Treccani

500 anni dalla pubblicazione de l’Orlando Furioso di Ludovico Ariosto

Pubblicato il 25 Apr 2016 alle 7:35am

Fu pubblicato per la prima volta il 22 aprile 1516, l’Orlando Furioso di Ludovico Ariosto. Corretto, riscritto, ampliato, fino all’ultima edizione risalente al 1532.

Un volume che diventa subito un best seller in tutto il mondo, tra i testi letterali più consigliati nelle scuole. Parla di immaginazione, feste e rituali dell’Italia ma anche dell’Europa.

Ora a distanza di cinque secoli, la Treccani ha deciso di dare alle stampe il volume “L’Orlando Furioso nello specchio delle immagini”.

Un percorso, un’opera, sotto la guida di Lina Bolzoni, che si snoda attraverso venti autorevoli saggi, ciascuno dei quali corredato da una galleria di illustrazioni, tese a ricostruire i modi in cui l’Orlando furioso, nel corso dei secoli, si è proiettato ed è penetrato negli oggetti della nostra vita quotidiana, ispirando danze, musiche, spettacoli, fino al punto da essere amato e conosciuto a memoria.

In occasione dei 500 anni dalla pubblicazione in diverse città si sono tenute mostre e celebrazioni varie.

La Treccani omaggia Pino Daniele

Pubblicato il 19 Dic 2015 alle 6:48am

Per omaggiare il cantautore napoletano, Pino Daniele, il celebre bluesman scomparso di recente, lo scorso gennaio 2015, la Treccani ha deciso di aggiungere la parola dialettale, “Appocundria”, divenuta celebre proprio grazie all’artista e alla sua omonima canzone.

“I dialetti sono, con le loro coloriture lessicali, una grande risorsa espressiva per la lingua italiana, che oggi è ricca, variegata, forte e consolidata su tutto il territorio nazionale. Il dialetto non è più sentito come un simbolo o riflesso di svilimento socioculturale, un segnale di arretratezza. Anzi. È vissuto come libertà di registro”, motiva la Treccani.

“Pino Daniele ha scritto e cantato molto nel suo grande dialetto napoletano, fonte di ricchezza per la letteratura e la canzone che da regionali, tante volte, si sono sapute fare patrimonio della nazione. E ci ha restituito, sovrimpresse di venature che in lingua sarebbero state opache, parole che, pur non essendo nuove, nuove suonavano all’orecchio, per via di una potenza evocatrice che soltanto il dialetto era in grado di sprigionare. Come nel caso di appocundria, interfaccia dialettale dell’italiano ipocondria, nel senso semanticamente vago di ‘profonda malinconia’, che tanto sembra addirsi alla condizione della «napoletanità”.

Appocundria – Pino Daniele

Appocundria me scoppia ogne minuto ‘mpietto peccè passanno forte haje sconcecato ‘o lietto appocundria ‘e chi è sazio e dice ca è diuno appocundria ‘e nisciuno …Appocundria ‘e nisciuno.

Vasco Rossi, un rocker da enciclopedia Treccani

Pubblicato il 18 Dic 2015 alle 6:02am

La popolarità di Vasco Rossi continua a crescere con il passare degli anni, al punto che l’ Enciclopedia Treccani ha deciso di dedicargli una voce.

A farlo sapere, felice di cotanto successo è lo stesso rocker su Facebook: “Tra i più rappresentativi artisti della musica italiana, ha saputo creare un originale modello di rock influenzato anche dalla canzone d’autore, entrando nell’immaginario collettivo del nostro Paese” sono alcune delle definizioni.

In poche ore, il post ha ricevuto ieri più di 12mila ‘likes’ dai fan del rocker di Zocca.