turisti

Isole Canarie, rischio contagio batterio Klebsiella pneumoniae

Pubblicato il 14 Lug 2018 alle 10:02am

Tra gennaio e aprile, si sono registrati 13 turisti, cittadini svedesi e norvegesi, colpiti da un batterio resistente agli antibiotici, la Klebsiella pneumoniae, contratto durante il loro ricovero nell’ospedale di Gran Canaria, nelle isole Canarie.

L’allarme è stato lanciato dal Centro europeo per il controllo delle malattie (Ecdc), che spiega anche come vi sia un alto rischio che questo batterio si diffonda in Europa una volta che i turisti tornino e vengano ricoverati negli ospedali del loro Paese d’origine, se non vengono prese le necessarie misure di precauzionali.

Le analisi genetiche hanno confermato che il batterio in questione la Klebsiella pneumoniae St392 che produce enzimi Ora 48 e di solito si contrae proprio nelle strutture sanitarie.

La probabilità di rimanere contagiati è molto bassa per chi non entra in contatto con la struttura sanitaria, ma, avverte l’Ecdc, c’è un alto rischio che si diffonda e di focolai epidemici se il viaggiatore lo prende, ma non gli viene rilevato, e viene ricoverato in ospedale una volta tornato a casa.

Il rischio di un’epidemia che si espanda a tutta Europa è molto alto, se i pazienti vengono trasferiti da un Paese all’altro. Per questo l’Ecdc suggerisce agli ospedali di tutti i Paesi europei di verificare, al momento del ricovero, dove hanno viaggiato e dove sono stati ricoverati prima i pazienti.

Spagna, è allarme turismofobia

Pubblicato il 06 Giu 2017 alle 11:00am

In Spagna è scoppiata la turismofobia. Sia a Palma de Maiorca che a Barcellona i residenti dicono no all’arrivo di turisti, per i molteplici disservizi, caos e atti di vandalismo a cui vanno incontro, soprattutto nel periodo estivo. (altro…)

Turisti in piazza e nei musei: a Napoli, oltre 500mila persone solo sul lungomare la notte di Capodanno

Pubblicato il 02 Gen 2017 alle 12:36pm

“Un Capodanno fantastico ! Oltre mezzo milione di persone hanno attraversato Napoli tra la sera del 31 e l’alba del 1 tra piazza plebiscito e lungomare liberato. Il più imponente e partecipato concerto italiano, forse d’Europa, di fine anno. La più grande discoteca all’aperto del mondo: oltre tre chilometri. Musica di ogni genere. Napoletani mescolati a turisti, napoletani ed abitanti di Napoli insieme nelle loro diversità. Una contaminazione umana di vita. Allegria, gioia, voglia di vivere, sorrisi che per un po’ prendono il sopravvento anche sulle sofferenze e sui problemi. Tantissima umanità e voglia di riscatto. Grazie a tutte e tutti che hanno lavorato per un capodanno con emozioni così profonde. Tutto questo ha un nome: orgoglio partenopeo. W Napoli !!”

In piazza del Plebiscito il concertone dei big a Napoli tra fuochi d’artificio da Castel dell’Ovo intorno alle 2 e cinque palchi posizionati lungo un percorso di quasi tre chilometri sul lungomare, per tirare avanti fino all’alba a ritmo di musica. Il momento centrale è stato lo show del Plebiscito in cui si sono esibiti Clementino, gli Stadio, i Tiromancino, Franco Ricciardi, Valerio Jovine, il Coro della città di Napoli e Andrea Sannino.

Boom di presenze anche per la prima domenica dell’anno dedicata ai musei aperti: quattromila gli ingressi al Museo Archeologico che ha chiuso il 2016 con 452.736 visitatori. Folla anche a Capodimonte, al Duca di Martina, Castel Sant’Elmo e alla Certosa di San Martino. Il Madre, che aperto alle 14, ha richiamato 350 visitatori. Successo per Pompei (6.793) e Reggia di Caserta (6.727).

Papa Francesco rinuncia alla residenza di Castel Gandolfo, dal 21 ottobre diventerà un museo

Pubblicato il 15 Ott 2016 alle 9:58am

La residenza di Castel Gandolfo di proprietà del Vaticano sarà annessa alle altre stanze del palazzo, già divenute da tempo museo. A deciderlo è Papa Francesco in persona, a tre anni e mezzo di distanza dal suo desiderio di voler rinunciare ad ogni beneficio e sfarzo, e alloggiare al terzo piano del palazzo apostolico. (altro…)

al-Qaeda, Burkina Faso, assalto jihadista a hotel: morti 23 turisti di 18 diverse nazionalità

Pubblicato il 16 Gen 2016 alle 11:42am

Un commando terrorista ha lanciato nel corso della notte un sanguinoso attacco ad un ristorante e un albergo frequentati da occidentali a Ouagadougou, preceduto dall’esplosione di due autobombe.

Sarebbero almeno 23 i morti, di 18 nazionalità diverse. L’operazione è stata rivendicata da al-Qaeda nel Maghreb Islamico a due mesi dopo l’attacco in Mali.

Questa mattina il governo del Burkina Faso ha annunciato la fine del blitz delle forze speciali per liberare la struttura dia terroristi.

Un primo bilancio parla di 126 ostaggi liberati e tre jihadisti morti. Secondo il ministro dell’Interno Simon Compaorè, un terzo attacco dei terroristi sarebbe attualmente in corso all’hotel Ybi, vicino all’area dei precedenti assalti, nel centro di Ouagadougou.

Egitto, esercito uccide per errore 12 turisti, scambiati per combattenti dell’Isis

Pubblicato il 14 Set 2015 alle 12:07pm

Scambiati per combattenti dell’Isis e attaccati mentre erano nel mezzo al deserto occidentale in Egitto, è quanto è successo ad un gruppo di turisti uccisi per errore dai militari in una operazione anti-terrorismo. (altro…)

Coppia di turisti polacchi cade dalla scogliera di Cabo del Roca, mentre fa un selfie

Pubblicato il 12 Ago 2014 alle 11:44am

Due turisti polacchi in vacanza in Portogallo hanno perso la vita, sabato scorso in un drammatico incidente. I due facendosi un selfie sul ciglio di una scogliera, sono inciampati e precipitati nell’oceano. (altro…)

Allerta Al Qaeda, per turisti americani all’estero, soprattutto in Medio Oriente, Penisola Araba e Nord Africa

Pubblicato il 02 Ago 2013 alle 7:07pm

Nuove minacce arrivano da Al Qaeda agli Stati Uniti. Il dipartimento americano, ha lanciato un allarme a tutti gli americani in viaggio temendo possibili attentati terroristici da parte del gruppo fondato da Bin Laden, in particolare in Medio Oriente, Penisola Araba e Nord Africa. (altro…)