vista

Glaucoma e attività fisica

Pubblicato il 15 Ott 2020 alle 6:02am

E’ la seconda causa di cecità nel mondo occidentale. Stiamo parlando del glaucoma.

Un malato su due non sa di averlo rischiando di rimanere senza diagnosi, per un lungo periodo, verificandosi così, un danno oculare in grado di progredire con il passare degli anni, in un caso su cinque, arrivare anche alla perdita della vista. Una cura definitiva non esiste, ma con la giusta prevenzione e diagnosi precoce è possibile limitare le conseguenze visive, come hanno anche sottolineato gli esperti ad un congresso organizzato di recente dall’Associazione Italiana per lo Studio del Glaucoma (Aisg).

L’attività fisica, ad esempio, può ridurre il rischio di glaucoma. Bastano 30-40 minuti al giorno di camminata moderata o veloce, quattro volte a settimana, e aumentare la «dose» di dieci minuti al giorno per ridurre del 25 per cento la probabilità di sviluppare la malattia.

2Anche in chi già soffre di glaucoma il tasso di progressione si riduce del 10%, se cresce l’esercizio fisico quotidiano”, a spiegarlo è Luciano Quaranta, direttore della Clinica Oculistica universitaria dell’Ospedale San Matteo di Pavia. “Gli sport più adatti sono nuoto, corsa, bicicletta e tennis, attività aerobiche che migliorano la circolazione del sangue nell’occhio; chi ha già il glaucoma deve invece evitare allenamenti troppo faticosi, il sollevamento pesi e durante il training deve evitare di tenere alcune posizioni in cui la testa è troppo verso il basso. Muoversi aumenta l’ossigenazione della retina rafforzandone le cellule, inoltre è in grado di contrastare la formazione di radicali liberi nel sistema nervoso centrale, di cui l’occhio fa parte; l’esercizio poi è benefico in quanto abbassa la pressione arteriosa, sistemica e oculare”.

Fattori di rischio Il principale fattore di rischio per il glaucoma è la pressione alta all’interno dell’occhio, che spinge sul nervo ottico deteriorandolo in maniera progressiva e permanente. Stefano Miglior, presidente AISG, «Per una diagnosi tempestiva sono fondamentali i controlli regolari dall’oculista: gli over 60 sono più colpiti, ma il glaucoma può comparire anche prima e quindi si consigliano visite ogni due anni a partire dai quarant’anni, specialmente in caso di miopia o familiarità per la malattia (il 40% dei pazienti ha almeno un parente stretto con glaucoma, ndr). Spesso non ci si accorge di avere qualche problema visivo e si arriva dal medico quando la situazione è già compromessa e il campo visivo ridotto: un tipico segnale di patologia avanzata è la visione tubulare, che dà l’impressione di guardare attraverso un cono». Se l’oculista sospetta un glaucoma, la diagnosi non è complessa: bastano due semplici test non invasivi, la misurazione del campo visivo e l’imaging delle fibre nervose retiniche e della papilla ottica, ovvero del punto in cui il nervo ottico emerge sul fondo oculare.

Caratta, come capire se sono i sintomi giusti

Pubblicato il 06 Set 2020 alle 6:00am

Con l’avanzare dell’età è possibile che si presentino i primi problemi anche della vista. La cataratta ad esempio,è la patologia che colpisce soprattutto le persone dai 60 anni in su. I principali fattori di rischio sono: una eccessiva esposizione solare, disidratazione, diabete, alcuni traumi oculari e l’utilizzo di corticosteroidi. A questi fattori si aggiungono poi anche stili di vita poco salutari che determinano una opacizzazione del cristallino.

La prevenzione del progressivo calo della vista avviene attraverso un corretto stile di vita con alimentazione bilanciata, attività fisica e abolizione di sostanze nocive come alcol, droga e fumo. Tuttavia, tale disturbo potrebbe presentarsi anche per delle vulnerabilità congenite. In linea di massima, la cataratta potrebbe presentarsi quando vi è:

– un progressivo annebbiamento della vista con opacità irregolari; – ipersensibilità alla luce, detta anche fotofobia; – sensazione di essere abbagliati da luci o lampi di luce; – percezione cromatica meno nitida; – comparsa di aloni colorati attorno alle fonti di luce; – visione sdoppiata da un occhio; – necessità di sostituire frequentemente la prescrizione degli occhiali da vista.

Photo credit centrovista.it

Vista a rischio a causa di una cattiva alimentazione

Pubblicato il 12 Gen 2020 alle 6:59am

Recenti studi spiegano che il cibo spazzatura può portare a seri problemi della vista. I cibi non indicati, molto spesso, fanno parte della tavola degli europei e in generale dei cittadini occidentali. (altro…)

Occhi, come proteggerli con luteina e zeaxantina. In quali alimenti trovarle

Pubblicato il 27 Nov 2019 alle 6:00am

La luteina e la zeaxantina, sono due molecole naturali di cui è fatto il pigmento della macula del nostro occhio. Una piccola zona centrale della retina a livello della quale si forma l’immagine di ciò che guardiamo. In particolare, però, la luteina e la zeaxantina si concentrano soprattutto nella regione della fovea (la parte centrale della macula); la zeaxantina è più concentrata nelle zone più centrali, mentre i livelli di luteina tendono a predominare nelle zone più periferiche della retina. (altro…)

Vista, pillole di zafferano in grado di frenare una rara malattia

Pubblicato il 18 Nov 2019 alle 7:23am

Lo zafferano sarebbe in grado di frenare una grave e rara malattia degenerativa della vista, la sindrome di Stargardt. Questo il risultato scientifico ha cui è giunto uno studio clinico senza precedenti condotto presso la Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli Irccs e pubblicato sulla rivista scientifica “Nutrients”. (altro…)

Anacardi, salute per occhi e cuore

Pubblicato il 10 Ago 2019 alle 7:33am

Gli anacardi rientrano nella frutta secca. Possono essere consumati come spuntino, ingrediente per creare dolci, come arricchimento per primi e secondi piatti, o addirittura per produrre del gustoso latte vegetale fatto in casa.

Gli anacardi, semi di una pianta originaria del Brasile, prendono il nome di anacardi grazie alla loro forma caratteristica che richiama il tanto al nostro cuore. Agiscono sul sistema cardiaco circolatorio apportandone il funzionamento.

Ma non solo. Questa preziosissima frutta secca è molto efficace anche contro problemi articolari, colesterolo alto e osteoporosi.

Viene consigliata per coloro che soffrono di problemi di vista. Contengono, gli anacardi, flavonoide che assorbito dalla macula retinica, svolge azione protettiva da eventuali attacchi esterni. In questo modo è possibile prevenire la degenerazione della retina in età avanzata.

Ricchi di acido oleico, gli anacardi apportano un benefico effetto sul cuore e il canale sanguigno.

Controindicazioni

Gli anacardi presentano delle controindicazioni per coloro che seguono un regime alimentare a basso contenuto di calorie. Contengono una percentuale elevata di calorie e vanno consumati con moderazione.

Bambini, troppe ore di tablet e smartphone mettono a rischio di miopia e astenopia

Pubblicato il 01 Ago 2019 alle 8:25am

Tenere gli occhi fissi sullo schermo dello smartphone o del tablet per troppe ore al giorno fa male alla salute, alla vista, soprattutto dei più piccoli, parola di esperto. Le raccomandazioni arrivano in particolare nel periodo estivo, quando i bambini e i ragazzi sono a casa, in vacanze, lontani da scuola e compiti, impegni giornalieri. (altro…)

Fumare danneggia la vista, ma in pochi lo sanno

Pubblicato il 04 Lug 2019 alle 11:26am

Il fumo di sigaretta è nocivo per i polmoni, ma può esserlo anche per la salute della nostra vista. Parola di esperti. (altro…)

Occhiali da sole, l’importanza della protezione visiva: perché scegliere Serengeti

Pubblicato il 28 Mag 2019 alle 10:18am

In arrivo un’immagine che misura la vista: siete astigmatici o miopi?

Pubblicato il 21 Mag 2019 alle 7:38am

Un’immagine distorta e composta da tanti punti bianchi su sfondo nero. Celata nel reticolato è presente una serie di numeri, e la sfida sui social network per capire quali si riescono a vedere.

La risposta che ognuno riesce a fornisce, rivela se siamo affetti da qualche disfunzione alla vista.

Al centro dell’immagine si possono decifrare quattro numeri diversi:

– se si vede il numero 3246 si soffre di astigmatismo e miopia; – il solo astigmatismo è 3240, – la sola miopia è nel 1246 e – il 1240 corrisponde ad una vista perfetta.