Volontari

Al via test sierologici, in 2mila comuni, su base volontaria

Pubblicato il 26 Mag 2020 alle 5:02am

Al via da ieri, la vasta indagine epidemiologica su scala nazionale attraverso test sierologici su un campione di 150mila persone distribuite in duemila comuni italiani. L’indagine è firmata ministero della Salute e Istat, in collaborazione con la Croce Rossa Italiana che con i suoi volontari arriverà alle persone scelte per la campionatura. L’adesione è volontaria e i test sono gratuiti.

Al lavoro, si apprende dalla Cri, ci sono oltre 700 operatori volontari, che hanno ricevuto una formazione nella scorse settimane.

I call center operativi sono 21, uno in ogni Regione, ai quali si aggiunge un Centro nazionale di supporto. La Lombardia registrerà il più alto numero di cittadini contattati, pari a oltre 30mila. Seguono poi Veneto (13mila); Emilia Romagna (12mila); Campania, Lazio e Sicilia (oltre 11mila); Piemonte (10mila) e a seguire altre Regioni, fino alla Valle d’Aosta dove saranno contattati oltre 4mila cittadini. Il campione, elaborato con l’Istat, viene individuato sulla base del genere e suddiviso in 6 classi d’età, per Regione ed attività lavorativa. Gli operatori Cri saranno impegnati nelle fasi di prelievo a domicilio e negli ambulatori, ma nelle Regioni Lazio, E.R., Piemonte, Molise e provincia autonoma di Bolzano che si occuperanno solo del prelievo a domicilio.

I cittadini facenti parte del campione selezionato verranno contattati dalla Croce Rossa italiana sul proprio telefono cellulare. Dopo essere stati contattati per il test sierologico, per eventuali informazioni aggiuntive i cittadini potranno rivolgersi al numero 06-5510 messo a disposizione dalla Cri.

Mini naja volontaria per giovani tra i 18 e i 22 anni, sei mesi di caserma e studio

Pubblicato il 29 Mar 2019 alle 6:55am

Arriva il primo ok dalla Camera alla proposta di legge sulla cosiddetta mini naja, un progetto sperimentale per la realizzazione di percorsi formativi in ambito militare – su base volontaria – di sei mesi rivolti a giovani italiani diplomati di età compresa tra i 18 ed i 22 anni. Il testo, approvato a Montecitorio con il solo voto contrario di Leu, ora passa al Senato. (altro…)

Nasce smartDONOR, l’app per donatori di sangue e associazioni

Pubblicato il 21 Mag 2017 alle 9:24am

Nasce il progetto smartDONOR, che con la sua piattaforma offre una valida interfaccia tra donatori e associazioni puntando a costruire e valorizzare quella che vuole essere la più grande community italiana incentrata appunto sulla raccolta di sangue. (altro…)

Torino, volontari si danno appuntamento per ripulire il Po dalle alghe

Pubblicato il 10 Ago 2016 alle 9:18am

Un gruppo di volontari si è dato appuntamento per ripulire le acque del Po, a Torino, da alcune settimane infestate dalle alghe. Giovedì mattina, guidati dall’assessore comunale all’Ambiente Maria Lapietra e con rappresentanti delle associazioni ambientaliste si riuniranno ai Murazzi per sradicare le alghe.

Solo con le loro mani fin dove potranno e l’acqua e bassa, o con delle speciali reti per le parti più alte e lontane.

La soluzione è stata pensata e messa a punto dall’assessore Lapietra, su indicazione della sindaca Chiara Appendino. L’intervento di una ditta specializzata sarebbe costata al comune ben 40 mila euro, troppi per le casse comunali.