tumore al cervello

Tumore al cervello, scoperta la proteina che può bloccarlo

Pubblicato il 26 Gen 2020 alle 6:37am

Si tratta della proteina TAU, in grado di bloccare il tumore al cervello, fra le cause principali delle patologie neurodegenerative come nel caso dell’Alzheimer. Ne sono convinti i giovani autori dello studio, dell’Instituto de Salud Carlos III (ISCIII). In quanto, dalla loro analisi su 180 pazienti reclutati è emersa una netta ed evidente connessione tra i gliomi (tumori cerebrali altamente letali) e malattie neurodegenerative. (altro…)

Tumore al cervello, arriva la terapia mirata che migliora la sopravvivenza

Pubblicato il 29 Ott 2019 alle 7:30am

Una nuova terapia mirata è in grado di migliorare la sopravvivenza dei pazienti con glioblastoma, il tumore cerebrale più frequente, e per circa 1000 pazienti colpiti ogni anno in Italia da glioblastoma recidivato possono cambiare radicalmente le possibilità di cura. Ad annunciarlo gli oncologi in occasione del Congresso nazionale del’Associazione italiana di oncologia medica (Aiom). (altro…)

Tumore al cervello: genitori rifiutano la chemioterapia. Ragazza di 14 anni muore tra le braccia della mamma

Pubblicato il 17 Ago 2018 alle 6:44am

Pensavano di curare la figlia di 14 anni malata di tumore al cervello con incenso, curcuma e tè verde. «Ci sono storie su internet in cui molte persone si sono curate con olii essenziali per sciogliere i tumori» hanno spiegato i genitori ai medici a cui chiedevano per la loro ragazza infusioni di vitamina C e perossido di idrogeno. Non volevano la chemioterapia, temendo che avrebbe ucciso anche le cellule buone e la loro stessa figlia. Ma Zara, nome di fantasia, è morta qualche giorno fa ad appena 14 anni, un anno dopo la diagnosi. Quando il 31 luglio scorso è intervenuto il Tribunale per ordinare la chemioterapia Zara era già in coma. Era ormai troppo tardi. (altro…)

Nonno dona 800 mila euro all’ospedale Gaslini di Genova per aver salvato il nipotino da un tumore

Pubblicato il 03 Ott 2016 alle 6:13am

Per aiutare e ringraziare chi aveva salvato la vita di suo nipote, un bimbo di due anni aggredito da un terribile tumore al cervello, nonno Alfredo Aureli, imprenditore di Verucchio, ha donato all’ospedale pediatrico Gaslini 800mila euro. (altro…)

Bimba salernitana ha tumore al cervello, scambiato per torcicollo

Pubblicato il 29 Ago 2016 alle 8:55am

I medici del San Leonardo di Castellammare hanno diagnosticato ad una bambina di 4 anni un torcicollo invece di un tumore al cervello, ed il caso è stato denunciato dai genitori della piccola al ministero della Salute. La testa inclinata verso destra, difficoltà nei movimenti al bracco destro, anomalie allo sguardo, agli occhi. E’ così che Sara (nome di fantasia), bambina di 4 anni figlia di una coppia di Scafati, arriva al pronto soccorso dell’ospedale San Leonardo di Castellammare, ma i medici le diagnosticano una “contrattura al collo” prescrivendole un’antinfiammatorio da prendere per via orale.

Un banale torcicollo che secondo i genitori nascondeva qualcosa di più grave ed insidioso.

Il papà, carabiniere insieme alla moglie chiede ulteriori spiegazioni sulla strano sguardo di sua figlia.

Ma i medici li tranquillizzano e li mandano via con la prescrizione. Circa un’ora e mezza dopo le dimissioni dal San Leonardo la piccola viene portata all’ospedale Santobono di Napoli dove i medici decidono di approfondire la diagnosi precedente. E dopo la prima visita ricoverano la piccola di 4 anni.

Il giorno dopo, in seguito ad analisi e tac, arriva la diagnosi corretta e definitiva: un tumore al cervello, tecnicamente una “neoplasia di alto grado a livello talamico”. Così entra in azione l’equipe del reparto di neurochirurgia dell’ospedale napoletano, la piccola Sara viene sottoposta ad un delicatissimo intervento e poi trasferita all’ospedale Pausillipon per le chemioterapie più opportune.

Aspirina meglio della chemio contro il tumore al cervello

Pubblicato il 03 Lug 2016 alle 11:18am

Contro il tumore al cervello arriva una nuova arma, ovvero una vecchia conoscenza: l’aspirina, che si rivela essere un arma micidiale contro il tumore al cervello. (altro…)

Milano: in arrivo Eden 2020, il robot chirurgico biomimetico per il tumore al cervello

Pubblicato il 14 Giu 2016 alle 9:54am

Nascerà fra 4 anni, nascerà un robot chirurgico che si chiamerà ‘Eden 2020’, e servirà ad operare il cervello seguendo traiettorie ispirate alla natura. Al lavoro un team di ricercatori internazionali fra cui 3 atenei milanesi – Politecnico, università Statale e università Vita-Salute San Raffaele – guidati da Ferdinando Rodriguez y Baena, dell’Imperial College di Londra.

Un progetto finanziato per 8,3 milioni di euro dalla Commissione europea nell’ambito del programma Horizon 2020, che pera di sviluppare una sonda robotica flessibile di ultima generazione che permetterà di raggiungere e curare le regioni cerebrali più profonde in modo sicuro per i pazienti e soprattutto per coloro che sono stati colpiti da un glioma. Con la partecipazione dell’università di Groningen (Paesi Bassi) e dell’università tecnica di Monaco (Germania), insieme alle aziende Renishaw Plc e Xograph Healthcare Ltd.

Infine i neuroradiologi dell’università Vita-Salute San Raffaele forniranno immagini ad alta risoluzione che consentiranno di visualizzare in modo accurato le strutture coinvolte dal tumore.

Sulla base di queste nuove immagini verrà pianificata la traiettoria del catetere robotico, che sarà poi guidato dal neurochirurgo tramite uno speciale joystick. Da qui, un sistema esterocettivo situato all’esterno del catetere lo localizzerà mediante l’acquisizione di immagini a ultrasuoni intraoperatorie, mentre un sistema di sensori posizionati sul catetere ne misurerà la curvatura garantendo l’aderenza al percorso cerebrale pianificato e l’assoluta sicurezza per il malato.

Cancro al cervello, ricercatori italiani scoperta proteina responsabile. Farmaci per guarirlo

Pubblicato il 08 Gen 2016 alle 6:49am

Secondo un recente studio guidato da ricercatori italiani, ma condotto negli Usa, sarebbe stato individuato il meccanismo responsabile del mantenimento delle cellule staminali neoplastiche del glioblastoma, il più aggressivo e letale dei tumori cerebrali.

Una proteina, identificata come ID2, in grado di attivare una serie di eventi capaci di promuovere sia lo sviluppo che la crescita del glioblastoma.

Una scoperta sensazionale riportata anche dalla rivista scientifica ‘Nature‘, fatta dai ricercatori della Columbia University di New York sotto la direzione degli italiani Antonio Iavarone e Anna Lasorella.

“Disattivando” questa proteina si riuscirebbe a bloccare anche la crescita del tumore e “Adesso – spiega dagli States Iavarone all’Adnkronos Salute – stiamo cercando di disattivare farmacologicamente la proteina, per bloccare la crescita della malattia“.

Un ottimo risultato che permetterà di curare tanti pazienti da questo terribile male.

Fukushima: “Mai curato il Pontefice”, ma Qn ribadisce veridicità notizia

Pubblicato il 24 Ott 2015 alle 6:56am

“Sono state scritte tante falsità, non ho mai curato papa Francesco”. Queste le parole del neurochirurgo giapponese Takanori Fukushima che smentisce le notizie pubblicate nei giorni scorsi da Qn in merito allo stato di salute del Santo Padre. (altro…)

Bimba morta di tumore al cervello ibernata a -196°

Pubblicato il 19 Apr 2015 alle 9:04am

Bimba di 3 anni, morta dopo che le è stato diagnosticato un tumore al cervello, è stata ibernata, per volere dei genitori con la speranza che un giorno possano arrivare nuove cure che permettano alla bambina di poter tornare di nuovo in vita. (altro…)