bellezza

Olio di ricino, un aiuto per ciglia, intestino, pelle e capelli

Pubblicato il 29 Set 2020 alle 6:00am

L’olio di ricino è un ottimo olio vegetale dalla consistenza molto densa, ottenuto dalla spremitura a freddo dei semi della pianta Ricinus communis, che trova impiego nella cura dei capelli sfibrati e secchi, in quanto esplica un’azione nutriente, rinforzante e lucidante; e per conferire volume e forza alle ciglia, come un vero balsamo di bellezza. (altro…)

L’Oreal, annuncia di non usare più la parola ‘Sbiancante’ nei suoi prodotti di bellezza

Pubblicato il 28 Giu 2020 alle 6:08am

Il gruppo francese L’Oreal ha annunciato la sua decisione di eliminare dalla descrizione dei suoi prodotti di bellezza la parola “sbiancante”, nel quadro delle iniziative mondiali contro il razzismo. “Il gruppo L’Oreal ha deciso di ritirare le parole bianco/sbiancante (white/whitening), chiaro (fair/fairness, light/lightening) da tutti i prodotti destinati a uniformare il colorito della pelle” si legge in un comunicato pubblicato in inglese.

Non ci sono altri dettagli in merito, ad esempio sull’eventualità di un ritiro immediato dal commercio dei prodotti in vendita.

La decisione giunge dopo quella della filiale indiana del gruppo Unilever che ha scelto di ribattezzare la sua crema sbiancante per la pelle commercializzata “Fair & Lovely”. Il marchio ha promesso di non ricorrere più alla parola “Fair” in quanto si dichiara “impegnata a celebrare tutti i toni della pelle”.

Le due multinazionali Unilever e Johnson hanno entrambe eliminato dai prodotti sbiancanti per la pelle venduti in India il termine “fair”, che fa riferimento alla bellezza.

La Hindustan Unilever, ha dichiarato: “Vogliamo puntare ad un modello più inclusivo “, ha detto Sunny Jain, un dirigente della compagnia. “Abbiamo capito che i termini piacevole, bianco e luminoso suggeriscono tutti la stessa idea di bellezza, che non copre tutta la realtà”. Anche la Johnson & Johnson conferma ai media che non venderà più il siero sbiancante “Fine Fairness” della Neutrogena, ma lo sostituirà con un idratante dell’indiana Clean & Clear, che si chiama “Clear Fairness Cream.

Foto L’Oreal

Mascherine, trucco e cura della pelle

Pubblicato il 28 Mag 2020 alle 6:05am

Il contatto prolungato tra pelle e mascherine può provocare alcuni fastidi. A causa della respirazione e della sudorazione, l’umidità aumenta nell’area coperta dal tessuto, contribuendo a rendere l’epidermide più sensibile, e incrementando così anche il rischio che si manifestino sfoghi cutanei. Un trattamento viso biorivitalizzante può essere allora una valida soluzione: grazie a un’azione combinata di scrub, sieri, creme idratanti e lenitive e massaggi mirati, in grado di infondere energia alla pelle stressata.

La possibilità è quella di optare per una pulizia del viso associata a un rituale dermopurificante, che contrasti rossori, impurità ed effetto lucido della zona del viso nascosta dalla mascherina e quella scoperta della fronte. Dopo un massaggio che, partendo dalle tempie, si estende a guance e mento, messi a dura prova dall’attrito con la mascherina, si può passare all’applicazione di una maschera enzimatica e di una crema lenitiva e idratante.

Quali sono gli step per una skincare quotidiana a prova di mascherina?

Lavare il viso mattino e sera per il benessere dell’epidermide e, ora che la cute viene sollecitata per lunghe ore dalla mascherina, è più che mai fondamentale non saltare l’appuntamento con la detersione quotidiana. Altro passaggio imprescindibile è l’applicazione di un prodotto idratante sia al risveglio che prima di andare a letto. Una volta a settimana si può procedere con una leggera esfoliazione, evitando prodotti troppo aggressivi.

L’attrito con la mascherina, si traduce in un’aumentata sensibilità della pelle, quindi meglio puntare su cosmetici delicati e a base di vitamina C, prezioso alleato per quanto riguarda la riparazione dei tessuti e infallibile arma contro il rilassamento cutaneo.

Concedersi con regolarità una face mask idratante e lenitiva, in tessuto che “spalmabile”, particolarmente indicato dopo aver indossato a lungo i dispositivi di protezione, se si punta a lenire le irritazioni, ridurre gli arrossamenti e coccolare la pelle a tutto tondo.

Il make-up non è sconsigliato, ma ad eccezione che non sia troppo presante. Perché bisogna far “respirare” il più possibile la pelle, senza occludere i pori con formule molto coprenti o prodotti “invasivi” che, rischiano anche di rimanere impresse sul tessuto della mascherina.

Poi concentrare la propria creatività sullo sguardo con colorazione di sopracciglia per arcate impeccabili. Per ciglia allungate anche senza mascara. Qualche ombretto leggero se lo si desidera, o smoke eye.

Niente rossetto?

La mascherina nasconde la bocca e per mantenere morbide le labbra si raccomanda l’uso del burro di cacao, magari colorato che sporca meno di un comune rossetto, o un gloss.

Un delicato scrub, realizzabile anche in casa con lo zucchero può certamente fare la dovuta differenza.

Protezione solare? Anche se si indossa la mascherina il fattore protettivo non deve mai mancare. Per evitare l’invecchimento cutaneo.

Curcuma, come eliminare acne e macchie scure dal viso

Pubblicato il 18 Mag 2020 alle 6:00am

Se soffrite di occhiaie, inestetismi cutanei, macchie, rughe o altri disturbi sul viso potreste optare per tantissimi trattamenti che si possono comodamente acquistare nei negozi di bellezza, ma costano anche molto. In alternativa abbiamo per voi un rimedio molto naturale e fai da te.

Che si realizza con la curcuma, una spezia originaria dell’India che possiamo usare anche in cucina, per condire i nostri piatti, le insalate, soprattutto in estate.

Vediamo come realizzare una maschera d’oro. Che aiuta a migliorare la circolazione sanguigna, a pulire l’epidermide e a rigenerarla conferendole freschezza e luminosità!

Basteranno tre semplici ingredienti:

– Mezzo cucchiaio di polvere di curcuma.

– Un cucchiaio di bicarbonato de sodio.

– Alcune gocce di succo di limone appena spremuto.

Combinate insieme tutti questi ingredienti e applicate per 15 minuti, lavando il viso con acqua fredda. Dopo aver rimosso la maschera dal viso, applicate una buona crema idratante. Potete applicare la maschera ogni tre giorni.

Sentirete subito la pelle più fresca, rigenerata, al primo trattamento. Se aggiungete poi la curcuma alla vostra alimentazione vedrete che cambiamento! La pelle di tutto il corpo ne beneficerà. E non soltanto… visto che la curcuma fa molto bene anche a cuore, mente e linea.

Covid -19, con la mascherina, esaltare la bellezza degli occhi e dello sguardo

Pubblicato il 15 Mag 2020 alle 6:39am

Donatella Ferrari, National Make Up Artist Giorgio Armani Beauty sostiene che “In questa situazione incerta è necessario truccarci prima per noi stesse, per sentirci bene, e poi anche per gli altri. Non importa poi se viviamo con altre persone o da sole, ma l’importante è sempre conservare intatta la routine di skincare e di make-up mattutina. Il trucco sarà più naturale, ma in generale bisogna farsi belle per noi stesse. Il make-up è un mezzo per sentirci naturalmente belle e noi stesse. Tante di noi opteranno per un trucco più naturale, facendo risaltare al massimo la nostra bellezza senza maschere, puntando alla luminosità. Un filo di trucco ci farà sentire meglio, che la nostra giornata sia occupata da call di lavoro, da momenti social o da brevi boccate d’aria. È importante che il nostro rituale di bellezza rimanga invariato: consiglio vivamente di continuare ad utilizzare latte detergente, tonico e siero, di prediligere texture leggere per crema e fondotinta come la Neo Nude. Un tocco di mascara donerà luce allo sguardo, e un po’ di blush per l’incarnato. Per finire, non può mancare del rossetto o del gloss sulle labbra. Se si preferiscono dei toni più naturali, un balsamo labbra donerà la giusta idratazione”, risponde la Ferrari entrando nel tema make up si o no in questo periodo in cui in tante optano per una pelle senza trucco.

Se usciamo e indossiamo la mascherina, e non vogliamo sporcarla col colore rosso o tinte vivaci del rossetto, possiamo mettere un po’ di burro cacao colorante, più soft o un lucidalabbra, e puntare sul make-up degli occhi e dello sguardo.

“Le sopracciglia sono la cornice dei nostri occhi, con o senza mascherina. È fondamentale continuare a correggere eventuali imperfezioni e disegnarle con precisione, specialmente se non le abbiamo esattamente uguali. Possiamo continuare a truccare gli occhi come siamo abituate durante la vita di tutti i giorni, a seconda dei nostri colori e a seconda della nostra inclinazione. Per metterli ancora di più in risalto, consiglio di evidenziarli mettendo un po’ più di mascara e una linea di matita nera all’interno dell’occhio per renderlo più sensuale. Avvicinandoci alla stagione estiva, mi sento di dire che anche gli occhi tendono a soffrire gli effetti del caldo. Gli ombretti liquidi ad alta tenuta sono perfetti per la stagione perché non si sciolgono e sono applicabili con estrema facilità”.

‘Parliamo’ e ‘Sorridiamo’ con lo sguardo, bisogna enfatizzarlo per comunicare al meglio, che sia una riunione su zoom o un incontro dal vivo. Qual è la prima cosa da suggerire? Ci sono colori che comunicano meglio di altri e ci rendono più empatici? “È importante creare un incarnato luminoso ed omogeneo, consiglio di applicare sempre almeno il correttore per uniformare la zona del contorno occhi – sia sulla palpebra mobile che sulla palpebra fissa. Prediligete un ombretto che stia bene con l’iride del vostro occhio. Per esempio per gli occhi verdi o azzurri consiglio delle tonalità dalle sfumature violacee (Eye Tint #38 ‘Night Viper’) oppure tonalità più calde e bronzate (Eye Tint #41‘Fusion’). Se avete degli occhi intensi e scuri, consiglio colori della terra come l’Eye Tint #10 ‘Senso’, che renderà i vostri occhi ancora più caldi ed intriganti. Concludete il vostro make-up occhi applicando tanto mascara sulle ciglia superiori”. Il rossetto che storicamente è stato alleato del look delle donne persino in tempo di guerra sembra ora in secondo piano. “In questo periodo, siamo più social – usiamo la mascherina per uscire, però passiamo tanto tempo a casa o in call per lavoro, o per piacere o postando sui social. È il momento giusto per osare con il rosso, Rouge d’Armani 400 vi darà la giusta intensità in qualunque occasione. L’uso della mascherina potrebbe essere anche un nuovo modo per giocare ed osare con i colori. Il rossetto sarà solo ed esclusivamente per noi stesse e per chi vive con noi!”.

Dice di bere un bicchiere di urina al giorno, di sentirsi, più felice, intelligente e giovane

Pubblicato il 22 Feb 2020 alle 6:30am

Si chiama urinoterapia e secondo Harry Martadeen è la “medicina più potente che abbiamo a disposizione”. L’uomo di Farnborough, nell’Hampshire, ha raccontato di sentirsi più in forma che mai dopo aver iniziato a bere quotidianamente un bicchiere della sua pipì.

Harry ha iniziato ad idratarsi direttamente con essa, scoprendone le sue proprietà anti-invecchiamento. Una pratica che per il 32enne va avanti già da quattro anni. Ogni giorno il giovane beve circa 200 ml della sua urina “invecchiata“, cioè di alcune settimane o di un mese prima.

Inizialmente Harry ha dovuto fare i conti con un gusto non proprio piacevole, ma adesso dice di esserne innamorato del suo sapore. In particolare, a suo dire, la pipì gli avrebbe permesso di guarire dalla depressione e di apparire più giovane, venendo più volte scambiato per un ventenne.

Martadeen ha scritto due libri su questa pratica benefica per informare le persone sulle capacità curative dell’urina, che lui considera “la medicina più potente a disposizione”. “La terapia dell’urina invecchiata è l’arte e la scienza di raccogliere e conservare la propria urina in una bottiglia, permettendole di fermentare in un processo naturale, e quindi utilizzare quell’urina” invecchiata “come medicina per curarsi, bevendola, massaggiandola sulla pelle, o anche in altri modi come in un clistere”, ha spiegato il 32enne.

“La maggior parte della gente pensa che io abbia vent’anni”, ha aggiunto l’uomo, che poi ha spiegato quelli che sono i benefici e le caratteristiche dell’urina: “È un idratante di fascia alta che rimuove le rughe e contiene l’urea al 2%, che è la sostanza contenuta nelle migliori creme anti-invecchiamento”.

Harry ha poi aggiunto che la gente non dovrebbe fare affidamento a medici e farmaci: “Ognuno dovrebbe prendersi cura di se stesso da solo. In questo modo potremmo prevenire preoccupazioni come il cancro, il morbo di Alzheimer, la demenza, le malattie cardiache e gli ictus“. E a chi si dice piuttosto scettico, esorta dicendo: “Sii di mentalità aperta e provala. Non chiudere mai a qualcosa senza provarlo”.

“Immagino nel prossimo futuro che ogni famiglia in tutto il mondo possegga bottiglie di urina invecchiate, per la prevenzione quotidiana delle malattie o un aumento di energia o per guarire ferite e lividi”. Sarà davvero così? Voi cosa ne pensate?

Beauty, le nuove tendenze del 2020

Pubblicato il 06 Feb 2020 alle 8:38am

Ecco alcune importanti novità per la nostra bellezza 2020.

Nel dettaglio le tendenze individuate tra trattamenti e nuove mode.

1) Microbioma Microbioma è il termine che ogni beauty addict utilizza per dimostrare di essere “sul pezzo”. I motori di ricerca sono già stati presi d’assalto: nell’ultimo anno, infatti, le ricerche su Google di informazioni sul microbioma sono schizzate al 110%. Da non confondere con microblading o microdermoabrasione, questa parola si riferisce infatti all’ecosistema di batteri naturalmente presente sulla superficie cutanea per assicurarne il funzionamento ottimale. Nel 2020 questi piccoli grandi amici della salute della nostra pelle entreranno ufficialmente a far parte della skincare e saranno i veri e propri protagonisti di questa stagione invernale e primavera estate. Che prometteranno di preservare l’equilibrio della cute e migliorarne l’aspetto.

2) No alle ore piccole Altro silenzioso ma prezioso alleato della salute della nostra pelle è il riposo. Dormire sarà trendy. Secondo Pinterest negli ultimi dodici mesi dell’anno, le ricerche di “metodi di ottimizzazione del sonno” sono aumentate del 116%. Si può ricorrere all’aromaterapia per distendere mente e corpo grazie alla fragranza del patchouli o della lavanda, oppure a un massaggio rilassante per una coccola capace di calmare le terminazioni nervose e distendere i muscoli.

3) Bellezza hi-tech per un’esperienza tailor-made La beauty routine attinge dall’innovazione tecnologica. Trattamenti avveniristici, dalla maschera led – in grado di sfruttare i fotoni per stimolare la produzione di collagene – ai dispositivi diagnostici per monitorare l’impatto ambientale sulla pelle, passando per i campi elettrici a corrente pulsata creati dall’elettroporazione per far penetrare nel derma sostanze come l’acido ialuronico. In linea generale, il ricorso alla tecnologia sarà fondamentale per offrire un’esperienza altamente personalizzata, accuratamente calibrata in base al tipo di pelle, di capelli, all’età o alla beauty routine di ciascuno. In questo contesto non mancheranno all’appello i social media, dove si moltiplicheranno i filtri di realtà aumentata, che già adesso su Instagram permettono di divertirsi a sperimentare “senza impegno” beauty look creativi.

4) Ciglia e capelli a tutto volume Nel 2020 capelli e ciglia sfidano la forza di gravità. Treatwell ha rilevato che nel 2019 dal parrucchiere è stato un boom di richieste per acconciature raccolte (+82%) e waves (+52%) e la volume-mania non darà segni di cedimento nemmeno nei mesi a venire. Anche lo sguardo protagonista assoluto: le extension alle ciglia – le cui prenotazioni sono cresciute del 36% negli ultimi dodici mesi – anche quest’anno continueranno a essere un vero e proprio must per occhi da cerbiatta. La tecnica più cool il Volume Russo, che restituisce un effetto “pluridimensionale” grazie all’applicazione di anche 8 ciglia artificiali su quelle naturali.

5) Verso una bellezza sempre più sostenibile La domanda di prodotti beauty eco-sostenibili di pari passo con la crescente volontà dei saloni e centri estetici di ridurre il proprio impatto ambientale per garantire un servizio davvero al passo coi tempi. Il colore che non passerà più di moda sarà quello green.

Miss Mondo 2019, 23 anni, giamaicana, Toni-Ann Singhn

Pubblicato il 16 Dic 2019 alle 6:21am

E’ una psicologa di 23 anni, Toni-Ann Singh, già miss Giamaica, la nuova Miss Mondo 2019, incoronata a Londra pochi giorni fa. (altro…)

B-SELFIE Xmas Edition 2019: per un Natale in beauty a casa tua

Pubblicato il 16 Nov 2019 alle 6:51am

Il brand italiano B-SELFIE, forte dei prestigiosi successi internazionali ottenuti nel mondo beauty con l’innovativa linea B-SELFIE Skincare Filler System, presenta le sue speciali B-SELFIE Xmas Edition 2019: la certezza di stupire le persone più care con regali all’insegna di un fascino irresistibile. Per un Natale 2019 in beauty da regalare o regalarsi. (altro…)

Beauty routine del rientro, come prolungare gli effetti benefici delle vacanze

Pubblicato il 01 Set 2019 alle 7:44am

Esfoliare, reidratare, ossigenare. Questi i punti principali su cui agire al rientro dalle vacanze, una volta tornati alla quotidianità. Il sole, il mare, le passeggiate in montagna, il relax, una maggiore attività fisica e una pelle scoperta hanno dato effetti positivi sul corpo oltre che sulla psiche. Vediamo allora come fare quando si rientra a casa e tutto ciò non è più possibile.

Lo scrub, a seconda delle esigenze, troviamo quello al miele e sali del Mar Morto. Al mosto d’uva e miele di castagno o di sapone di Aleppo – che stimola la produzione di collagene – o la polpa di cocco. I benefici di questi trattamenti sono innegabili, sulla piattaforma beauty di prenotazioni online Treatwell nei primi sei mesi del 2019 solo in Italia le richieste di appuntamenti in salone sono aumentate del 70%. Il secondo passo per mantenere l’abbronzatura è l’idratazione, bevendo tanta acqua e coccolando il nostro viso con trattamenti reidratante – a base di vitamine e olii essenziali profumati per dare luce al volto – e al corpo un massaggio all’olio di Argan. Anche l’ossigenoterapia è una soluzione da prendere subito in considerazione per mantenere un incarnato fresco e luminoso. Con un aerografo un esperto del settore, rilascia sul viso ossigeno pressurizzato, capace di aumentare la produzione di collagene ed elastina, a cui segue poi l’applicazione di sieri nutrienti o acido ialuronico. Riducendo la carica sebacea e svolgendo un’azione tonificante su viso e collo, l’ossigenoterapia – le cui prenotazioni in Italia sono cresciute del 40% nel solo 2019 – è indicata anche per chi soffre di acne o desidera minimizzare o prevenire le rughe del viso, del contorno occhi e fronte.

Il thalasso stone linum e il massaggio bioenergetico, veri e propri toccasana per mente e corpo. Agiscono sulle vie aeree, la circolazione sanguigna e l’umore. Per riprodurre poi l’azione levigante dell’acqua marina c’è il thalasso scrub, prezioso alleato per eliminare le impurità e rigenerare lo strato superficiale della pelle.

Per migliorare la circolazione e combattere la cellulite è possibile anche ricorrere alla coppettazione, una pratica che affonda le sue radici nella medicina cinese e che oggi è molto utilizzata anche a casa. In rete coppette di tutti i tipi e per le diverse parti del corpo. Sono in vetro, gomma o plastica. Hanno un effetto tipo ventosa, favoriscono l’afflusso di sangue in punti specifici. Eseguiti anche nei centri estetici e spa.

Per rilassarsi e prepararsi ad un inverno di stress e lavoro, cosa c’è di meglio di un massaggio shiatsu? Aiuta anche a combattere dolori articolari e muscolari, a potenziare le difese immunitarie, tramite una pressione esercitata con mani, piedi, gomiti e ginocchia che riequilibra i flussi energetici.