tessuti

Ricostruito il ‘film’ della rigenerazione di un organo, servirà a riparare i tessuti

Pubblicato il 11 Mag 2019 alle 7:57am

E’ stato ricostruito in laboratorio il ‘film’ della rigenerazione di un organo in miniatura (organoide), per la prima volta, in assoluto, partendo da una singola cellula il cui risultato, è stato poi pubblicato sulla rivista scientifica Nature. (altro…)

Come realizzare cuscini per la casa con il fai da te

Pubblicato il 26 Dic 2018 alle 6:00am

Se volete realizzare un cuscino in casa dall’inizio alla fine vi basterà veramente pochissimo materiale. Acquistate della stoffa, colla a caldo o filo e dell’imbottitura per cuscino. Per quanto riguarda la stoffa potete riciclare delle vecchie federe che avete in casa o comprare del feltro. La colla a caldo, invece, vi servirà per tenere ben saldi i bordi delle stoffe. In alternativa potete ricorrere alla vecchia maniera, usare filo e ago. L’imbottitura del cuscino, invece, può essere anche essere fatta con materiale riciclato, ad esempio cuscini che avete in casa e che non vi servono più, oppure acquistata in negozi di arredo o online.

Una volta procuratovi tutto il necessario seguite tre semplici passaggi: – Ritagliate la forma del cuscino. Fate ad esempio due cerchi uguali o due quadrati. – Cucite i bordi della stoffa sovrapponendo le due parti. Fate attenzione a lasciare una piccola fessura laterale. – Rovesciate la stoffa e inserite l’imbottitura dalla fessura ricordandovi di cucirla alla fine.

Rivestimento per cuscini

Prendete il cuscino e posizionarlo alla base del maglione o della felpa. Ritagliate il primo quadrato. Successivamente ritagliate un altro quadrato sull’altro dorso del maglione, di dieci centimetri più grande. Questi centimetri in avanzo vi serviranno per poter cucire le due parti insieme all’interno. Infine, personalizzatelo con fiori di stoffa, fiocchi o applicazioni.

Infine se volete potete renderlo anche riscaldante. Come?

Basteranno delle stoffe di cotone o di lino. Potete riutilizzare dei vecchi scampoli oppure acquistare dei pezzi di stoffa in tinta unita da personalizzare con ricami e disegni. Non inserire parti metalliche come decorazioni perché poi il cuscino dovrà andare nel microonde. Utilizzate, dunque, solo decorazioni in cotone o lino. Disegnate su un cartoncino la forma del cuscino desiderato , sarà più facile se è rettangolare, ritagliatela e poi procedete a imbottirla. Per l’interno del cuscino potete utilizzare anche dei chicchi di riso, farro e di orzo o del sale: ottimi per immagazzinare e rilasciare calore lentamente. Ideali anche per la cervicale.

Ricordiamo che il cuscino può essere riscaldato anche su di un termosifone.

Arriva la stampante in 3D che rigenera la pelle anche ustionata

Pubblicato il 12 Mag 2018 alle 8:16am

E’ in arrivo una stampante 3D che potrebbe salvare la pelle di tante persone rimaste sfigurate da ustioni.

Un’incredibile invenzione di un team di ricercatori canadesi. Riparare la cute in maniera semplice e veloce: questo il loro obiettivo nel giro di pochissimi minuti, infatti, anche le ferite più profonde potrebbero essere guarite. Ecco di cosa si tratta.

Al classico innesto di pelle gli scienziati stanno tentando di utilizzare un metodo alternativo, nuovo e altamente innovativo, in maniera da evitare la possibile donazione di pelle. La maggior parte dei tessuti fino ad ora testati, sono ancora in fase sperimentale, comprese quelle effettuate con la stampante 3D. «La maggior parte dei bioprinters 3D attuali sono ingombranti, funzionano a basse velocità, sono costosi e sono incompatibili con l’applicazione clinica», ha dichiarato Axel Guenther dell’Università di Toronto in Canada.

Questa invece è unica al mondo oltre ad essere anche versatile in quanto migliora il processo di guarigione.

La sua forma ricorda un dispenser di nastro. Chiaramente, però, non escono fogli adesivi ma bensì dei tessuti che sostituirebbero quelli umani. Per quanto riguarda le dimensioni – è stata progettata come un dispositivo portatile – sono simile ad una piccola scatola da scarpe. Mentre il peso è di circa un chilogrammo. Il nastro che esce è, in pratica, un materiale biologico composto da collagene e altri tipi di proteine come la fibrina. Quest’ultima è un elemento indispensabile per permettere la cicatrizzazione delle ferite. «La nostra stampante per la pelle promette di adattare i tessuti a specifici pazienti e caratteristiche della ferita», ha dichiarato Navid Hakimi ricercatore del l’Università di Toronto.

Altro enorme vantaggio è che il dispositivo non richiede l’utilizzo da parte di esperti.

Occhio, tessuti ricostruiti in provetta

Pubblicato il 13 Mar 2016 alle 7:58am

Dalle cellule staminali sono stati generati in provetta i tessuti che costituiscono l’occhio permettendo di ritrovare la vista agli animali con una forma di cecità provocata da danni della cornea. Una volta trapiantati, i tessuti coltivati in laboratorio hanno riparato il lato anteriore dell’occhio. Descritto sulla rivista Nature, il tale risultato e’ stato ottenuto dai ricercatori coordinati da Kohji Nishida, dell’universita’ giapponese di Osaka.

I ricercatori sono arrivati a generare i molteplici tipi di cellule dell’occhio, tra cui quelle della cornea, della congiuntiva, cristallino e retina, usando cellule staminali umane pluripotenti indotte (Ips), cellule adulte riprogrammate utilizzando un cocktail di geni.

Inoltre hanno dimostrato che le cellule della cornea possono essere utilizzate per riparare chirurgicamente la parte anteriore dell’occhio di conigli ai quali era stata indotta sperimentalmente la cecita’. Secondo gli scienziati questo puo’ essere il punto di partenza per future sperimentazioni cliniche di trapianto sull’uomo per il recupero della vista.

Come scegliere le tende da interni per arredare casa

Pubblicato il 03 Feb 2014 alle 11:01am

Le tende per interni aiutano ad arredare la casa conferendole un tocco di personalità e di colore in più. Sono degli elementi fondamentali di eleganza. Esse i possono adattare a seconda dello stile dell’arredamento. Riescono a dare un impatto diverso senza stravolgerne l’insieme. (altro…)

Il damasco di seta può impreziosire la tua casa

Pubblicato il 27 Nov 2012 alle 7:07am

Il suo nome è Maestoso, stiamo parlando del tessuto damasco di seta, molto elegante e raffinato, realizzato dall’azienda Dedar.

Questo marchio, realizza infatti, importanti progetti personalizzati, creazioni preziose di tessuti con un’ampia gamma di colori.

Infatti, tra i tessuti per la casa, abbiamo la seta, il lino, il cotone, il trevira e il velluto.

Nel nostro caso, grazie al disegno, di ispirazione moresca, viene evidenziato sullo fondo un lieve effetto craquelé con dei sofisticati accostamenti di tono.

Il contorno è tutto a contrasto, e serve per aggiungere profondità al tessuto. Questa bellissima stoffa è disponibile nei colori: nero, beige, absynthe, turchese, taupe, mirtillo, opera, bordeaux, ed è adatta per creare delle fantastiche tende.

Il suo prezzo è di 168 euro al metro lineare.