dicembre, 2018

Arnica o artiglio del diavolo? Due preziosi rimedi naturali: vediamo a cosa servono

Pubblicato il 13 Dic 2018 alle 8:33am

Tra i rimedi naturali più comuni e versatili che la natura ci mette a disposizione abbiamo l’arnica e l’artiglio del diavolo. (altro…)

Dimagrire con la polenta. Non si crederete ma è così

Pubblicato il 13 Dic 2018 alle 8:14am

Si può dimagrire anche semplicemente mangiando della polenta. Sì, avete capito bene. (altro…)

Pitaya, il frutto alleato contro la glicemia

Pubblicato il 13 Dic 2018 alle 7:09am

Si chiama pitaya ed è un frutto ricco di proprietà benefiche, in grado di tenere, tra le altre cose, a bada anche la glicemia. (altro…)

Funghi: come riconoscerli, pulirli e cucinarli

Pubblicato il 13 Dic 2018 alle 6:20am

Molto profumati e delicati, i funghi non vanno apprezzati solamente per il loro gradevole sapore: sono infatti una fonte ricca di Sali minerali e vitamine. Danno un tocco in più ai nostri piatti, soprattutto se risotti. E’ preferibile comprarne sempre di freschi e di ottima qualità perché sono estremamente delicati e vanno incontro a rapida degenerazione. In questa pagina, cercheremo di spiegarvi le varie caratteristiche e come pulirli se freschi: abbiamo scelto porcini, finferli e champignon. Vediamo le loro caratteristiche principali:

Porcini: rientrano nella categoria dei funghi commestibili Boleti. Si possono acquistare freschi oppure essiccati o sott’olio. Unico problema: il costo.

Pulizia Funghi Porcini Con un coltellino affilato, rimuovete le tracce di terriccio e le impurità partendo dalla estremità del gambo, avendo cura di rimuovere meno polpa possibile. Raschiate la superficie con il coltello e ripetete la raschiatura anche nella parte della cappella. Si sconsiglia di lavare il fungo in acqua in quanto tende a riempirsi di acqua. Se il fungo si presenta molto difficile da pulire ed il terriccio rimane anche dopo averlo tamponato con un panno umido, si consiglia di passarlo velocemente in acqua fredda corrente. Se il fungo porcino è piccolo, tagliatelo intero a fette (nel senso della lunghezza). Se le dimensioni del fungo sono invece importanti, si consiglia di staccare la cappella dal gambo esercitando un delicato movimento rotatorio al fine di ottenere delle lamelle sottili dalla testa e dal gambo.

Finferli detti anche galleti, gialletti o gallinacci: sono funghi preziosi dal colore aranciato od ambrato. Sono squisiti per preparare risotti ed accompagnare carni. Quando si desidera preparare un mix di funghi trifolati, si consiglia di non eccedere con i finferli: il loro sapore è molto forte e tende a coprire quello di altre specie.

Pulizia Funghi Finferli Per pulire i funghi finferli rimuovete ogni traccia di terriccio, che tende ad incunearsi tra le lamelle del fungo (parte interna della cappella). Con la punta di un coltello, rimuovete parte delle impurità che si nascondono tra le lamelle del fungo; raschiate la superficie del gambo e rimuovetene l’estremità. Con un panno umido sfregate poi la parte alta della testa. Se il fungo è grande, tagliatelo a spicchi nel senso della lunghezza; se invece è piccolo cuocetelo per intero.

Champignon o prataioli: rientrano nella categoria dei funghi commestibili di campo. Gli champignon sono probabilmente i funghi coltivati più conosciuti e diffusi. Sono ottimi da preparare per contorni crudi e cotti. Tendono ad ossidazione rapidamente , e per questo motivo, dopo la pulitura dovrebbero essere subito cucinati. Lo Champignon è un fungo di facile reperibilità e dal costo accessibile a tutti.

Pulizia Funghi Champignon Tagliate l’estremità del gambo per rimuovere le tracce di terriccio. Staccate il gambo eseguendo un movimento rotatorio. Togliete la pellicina che ricopre la cappella, iniziando dai bordi verso il centro. Tagliate la cappella a fettine sottili ed il gambo a rondelle oppure a lamelle.

Meghan Markle finisce nel mirino del fisco americano per la sua cittadinanza

Pubblicato il 12 Dic 2018 alle 8:28am

Meghan Markle, che si prepara ad affrontare seri problemi con il fisco americano. (altro…)

Bimbi in auto, consigli e cose da evitare

Pubblicato il 12 Dic 2018 alle 7:57am

Come trasportare i propri bimbi in auto in tutta sicurezza?

Ecco alcuni consigli forniti da Cybex, azienda che si occupa di seggiolini, passeggini e carrozzine, marsupi, fasce e prodotti per la sicurezza dei più piccoli.

Tra i vari consigli che ci hanno indicato e gli errori comuni che raccomandano invece di evitare ecco quali sono.

La prima cosa da fare è quella di usare il seggiolino. A proposito di questo, che è uno dei maggiori sistemi di sicurezza per i bambini, possiamo dire innanzitutto che è obbligatorio per fino a 150 cm di altezza. Quindi non lasciatevi ingannare dal fatto che sembrano grandi, almeno fino a 11 o 12 anni di età, e comunque al raggiungimento del metro e 50, i bambini devono stare seduti e legati ad un seggiolino. Le cinture di sicurezza poi, possono essere usate solo dopo, in modo da non arrecare danni.

Altra cosa molto importante è la posizione del seggiolino. Sotto i 12 mesi i bambini devono viaggiare rivolti verso il retro dell’automobile, la testa è ancora troppo pesante e potrebbero verificarsi lesioni molto gravi al collo, in caso d’impatto, se posizionati nel senso di marcia. Sempre sul tema dei seggiolini, il 14% dei genitori ne usa uno di seconda mano, il 6% usa l’alzatina al posto del seggiolino anche prima dei 18 kg. Per questo è molto importante verificare sempre che sia un dispositivo a norma, adatto al peso del nostro bambino e non vecchio ed usurato.

Inoltre, è estremamente pericoloso tenere i piccoli in braccio, per diversi motivi, tra cui il fatto che un bambino di 11 kg, in un incidente a 50 km/h, è come se ne pesasse 156, non è possibile dunque riuscire a trattenerlo. E se allacciati insieme con le stesse cinture di sicurezza, il corpo dell’adulto schiaccia quello del bambino e la cintura si trasforma in un vero e proprio dispositivo mortale.

Non lasciatevi dunque ingannare anche dal fatto che percorriate sempre e solo lo stesso brevissimo tratto di strada, esuli da rischi, pericoli e multe. Perché il maggior numero degli incidenti avviene proprio sulle strade urbane e il 40% di quelli mortali accade su percorsi di 3 km al massimo dal proprio domicilio. Ricordate inoltre, di non disattivare l’airbag solo per i bimbi che viaggiano contro il senso di marcia, nel momento in cui crescono e vengono quindi girati, il dispositivo di sicurezza protegge anche loro, quindi è sbagliato tenerlo inattivato. Secondo alcune ricerche il 76% delle persone lo tiene disattivato, commette un grossissimo errore.

Infine, per il 79% dei genitori il prezzo è un parametro fondamentale per capire se un seggiolino è buono di qualità e davvero efficace.

E anche questo è vero.

Artrite psoriasica: che cos’è?

Pubblicato il 12 Dic 2018 alle 6:45am

L’artrite psoriasica è una variante molto complessa dell’artrite cronica, legata però alla psoriasi. Si tratta di una patologia infiammatoria, che può essere curata tramite i farmaci mirati e con un’alimentazione personalizzata. (altro…)

Casa: tendenze colori arredo 2019

Pubblicato il 12 Dic 2018 alle 6:03am

Dal viola in versione ultra, alle nuance dell’anno 2018, al rosso più intenso, passando per un sontuoso verde scuro, un blu tech-inspired e un giallo speziato, sono le tendenze dei colori 2019 per la casa che sembrano aver accantonato, almeno per il momento, le declinazioni più pacate per esplorare nuove connotazioni decise e audaci, pensate per interni dall’alto tasso creativo. (altro…)

Randi Ingerman e l’epilessia: “A ogni crisi mi picchio la faccia e rischio di soffocare con la lingua”

Pubblicato il 11 Dic 2018 alle 5:10am

“Sono appena tornata da Miami. Mia sorella, che non ha neanche 50 anni, era malata da 20, stava morendo. Ha avuto il trapianto di rene che le serviva, grazie a un giovane di 17 anni che purtroppo ha perso la vita. Io oggi credo ai miracoli”. Randi Ingerman a Domenica Live racconta la sua storia e la sua malattia. Soffre infatti di crisi epilettiche. (altro…)

La Befana vien di notte di Michele Soavi con Paola Cortellesi

Pubblicato il 11 Dic 2018 alle 5:00am

LA BEFANA VIEN DI NOTTE arriva al cinema, il prossimo 27 dicembre, una straordinaria avventura per salvare la Befana!. Una esilarante commedia di Michele Soavi, con Paola Cortellesi, Stefano Fresi, Odette Adado, Jasper Gonzales Cabal, Diego Delpiano, Robert Ganea, Francesco Mura, Cloe Romagnoli. Distribuzione Universal Pictures.

Quando la Befana viene rapita sei bambini fanno di tutto per cercare di salvarla.

Sinossi Paola è una maestra di scuola elementare con un segreto da nascondere: bella e giovane di giorno, di notte si trasforma nell’eterna e leggendaria Befana! A ridosso dell’Epifania, viene rapita da un misterioso produttore di giocattoli. Il suo nome è Mr. Johnny e ha un conto da saldare con Paola che, il 6 Gennaio di vent’anni prima, gli ha inavvertitamente rovinato l’infanzia… Sei compagni di classe assistono al rapimento e dopo aver scoperto la doppia identità della loro maestra decidono di affrontare, a bordo delle loro biciclette, una straordinaria avventura che li cambierà per sempre. Tra magia, sorprese e risate, riusciranno a salvare la Befana?