tessuti ecologici

Denim evergreen, protagonista della primavera estate 2019

Pubblicato il 11 Gen 2019 alle 6:00am

Il Denim diventa evergreen: per la prossima primavera-estate infatti la Premier Vision di Londra parla del trend del tie-dye (metodo di tintura a nodi per un risultato colorato hippie e non omogeneo), pattern in 3D (disegni fantasia), contaminazioni seriche, strappi, orli sdruciti e tessuti stretch che grazie alle ultime tecnologie consentono un comfort massimo senza impattare la tenuta della silhouette.

“A livello mondiale, il mercato del denim è sicuramente in crescita: secondo le stime attuali, il giro di affari è di 56 miliardi di dollari per il 2017 e dovrebbe passare a 59 miliardi nel 2023, con una crescita più di volume che di prezzo trainata principalmente dai paesi emergenti di Asia o Sud-Est asiatico”, commenta all’ANSA il direttore di Premier Vision Denim, Guglielmo Olearo.

Leader nel mercato del denim sono ora Stati come la Turchia, il Pakistan, la Libia e la Cina per quanto riguarda la parte materica, mentre in Italia grandi eccellenze presenti in Lombardia, Veneto, Marche e Abruzzo.

Il denim è ora un prodotto multi-community. Etichette e negozi di moda e di lusso hanno integrato il denim in tutte le loro collezioni creative esplorando nuovi aspetti di questo prezioso materiale. Il salone leader del denim ha scelto la cornice industriale dell’Old Truman Brewery, un ex stabilimento di birra risalente al XVII secolo nel quartiere di Shoreditch, per il suo debutto nella capitale britannica. La prossima edizione del salone sarà a Milano il 5 e 6 giugno al Superstudio Più in via Tortona; dopodiché la fiera tornerà a Londra nel dicembre 2019.