lecce

Dior, grande successo per la sfilata in diretta streaming. 16 milioni di spettatori

Pubblicato il 24 Lug 2020 alle 6:00am

Si parla di undici milioni di visualizzazioni per l’evento di Christian Dior che si è tenuto l’altra sera a Lecce. E cinque milioni e mezzo quelle dei video on demand, attraverso otto canali social, con un seguito particolarmente forte nel continente asiatico. A questa vasta platea a cui si devono poi aggiungere i tanti contatti diretti attraverso il sito della maison d’alta moda francese. Il dato complessivo è comunque destinato a rimanere parziale ancora a lungo perché la fruizione dei contenuti sulla rete proseguirà a ritmo sostenuto.

“Il giorno dopo è quello dei ringraziamenti. Non solo a Piero Beccari, Ceo della Dior, per averci creduto e investito nella città di Lecce, nonostante le iniziali difficoltà logistiche e organizzative legate al Coronavirus, ma anche Maria Grazia Chiuri, che ha scelto la città pugliese per presentare la collezione Cruise 2021, con Lecce che sarà presto lieta di accogliere nell’albo dei suoi cittadini onorari”. Queste le parole del sindaco di Lecce, che ha messo poi, anche in fila i protagonisti di quella lunga filiera, pubblica e privata, che nei 22 minuti di sfilata, musica e danza, ha consentito la riuscita della kermesse lavorando dietro le quinte: ossia, uffici comunali, altre amministrazioni pubbliche, la curia con in testa il vescovo, Michele Seccia, e molti altri ancora.

Foto di Alessandro Garofalo.

Svolta nella scomparsa della 16enne di Lecce. Fidanzatino confessa omicidio

Pubblicato il 13 Set 2017 alle 3:01pm

Sarebbe morta la sedicenne di Lecce scomparsa il 3 settembre scorso. Il fidanzatino di 17 anni avrebbe confessato l’omicidio. Accompagnando gli inquirenti sul luogo dove avrebbe gettato il corpo della fidanzata, la povera Noemi Durini. Un pozzo a Castignano del Capo ( Lecce). (altro…)

Lecce, paura in ospedale: detenuto fugge, spara agente e colpisce due persone

Pubblicato il 06 Nov 2015 alle 2:06pm

E’ accaduto a Lecce. Un detenuto piantonato nel reparto di Cardiologia dell’ospedale «Vito Fazzi» si è dato alla fuga questa mattina dopo avere sottratto la pistola di ordinanza ad uno degli agenti.

Si tratta di Fabio Perrone, condannato all’ergastolo per l’omicidio del 45enne slavo Fatmir Makovic e il tentato omicidio del figlio sedicenne di quest’ultimo, durante una sparatoria avvenuta la notte tra il 28 e il 29 marzo del 2014 a Trepuzzi.

Durante la fuga, Perrone ha ferito alla gamba l’agente del posto fisso di polizia in servizio all’ospedale, ha esploso alcuni colpi di pistola ferendo due persone, fortunatamente, a contrario di quanto inizialmente riportato, nessuna delle due sarebbe in pericolo di vita, poi ha bloccato una donna alla guida di un’auto riuscendo così a dileguarsi con il suo mezzo, una Toyota Yaris di colore grigio.

Lecce: al via il progetto dell’università islamica

Pubblicato il 01 Mar 2015 alle 7:01am

Molto presto, nella città di Lecce, aprirà l’università islamica. L’avvio dei corsi è previsto per il mese di ottobre. (altro…)

Tentata estorsione al regista Paolo Genovese sul set del film “Sei mai stata sulla luna” con Raoul Bova

Pubblicato il 22 Dic 2014 alle 11:02am

La polizia di Lecce ha arrestato due persone con l’accusa di tentata estorsione e furto ai danni di una nota casa cinematografica. (altro…)