torcicollo

Sale caldo, il rimedio naturale efficacissimo per torcicollo, bronchite, mal di schiena e dolori reumatici

Pubblicato il 22 Gen 2019 alle 7:54am

Se volete combattere bronchiti, dolori cervicali e giramenti di testa derivanti dall’umidità e dalle basse temperature in modo naturale, ecco cosa dovete fare.

In casa avete un validissimo alleato: il sale.

Affinché il rimedio sia maggiormente efficace è bene servirsi di sale di prima qualità, quindi sale marino integrale oppure di sale dell’Himalaya, particolare tipo di halite (cioè salgemma) proveniente dal Pakistan la cui commercializzazione in Occidente è un fenomeno avviato all’inizio del XXI secolo per opera di varie società operanti in Europa, Nord America e Australia. Il vantaggio di questi sali è che sono ricchi di minerali che vengono ceduti al nostro organismo insieme al calore e allo stesso tempo, nel caso dell’impacco, all’assorbimento dell’umidità in eccesso nel corpo.

Un rimedio molto utilizzato anche dalle nonne per alleviare reumatismi, torcicollo, sciatalgie, dolori mestruali, raffreddori, sinusiti, mal di denti, orecchi, bronchiti e catarro. Il caldo emanato dal sale grosso riscaldato toglie l’umidità dalla zona dolorante.

Con precauzione bisogna semplicemente fare un po’ di attenzione per i bambini. Per loro deve essere meno caldo.

Per avere un ottimo risultato basta mettere il sale grosso a scaldare in una padella e aspettare che scoppietti. Versarlo in un sacchetto di stoffa di cotone, lino, canapa o lana; chiudere bene in modo che il sale bollente non fuoriesca e applicarlo sulla zona dolorante o sul petto in caso di tosse e bronchite.

Ma non solo. Il sale caldo lo si può ottenere anche attraverso l’utilizzo del microonde o nel forno a 70° per alcuni minuti. A questo proposito potete confezionare dei veri e propri cuscinetti da riscaldare direttamente nel forno a microonde o in quello classico, o dei torciglioni come quelli dei paraspifferi da poter posizionare sul collo. Potrete utilizzarli quante volte vorrete.

Bimba salernitana ha tumore al cervello, scambiato per torcicollo

Pubblicato il 29 Ago 2016 alle 8:55am

I medici del San Leonardo di Castellammare hanno diagnosticato ad una bambina di 4 anni un torcicollo invece di un tumore al cervello, ed il caso è stato denunciato dai genitori della piccola al ministero della Salute. La testa inclinata verso destra, difficoltà nei movimenti al bracco destro, anomalie allo sguardo, agli occhi. E’ così che Sara (nome di fantasia), bambina di 4 anni figlia di una coppia di Scafati, arriva al pronto soccorso dell’ospedale San Leonardo di Castellammare, ma i medici le diagnosticano una “contrattura al collo” prescrivendole un’antinfiammatorio da prendere per via orale.

Un banale torcicollo che secondo i genitori nascondeva qualcosa di più grave ed insidioso.

Il papà, carabiniere insieme alla moglie chiede ulteriori spiegazioni sulla strano sguardo di sua figlia.

Ma i medici li tranquillizzano e li mandano via con la prescrizione. Circa un’ora e mezza dopo le dimissioni dal San Leonardo la piccola viene portata all’ospedale Santobono di Napoli dove i medici decidono di approfondire la diagnosi precedente. E dopo la prima visita ricoverano la piccola di 4 anni.

Il giorno dopo, in seguito ad analisi e tac, arriva la diagnosi corretta e definitiva: un tumore al cervello, tecnicamente una “neoplasia di alto grado a livello talamico”. Così entra in azione l’equipe del reparto di neurochirurgia dell’ospedale napoletano, la piccola Sara viene sottoposta ad un delicatissimo intervento e poi trasferita all’ospedale Pausillipon per le chemioterapie più opportune.

Come curare il torcicollo e le punture di insetti con il sale

Pubblicato il 16 Mag 2011 alle 9:02am

Il sale non serve solo come ingrediente nei nostri piatti, sebbene sia il nostro nemico numero uno per ipertensione, ritenzione idrica e cellulite, è anche un valido antinfiammatorio naturale. (altro…)