voucher

Inps: con stop voucher boom apprendistato, +30,6% in 4 mesi

Pubblicato il 26 Giu 2017 alle 9:07am

Nei primi quattro mesi dell’anno, nel settore privato, si registra un saldo – tra assunzioni e cessazioni di +559 mila, superiore a quello del 2016 (+390 mila) e del 2015 (499 mila). A crescere sono i contratti a tempo determinato (+415.000), inclusi gli stagionali e i contratti di somministrazione.

Le assunzioni, sempre riferite solo ai datori di lavoro privati, nei mesi di gennaio – aprile 2017 sono state 2.129.000, +17,5 per cento rispetto a gennaio – aprile 2016.

Sul Libretto Famiglia vige ancora silenzio, mentre per quanto riguarda PrestO sono trapelate alcune anticipazioni sull’utilizzo e su cosa è permesso e vietato fare: è vietato l’utilizzo per i committenti che hanno alle proprie dipendenze più di cinque lavoratori subordinati a tempo indeterminato, per lavorazioni in appalto di opere o servizi; per le imprese edili e simili.

L’Inps inoltrerà una circolare il 30 giugno per illustrare le nuove procedure e varerà il 10 luglio la piattaforma telematica che non consentirà, a questo riguardo, l’insorgenza di abusi o di rapporti lavorativi irregolari.

Le trasformazioni da tempo determinato a tempo indeterminato sono state 122.000, con una riduzione rispetto allo stesso periodo del 2016 (-2,4%). In particolare sono cresciute le assunzioni a tempo determinato nei comparti del commercio, turismo e ristorazione (+47,5%) e delle attività immobiliari (+43,6%).

Negli stessi settori, si è registrata anche una crescita delle assunzioni in apprendistato (+46,9 per cento attività immobiliari, +35,8 per cento nel commercio, turismo e ristorazione).

Boom di voucher in molti Comuni italiani, la Cgil: “Così si toglie lavoro stabile”

Pubblicato il 26 Feb 2017 alle 9:10am

Quattro Comuni campani sarebbero tra i primi duecento utilizzatori di voucher nel 2016, i buoni lavoro dal valore netto di 7,50 euro all’ora. (altro…)

“Jobs Act sbagliato, il governo dia risposte”, le parole di Roberto Speranza leader della sinistra democratica

Pubblicato il 15 Gen 2017 alle 11:07am

Ci sono punti del Jobs Act che vanno cambiati. La Consulta ha bocciato il quesito sull’articolo 18, ma non si può assistere impotenti alla crescita dei licenziamenti disciplinari “. Così Roberto Speranza, leader della sinistra dem, dice la sua chiedendo modifiche urgenti sul lavoro al governo. “Se nulla si muoverà – annuncia Speranza – il mio sarà un Sì ai due referendum e una sfida sull’articolo 18“. (altro…)

Lavoro: stretta sui voucher per dribblare i referendum sul Jobs Act

Pubblicato il 27 Dic 2016 alle 11:53am

Il governo è pronto a procedere con controlli e sanzioni. I cosiddetti voucher, i ticket da dieci euro lordi nati per pagare i lavoretti “accessori” e per permettere all’economia sommersa di emergere, stanno diventando una regola. (altro…)

Stato paga le baby sitter alle mamme che lavorano, ma le italiane non lo sanno

Pubblicato il 13 Giu 2014 alle 6:25pm

La legge Fornero (numero 92 del 2013) ha introdotto un incentivo diretto a tutte le donne che lavorano e che vogliono tornare presto al lavoro dopo la maternità. (altro…)