizio fisico sblocca-cervello, non perdere la curiosità, gestire con serenità la solitudine, mettere al primo posto l’ottimismo, potenziare il senso dell’umorismo, imparare a rilassarsi, ricordarsi che siamo animali sociali e migliorare la comunicazione con gli altri.

Elio Musco è neuropsichiatra e geriatra. Laureato in Medicina presso l’Università di Messina, dopo l’esperienza di medico condotto in Aspromonte, si è trasferito a Firenze dove ha iniziato a lavorare presso l’Istituto di Gerontologia e Geriatria diretto dal professor Francesco Maria Antonini. Si è poi specializzato in Gerontologia e Geriatria, Malattie Nervose e Mentali, Neurofisiopatologia e Psicologia Medica. Ha lavorato tre anni in Cornovaglia presso la prima Unità psicogeriatrica del Regno Unito e successivamente al St. Lawrence’s Psychiatric Hospital. Rientrato in Italia si è occupato del settore psicogeriatrico e degli aspetti neuropsicologici della riabilitazione presso l’Ospedale I Fraticini di Firenze. È stato docente di Psicogeriatria all’Università di Firenze.

Franca Porciani è giornalista e scrittrice. Laureata in Medicina e specializzata in Gerontologia e Geriatria a Firenze, dopo qualche anno di esercizio della professione si è dedicata al giornalismo, prevalentemente scientifico. Ha lavorato al “Corriere Medico”, poi al “Corriere della Sera”, nella redazione di Milano, per oltre vent’anni. È stata vicepresidente del Comitato per l’etica di fine vita della Fondazione Floriani di Milano e coordinatrice, insieme al professor Gianfranco Gensini, del gruppo di lavoro della Carta di Firenze, un decalogo sulla relazione medico-paziente. Il suo interesse oggi si rivolge alla riflessione culturale sulla medicina e a temi storici e di costume. Nel 2012 ha pubblicato il saggio Traffico d’organi, vecchi cannibali, nuove miserie (FrancoAngeli).

Sono oltre 700mila le anziane affette dalla “sindrome di Penelope”

Pubblicato il 12 Apr 2011 alle 10:57am

Sono oltre 700mila le italiane anziane, che soffrono della cosiddetta “sindrome di Penelope”, ossia una patologia che ricorda proprio lo stato d’animo particolare di cui era vittima la moglie di Ulisse, la quale aspettava il marito a casa impensierita tessendo la tela. (altro…)

Un anziano su quattro è vittima della depressione

Pubblicato il 03 Dic 2010 alle 7:59am

La psichiatria, per i prossimi anni, si pone come obiettivo quello di proteggere gli over 65 dalla depressione. (altro…)