vincitore

Il vincitore della seconda edizione di Ora o mai più è Paolo Vallesi

Pubblicato il 03 Mar 2019 alle 1:26pm

Il vincitore della seconda edizione di Ora o mai più è Paolo Vallesi. Un risultato apparso sin da subito più che scontato ai fedeli dello show di Amadeus: il cantante toscano ha infatti vinto quasi tutte le puntate dello show finale con televoto che lo ha decretato come il nuovo vincitore 2019.

Vallesi, dopo aver alzato il trofeo, ha voluto ringraziare il pubblico che l’ha votato e sempre sostenuto, e soprattutto la sua Coach, Ornella Vanoni, che l’ha aiutato a crescere e a migliorare settimana dopo settimana. Sul palco con lui anche il figlio Francesco, che lo ha raggiunto per complimentarsi per l’importante traguardo ottenuto.

Nel corso della serata il 54nne ha presentato la sua nova canzone inedita dal titolo: Ritrovarsi ancora.

Tale e Quale Show 2018, vincitore con l’interpretazione di Andrea Bocelli, Federico Angelucci

Pubblicato il 26 Nov 2018 alle 7:45am

L’interpretazione di Andrea Bocelli gli ha regalato il primo posto nella finale di Tale e Quale Show 2018. Federico Angelucci è stato infatti decretato vincitore da Carlo Conti nella serata di venerdì su Rai Uno. (altro…)

Il miglior panettone artigianale e tradizionale del 2018, è quello del campano Raffaele Romano

Pubblicato il 05 Ott 2018 alle 7:31am

E’ Raffaele Romano, della pasticceria Fratelli Romano di Solofra (AV) il vincitore, tra creazioni di altissimo livello tra i migliori artigiani italiani, della finale del concorso nazionale Panettone Day 2018. (altro…)

Claudio Baglioni vincitore della 68^ edizione del Festival di Sanremo. Vinta la sfida, la musica torna ‘al centro’, oltre il 58% lo share

Pubblicato il 11 Feb 2018 alle 11:09am

Ascolti straordinari per la serata finale del Festival di Sanremo 2018, targato Claudio Baglioni. La kermesse canora è stata seguita da 12 milioni 125 mila spettatori, share 58,3%, restando il secondo miglior risultato dal 2002.

Claudio Baglioni è il vincitore morale di questo festival 2018. E’ entrato da “sacrestano” e ne è uscito da Papa, vincitore. Sin dall’inizio, ha dimostrato di aver le idee chiare su quello che doveva essere il ‘suo’ Festival: “portare la musica al centro della scena, perché stella polare “, e ci è riuscito alla grande!

Ha “ripulito” il Festival da scorie e orpelli che negli ultimi anni lo avevano reso solo spettacolo ed intrattenimento, privo di ogni contenuto. Per dargli una veste nuova, una ventata di originalità e fantasia, uno spettacolo che sarà ricordato per sempre. E dal quale poter ripartire anche il prossimo anno, per riuscire a fare ancora di più.

C’è voluto coraggio, e Claudio ne ha avuto tanto. Prendersi questo fardello e farne qualcosa di diverso, di straordinario.

Portare sulle proprie spalle il peso di un impegno così grande, i ritmi, le beghe, i confronti con l’auditel, le critiche alla persona e alla carriera. Ma Claudio Baglioni ne è uscito vincitore.

Ci ha creduto fino in fondo e ha fatto bene. Ha esercitato il suo ruolo di direttore artistico e co-conduttore, in modo impeccabile: si è messo in gioco, con tutto se stesso, dando però anche spazio, merito ai veri protagonisti della scena e del festival.

Baglioni quest’anno, compie 50 anni di carriera. Ricordiamoci che è uno dei cantautori più importanti della storia della musica leggera italiana.

Il prossimo 15 settembre sarà impegnato con un grande concerto all’Arena di Verona, dove porterà ‘AL CENTRO’, proprio la musica, per festeggiare, questo importante traguardo. E poi un lungo tour nelle arene indoor.

Tantissimi gli ospiti che hanno duettato con Claudio e con lui si sono emozionati durante il Festival di Sanremo: Biagio Antonacci, Gianna Nannini, Gino Paoli, Giuliano Sangiorgi e i Negramaro, Laura Pausini, Franca Leosini, Federica Sciarelli e tanti altri.

Duetti impeccabili che hanno sorpreso anche le nuove generazioni, per la versatilità di questo grande artista, cantautore italiano.

Il pubblico italiano ha gradito: è rimasto incollato allo schermo fino a notte fonda. Il Festival ha toccato picchi di ascolto del 58%, una cosa che non si vedeva da anni.

Tutto merito di Baglioni? Certamente, e delle persone che con lui hanno lavorato e reso tutto questo possibile.

Nulla è stato lasciato al caso, dalle scenografie all’abbigliamento, dalla scelta dei conduttori, Michelle Hunzicker e Pierfrancesco Favino, che si sono rivelati dei fantastici compagni di viaggio, alla scelta dei brani in gara.

Oggi, che le luci si sono spente, dopo cinque “notti di note” immense, straordinarie, resta ancora la magia e l’incanto che solo Baglioni sa regalare; con la sua ironia, sarcasmo quanto basta, serietà, professionalità, precisione, tanto da riuscire a rendere indimenticabile un Festival proprio come ha fatto con le sue canzoni, la sua musica, le sue parole ricche di forza e di emozioni, invincibili da battere.

La sua creatività, la sua signorilità, e grande umanità, non smettono mai di sorprenderci e di stupirci.

Oggi “Agonia” ha lasciato il posto al “Signor Ariston”, come lo ha definito Nino Frassica. Il padrone di casa che ricorda il Pippo Baudo “direttore artistico totale” dei tempi che furono. Una sintesi perfetta di questa trasformazione è il “BaglionOne”, la nuova creatura presentata al Festival da Pierfrancesco Favino/Steve Jobs che canta, parla, suona, dirige, recita, balla, imita.

Lo vedremo anche il prossimo anno alla guida del Festival? Chissà..Certamente sarebbe un’altra bella sfida. Battere se stesso.

Foto Ufficio Stampa Baglioni

Ballando con le Stelle, conosciamo il vincitore Oney Tapia, vicecampione paraolimpico di Rio 2016

Pubblicato il 02 Mag 2017 alle 9:34am

La coppia formata da Oney Tapia e Veera Kinnunen ha vinto il 30 aprile scorso la dodicesima edizione di Ballando con le stelle, battendo così la coppia formata da Fabio Basile e Anastasia Kuzmina, arrivati secondi.

Terze a pari merito le coppie formate da Martina Stella e Samuel Peron, Xenya e Raimondo Todaro.

Ma vediamo chi è Oney Tapia.

Il vincitore di Ballando con le stelle 2017 è nato a L’Avana il 27 febbraio 1976. E’ un atleta paralimpico italiano specializzato nel getto del peso e nel lancio del disco per la categoria non vedenti. Giocatore di baseball si è trasferito in Italia nel 2002 per fare il lanciatore nell’Old Rags Lodi e nel Montorio Veronese; poi ha iniziato a giocare a rugby lavorando allo stesso tempo come giardiniere.

Nel 2011, nel potare un albero a 25 metri di altezza, è stato colpito da un grosso ramo alla testa che gli ha provocato la perdita della vista. Da quel momento in poi Oney si è avvicinato al mondo dell’atletica leggera paralimpica, specializzandosi nel lancio del disco e nel getto del peso. Ad ottobre del 2013, ha debuttato in pedana in una gara ufficiale, ha lanciato il disco a 30,99 metri ed è diventato primatista nazionale di specialità nella categoria F11. In due anni ha raggiunto il primato di oltre 10 metri arrivando a 40,26, misura che nel 2015 gli ha permesso di arrivare al vertice del ranking mondiale. Entrato in Nazionale, ha ottenuto un tredicesimo posto nel peso ai Mondiali paralimpici di Doha del 2015. Nel 2016 agli Europei di atletica paralimpica di Grosseto ha vinto la medaglia d’oro nel disco con il nuovo record italiano di 42,56, mentre nel peso si è posizionato quinto. Con la conquista dell’argento nel disco alle Paralimpiadi di Rio de Janeiro che è stato consacrato a livello mondiale. Il suo motto è: “..Ricorda che un sorriso è il gesto più prezioso…trasmettere amore, allegria e passione è il miglior modo per farsi ricordare…! O.T.”

Oney Tapia è sposato anche se non ha mai rivelato l’identità della moglie. Ha tre figlie femmine che hanno rispettivamente tredici, dieci e cinque anni. Oltre allo sport è un grande appassionato della montagna. “Adoro andare in montagna. Amo la natura che mi permette di ritrovare un’energia immensa ascoltando il canto degli uccelli o il rumore del mare“.

A Ballando con le Stelle, Oney ha ballato in coppia con Veera Kinnunen, nata a Gavle (Svezia) il 06 marzo 1986, da genitori Finlandesi. Veera ha studiato e vissuto a Gavle fino all’età di 19 anni, e una volta terminati gli studi si è trasferita in Australia per far parte del Cast di “Burn the Floor”, show a livello internazionale di danze Standard e Latino Americane. E’ la ballerina svedese che ha ottenuto più vittorie: 10 titoli nazionali in diverse classi di età nella massima serie svedese. Ha iniziato a ballare all’età di 7 anni e ha studiato varie discipline tra cui: danza classica, jazz, moderno, contemporaneo, standard, salsa, bachata, merengue, hip hop, disco, samba brazilian style, bugg, boogie woogie, lindy hop, latino americani.

Il cileno Alejandro Aravena vincitore del Premio Pritzker 2016

Pubblicato il 14 Gen 2016 alle 5:58am

L’architetto cileno Alejandro Aravena è il vincitore del Premio Pritzker 2016, una sorte di premio Nobel dell’architettura.

L’annuncio è stato dato ieri a Chicago dalla Fondazione Pritzker. Nella motivazione, la giuria ha spiegato che Aravena si è impegnato per migliorare gli spazi urbani, con “uno sforzo abile, così da rispondere alle sfide sociali ed economiche di oggi”.

L’architetto Aravena, 48 anni, succede dunque al collega tedesco Frei Otto, vincitore della passata edizione, quarto latino americano ad essere insignito nella storia del riconoscimento dopo il messicano Luis Barragán e i brasiliani Oscar Niemeyer e Paulo Mendes da Rocha.

Nel luglio scorso, il Cda della Biennale di Venezia, presieduto da Paolo Baratta, ha nominato il vincitore di questa edizione, direttore del Settore Architettura, al fine di curare la 15a Mostra Internazionale di Architettura della Biennale che si terrà la prossima primavera dal 28 maggio al 27 novembre 2016.

X Factor, il vincitore della nona edizione è Giosada, secondi gli Urban Strangers

Pubblicato il 11 Dic 2015 alle 2:06pm

Giosada vince la nona edizione di X Factor diretta da Luca Tomamsini. La finalissima, andata in onda in diretta su sky Uno, ieri sera in prima serata in collegamento dal Forum di Assago di Milano, ha visto aggiudicarsi il secondo posto dal gruppo degli Urban Strangers.

Giosada, al secolo Giovanni Sada, cantautore pop barese, ha quindi sbaragliato la concorrenza portando a casa la vittoria alla squadra di Elio.

Sul palco a contendersi il titolo oltre lui anche la 17enne Enrica Tara guidata da Skin, il 26enne Davide Sciortino capitanato da Shorty, gli Urban Strangers da Fedez.

I concorrenti hanno iniziato la gara con una serie di duetti, accompagnati al piano da Cesare Cremonini.

La prima prova ha portato all’eliminazione di Enrica Tara. Nella seconda fase si confrontati i tre concorrenti rimasti in sfida con una prova di inediti che ha portato anche all’eliminazione di Davide Sciortino.

Ospiti della serata i Coldplay e ad accendere il ritmo della competizione anche l’esibizione dei singoli giudici: prima quella di Elio con le sue Storie Tese e poi quella di Fedez con Mika.

Per lo scontro finale, i due finalisti Giosada e Urban Strangers si sono poi giocati il podio, e un contratto con la Sony Music Italia, con un brano scelto da ciascuno tra quelli interpretati durante tutto l’arco del talent: ‘The best of you’ per il primo e ‘Oceans’ per i secondi.

Ed è qui che Giosada, dopo l’esibizione degli Skunk Anansie, ha avuto la meglio sui rivali conquistando il titolo di vincitore grazie anche al consenso del pubblico.

Grande Fratello 13: vittoria per Mirco Petrilli, contadino di Lariano

Pubblicato il 27 Mag 2014 alle 11:18am

Il vincitore del Grande Fratello 13 è Mirco Petrilli, il contadino di Lariano che ha sbancato al televoto contro Chicca, unica sua rivale nella diretta di ieri sera, in cui si è giocata la finale. (altro…)