Tunisia

Migranti, il Viminale: “Rimpatrio tunisini sbarcati a Lampedusa, ecco quando e come”

Pubblicato il 17 Set 2018 alle 7:32am

Comincerà oggi, lunedì 17 settembre il rimpatrio dei 184 tunisini sbarcati a Lampedusa. I migranti verranno rimpatriati con i voli charter attualmente utilizzati nell’ambito dell’accordo in vigore con la Tunisia che prevede procedure semplificate, con un massimo di 80 rimpatri a settimana. I primi 40 dovrebbero partire in giornata, mentre un secondo scaglione è previsto nella giornata di giovedì.

Ma dal governo di Tunisi trapela un secco no al piano italiano.

Un precedente accordo con la Tunisia prevede infatti procedure semplificate, e dunque il rimpatrio con i voli charter, deve essere applicato esclusivamente a quei tunisini che sbarcano sulle coste siciliane: i migranti vengono intervistati dal console di Tunisi a Palermo o da suoi rappresentanti e, una volta verificata la loro identità, vengono rimpatriati.

Sui charter possono essere imbarcati non più di 40 migranti, perché ognuno deve essere scortato da due agenti. Per tutti gli altri tunisini intercettati sul territorio italiano valgono invece le procedure ordinarie: i migranti vengono trasferiti nei Cie in attesa dell’identificazione da parte della autorità di Tunisi.

Sui rapporti con la Tunisia, il ministro dell’interno e vicepremier Matteo Salvini ha annunciato un incontro a Roma per “lavorare sul flusso in arrivo perché lì non c’è guerra, non c’è carestia e non si capisce perché barchini o barconi devono partire dalla Tunisia e arrivare in Italia”.

Donne tunisine possono sposare anche uomini non musulmani

Pubblicato il 18 Set 2017 alle 6:50am

La Tunisia ha abolito una legge che impediva alle donne tunisine di sposare uomini non musulmani, a meno che non si convertissero all’Islam e lo dimostrassero attraverso un certificato. (altro…)

Arrestato il tunisino Abu Nassim, esponente di spicco dell’Isis reclutatore di Jihadisti in Italia

Pubblicato il 18 Ago 2016 alle 2:36pm

Le forze libiche di Zintan, alleate del generale Khalifa Haftar, hanno reso noto di aver arrestato il tunisino Moez Ben Abdulgader Ben Ahmed Al Fezzani, conosciuto come Abu Nassim, considerato uno dei reclutatori più importanti di jihadisti in Italia.

Già arrestato dagli americani, processato a Milano, assolto, espulso e tornato in Libia, l’uomo sarebbe in collegamento anche con il gruppo che ha rapito i tecnici della Bonatti.

Abu Nassim, secondo il Libya Herald, stava scappando da Sirte per raggiungere la Tunisia e poi Lampedusa. Abu Nassim sarebbe stato catturato assieme ad altri 20 esponenti dell’Isis in una località tra le città di Rigdaleen e di Al-JMail, nell’ovest del paese alcuni giorni fa, ma la notizia sarebbe pervenuta soltanto oggi.

Il dipartimento antiterrorismo della Procura di Milano, guidato da Maurizio Romanelli, sta effettuando accertamenti anche alla luce dei documenti, di cui si è parlato nei giorni scorsi, che sarebbero stati trovati in un covo del sedicente Stato islamico a Sirte. Carte che farebbero riferimento anche al ruolo di Fezzani come presunto reclutatore di jihadisti in Lombardia.

Detenuto per 7 anni nella base militare americana di Bagram in Afghanistan e per oltre due anni in Italia, venne assolto nel 2012 a Milano, espulso, e poi condannato in appello a 6 anni quando era già fuori dall’Italia.

Tunisia, sotto attacco la polizia a Sousse

Pubblicato il 20 Ago 2015 alle 11:35am

Tre poliziotti tunisini, mentre si recavano a lavoro, sono stati raggiunti da colpi di fucile sparati da due uomini a bordo di una grossa moto a circa 7 chilometri da Sousse. (altro…)

Viaggi in Tunisia: la Farnesina non sconsiglia, ma Tour operator pronti al rimborso

Pubblicato il 29 Giu 2015 alle 11:18am

L’attentato messo in atto dallo Stato Islamico, venerdì scorso, negli alberghi di Sousse, in Tunisia, che ha causato 38 morti e 36 feriti, ha spinto molti turisti italiani, e stranieri ad annullare le loro vacanze o anticipare il rientro in patria. (altro…)

Tunisia: strage di turisti, sale bilancio delle vittime, 39 morti e 36 feriti. Allerta anche in Italia

Pubblicato il 27 Giu 2015 alle 11:35am

Secondo la tv di Stato tunisina, le vittime della strage di ieri, avvenuta su una spiaggia di Sousse, tra due hotel, ammonterebbero a 39. Trentasei i feriti, molti di nazionalità tunisina, britannica, tedesca e belga. (altro…)

Tunisia: attacco terroristico in spiaggia, colpiti due alberghi, 27 morti

Pubblicato il 26 Giu 2015 alle 3:29pm

Su Twitter e Instagram alcuni turisti hanno postato alcune foto che mostrano gli istanti successivi agli spari esplosi sulla spiaggia di due alberghi, l’Imperial Marhaba e l’Hotel Soviva.

Mohamed Ali Laroui, portavoce del Ministero degli Interni tunisino, parla di “almeno 27 morti”, molti stranieri, e 6 feriti tra cui i residenti dei due alberghi. Uno dei due killer sarebbe rimasto ucciso dalle forze dell’ordine.

La Farnesina verifica l’eventuale presenza di turisti italiani.

Gli attentatori avrebbero fatto irruzione arrivando via mare. Una volta aperto il fuoco molti turisti sarebbero riusciti a mettersi in salvo, mentre altri avrebbero trovato la morte.

Nell’attentato sarebbero morti anche dei turisti inglesi e tedeschi. Lo ha comunicato il portavoce del ministero dell’Interno di Tunisi, Mohamed Ali Aroui, come riporta la locale Radio Mosaique.

Peschereccio italiano dirottato dai tunisini, ancora ignote le cause

Pubblicato il 21 Set 2013 alle 10:39am

Una brutta avventura è quella capitata al peschereccio italiano Cartagine, proveniente da Mazara del Vallo che era in navigazione a 70 miglia dalle coste tunisine. L’imbarcazione, è stata affiancata e dirottata verso il porto di Sfax della Tunisia da una motovedetta della dogana. (altro…)

Turismo Tunisia – Msc: ripristino dello scalo La Goulette

Pubblicato il 19 Giu 2011 alle 8:20am

Dopo un’interruzione dovuta a disordini geopolitici del Nord Africa, dal primo luglio verrà ripristinato lo scalo al porto La Goulette di Tunisi negli itinerari turistici con partenza dall’Italia. (altro…)