verdure e frutte ricche di vitamina c

Pressione bassa, attenzione alla carenza di vitamina C

Pubblicato il 22 Lug 2018 alle 7:37am

Stanchezza, affaticamento e nausea sono solo alcuni dei tanti sintomi che possono essere originati dall’ipotensione, una patologia che colpisce moltissime persone e che è legata non solo allo stile di vita, ma soprattutto all’alimentazione.

Ad oggi le cause più comuni della pressione bassa erano: disidratazione, stress, sudorazione eccessiva, intensa attività fisica. Ora invece, si aggiunge anche una carenza di vitamina C.

Se si avvertono capogiri, spossatezza fisica continuata, sudore freddo e annebbiamento della vista, allora è possibile che soffriate di pressione bassa. Il consiglio giusto è quello di sottoporvi ad una rapida misurazione della pressione, magari dal vostro medico di fiducia o farmacista.

Un aiuto importante, arriva, però, dall’alimentazione, che dovrebbe garantire il giusto apporto di vitamina C per sconfiggere i sintomi dell’ipotensione e stabilire i giusti valori.

Questa sostanza davvero molto preziosa, anche per le difese immunitarie è presente in moltissimi alimenti e fra le sue tante caratteristiche benefiche vi è anche quella di migliorare l’assorbimento del ferro nel sangue, fondamentale per regolazione della pressione stessa.

La vitamina c, oltre ad essere presente nella frutta, come agrumi, fragole, ciliegie, è anche presente in molte verdure, come spinaci e lattuga, ma anche pomodori, broccoli, radicchio, peperoni e patate.

Il prezzemolo, poi, è un ottimo alleato per condire i nostri piatti in quanto ricco di vitamina C.

Ottimo anche il succo di melograno, in quanto ricco di vitamina A, B e C, dotato di proprietà rinfrescanti e tonificanti che lo rendono perfetto soprattutto nel periodo estivo.

Infine il sale, usato con moderazione aiuta ad aumentare la pressione sanguigna, lo stesso dicasi per qualche pezzetto di liquirizia.