verde

Dopo la quarantena, alla riscoperta dei Giardini meravigliosi che abbiamo in Italia

Pubblicato il 21 Mag 2020 alle 7:29am

Dal 4 maggio sono aperti al pubblico i più bei giardini di Italia. Luoghi meravigliosi, eden protetti dove poter restare in contatto con la natura dopo una prolungata e sofferente quarantena da Coronavirus.

Grandi Giardini Italiani, un network che annovera nel proprio circuito alcune proprietà verdi tra le più belle del paese. Tra questi il Parco Pallavicino (Verbania) Giardini Botanici di Villa Taranto (Verbania), Reggia di Venaria Reale (Torino), l’Oasi Zegna (Biella), Villa Olmo (Como), Giardini di Villa Melzi d’Eril (Como), il Vittoriale degli Italiani (Brescia), Parco Comunale Angelo e Lina Nocivelli (Brescia) Villa Cipressi (Lecco), Villa Durazzo Pallavicini (Genova) Parco Storico Villa Serra (Genova), Villa Durazzo (Genova), Parco delle Terme di Levico in Trentino Alto Adige, Giardino Giusti (Verona), Castello di San Pelagio (Padova), Giardino Monumentale di Valsanbizio (Padova), Villa Trissino Marzotto (Vicenza), Giardino Giusti (Verona), Labirinto della Masone (Parma), Villa Imperiale (Pesaro), Palazzo Colonna (Roma), Castello Ruspoli (Viterbo), Fondazione Nicola Del Roscio (Latina), Sacro Bosco di Bomarzo (Viterbo), Le Stanze in fiore di Canalicchio (Catania), Fondazione La Verde La Malfa (Catania).

I giardini sono veri e propri musei da ammirare all’aria aperta, ricchi di storia, tesori artistici e architettonici da conoscere e visitare in sicurezza e tranquillità anche con i propri bambini.

Una terapia anti-stress, dopo il chiuso casalingo, e una rigenerazione naturale per mente e spirito. Un contatto per immergersi nelle bellezze della natura.

Fitness green, bastano 4 ore totali in 15 giorni per stare bene mentalmente e rimettersi in forma

Pubblicato il 26 Lug 2019 alle 8:27am

Secondo gli analisti del Global Wellness Institute che, hanno incluso il fitness green ai primi posti dei nuovi trend globali del benessere, ci vogliono 4 ore totali nell’arco di 15 giorni di camminate, corse lente, pedalate, giochi di gruppo oppure leggeri esercizi di stretching e respirazione dentro le pinete, nei boschi o nei parchi per innalzare in modo evidente i livelli di benessere.

Precisano infatti che “Ci vogliono 120 minuti alla settimana per quindici giorni, per un’impatto positivo a tutte le età: e farlo non costa nulla al contrario di personal trainer e palestre”, spiegano gli autori del focus che riporta una curiosa e salvifica indagine fatta da autorevoli studiosi inglesi su un vasto campione di persone (20.000 uomini e donne di diverse fasce d’età).

Lo studio, pubblicato su Nature, è più che attendibile.

Dopo innumerevoli sondaggi dedicati a cosa e come ritornare in forma, eliminando anche lo stress si scopre che il verde è la vera arma per stare bene e rigenerarsi, ritornare in forma.

Pertanto, vacanze o non vacanze, basta guardarsi intorno per fare un po’ di attività fisica non troppo impegnativa e respirare aria più pulita filtrata dagli alberi. Infine, spiegano i ricercatori, se si è fuori forma, affaticarsi troppo e fare movimento per 200-300 minuti alla settimana invece che 120 non dà i benefici sperati da chi si sacrifica. Anzi, esagerare quando durante l’inverno si è stati grossomodo sedentari innalza i livelli di stress, aumentando appetito e facendo cadere in tentazione verso cibi grassi e zuccherini in modo più diretto. Per questo, è sempre meglio puntare sul relax-green, guardarsi intorno e respirare profondamente. Il resto non serve.

Zanzare: il caffè fa miracoli

Pubblicato il 26 Giu 2019 alle 9:45am

Per difendersi dalle zanzare, dalle loro punture, ecco a voi un rimedio tutto naturale. Immediato e semplice da utilizzare: il caffè. Può essere utilizzato in polvere, chicchi e liquido. Ecco come.

Per allontanare le zanzare basta bruciare un po’ di polvere: si prende un piatto ricoperto di carta di alluminio, si mette un po’ di caffè in chicchi ricoperto da quello macinato, e gli si dà fuoco, facendo bruciare il tutto molto lentamente. Così le zanzare saranno messe in fuga appena sentiranno l’odore. Si può aumentare l’effetto spargendo la polvere dove c’è acqua stagnante, che, come è noto attira le zanzare.

Anche il caffè liquido risulta essere molto efficace: basta nebulizzarlo e spruzzarlo nelle zone infestate o quelle più esposte come i balconi e i davanzali o le aree con le piante. La fuga è assicurata.

E per le larve? Si prendoni i chicchi e li si mette nella terra delle piante oppure nell’acqua stagnante. Oltre a uccidere le larve il caffè anche il potere di rinforzare le piante e renderle più fertili.

Stress, come ridurlo con un rimedio tutto naturale

Pubblicato il 08 Apr 2019 alle 6:14am

Esiste un rimedio naturale efficacissimo contro lo stress, che tutti noi tendiamo ad ignorare, ma che è molto facile anche da praticare. Consiste nel trascorrere almeno 20 minuti al giorno a contatto con la natura, in un parco verde urbano o ovunque ci sia del verde. Secondo un recente studio infatti, pubblicato sulla rivista scientifica Frontiers in Psychology questa esperienza aiuterebbe all’organismo a ridurre il principale ormone dello stress, il cortisolo. Chi ha la possibilità, può concedersi passeggiate in montagna, chi vive in città può sempre trovare sollievo e ristoro in uno spazio verde, sotto casa o a portata di mano nella propria città o comuni limitrofi.

“Sapevamo che trascorrere del tempo immerse nella natura ha effetti anti-sterss, ma finora non era noto in quali ‘dosi’ e in che maniera ‘assumere’ il contatto con la natura”, dice MaryCarol Hunter, della University of Michigan che ha condotto lo studio. “Il nostro studio mostra che i risultati maggiori si ottengono trascorrendo da 20 a 30 minuti seduti o passeggiando in qualsiasi luogo che ci trasmetta il senso di vicinanza alla natura”.

La ricerca è stata condotta su un gruppo di volontari che per otto settimane hanno dovuto trascorrere del tempo in luoghi naturali, come ad esempio un parco pubblico, ma senza fare sport, conversare con amici o svolgere altre attività che possono già di per sé avere un’influenza sullo stress. Ai volontari è stata misurata a più riprese la concentrazione del cortisolo nella saliva ed è emerso che l’ormone diminuisce a partire dai 20 minuti trascorsi a contatto con la natura; la concentrazione cala in proporzione al tempo trascorso fino a un calo massimo a 30 minuti di immersione nella natura.

“I clinici possono usare i nostri risultati come regola basata sull’evidenza per stabilire come prescrivere il contatto con la natura” – afferma ancora Hunter. “Il nostro studio fornisce le prime stime di come l’esperienza a contatto con la natura impatti sui livelli di stress nel contesto della normale vita quotidiana”.

Contatto con la natura, i benefici sulla salute

Pubblicato il 03 Set 2018 alle 2:15pm

Con la bella stagione non c’è niente di meglio che stare all’aria aperta. Perché vivere a contatto con la natura è la cosa migliore e lo dice anche la medicina. Almeno questo è quanto emerso da una recente revisione di oltre 140 ricerche scientifiche sul tema che hanno coinvolto oltre 290 milioni di persone. (altro…)

Piazza della Scala diventa giardino urbano per la eco-moda

Pubblicato il 22 Set 2017 alle 9:51am

In occasione della Fashion Week che si terrà a Milano, piazza della Scala è divenuta un Green Carpet, per promuovere la sostenibilità e uno stile di vita rispettoso dell’ambiente.

Un giardino bellissimo in vista del “Green Carpet Fashion Awards” previsto per domenica 24 settembre al Teatro alla Scala, sul modello delle premiazioni degli Oscar.“

La manifestazione è promossa dalla Camera Nazionale della Moda Italiana e prevede la partecipazione di designer emergenti con la realizzazione di look che esaltino la manifattura del Made in Italy nel pieno rispetto dei valori sociali e ambientali.

Sono previsti premi sia per gli aspiranti designer (sono già stati selezionati i cinque finalisti) sia per gli stilisti e le imprese.

La piazza è stata allestita con alberi e piante, trasformata in un giardino urbano vero e proprio.