Sanremo Giovani 2018: il primo vincitore è Einar con i il brano Centomila volte. Ecco chi sono i primi big annunciati nel corso della serata

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 21 Dic 2018 alle ore 11:02am

cof

Pippo Baudo dopo la chiamata dello scorso anno da parte di Claudio Baglioni in veste di ospite a Sanremo 2018 torna quest’anno alla guida di Sanremo Giovani insieme a Fabio Rovazzi, vera scoperta di questo festival per gli esordienti, che poi esordienti proprio non sono. Sì, perché, molti di loro arrivano da altre esperienze passate anche molto interessanti, come ha voluto precisare Luca Barbarossa, presidente di giuria di esperti e presentatore delle 4 puntate pomeridiane andate in onda in questi giorni sempre su Rai 1 nelle quali abbiamo avuto modo di conoscere i ragazzi in gara ancora più da vicino.

Inizia l’anteprima. Baudo mette una buona parola per far entrare Rovazzi al Casinò: “Io ho fatto 13 Festival, con questo 14”.

Lo fa entrare e i due vanno incontro a Claudio Baglioni, direttore artistico di Sanremo Giovani 2018, del Festival di Sanremo 2019 e conduttore, che serve loro un caffè spiegando a Rovazzi che si va in onda dal Casino’ di Sanremo perché il festival è quello di febbraio dal Teatro dell’Ariston.

Inizia allora la diretta televisiva con la sigla “Popopopopo” scritta proprio da Baglioni per la direzione artistica e conduzione del festival 2018. Baudo va in scena: “Vi ringrazio e vi bacio tutti”. Standing ovation per lui.

Baudo racconta poi il suo rapporto con il Festival, ricordando che Baglioni lo ha voluto ospite anche lo scorso anno e pertanto: “A Sanremo non si dice mai di no”.

Rovazzi viene introdotto da Baudo e dice: “Ho ricevuto una chiamata da Baglioni alle 3 di notte, palesemente ha sbagliato numero, poi i sensi di colpa lo hanno assalito e mi ha chiesto di presentare Sanremo Giovani. Io ho detto sì. Poi Claudio mi ha chiesto – dice ancora Rovazzi – erano le tre di notte, divagava (cit.). – se volessi qualcuno accanto. Ho scelto te”. Baudo in senso ironico replica: “Devo Sanremo a te, quindi?”.

Viene presentata la giuria degli esperti composta da Luca e Paolo, Annalisa Scarrone, Fiorella Mannoia.

I ragazzi in gara sono 12 la prima serata, 12 la seconda, ovvero anche questa sera.

Si esibiscono (in ordine alfabetico): Federica Abbate – Finalmente, Andrea Biagioni – Alba piena, Diego Conti – 3 gradi, Deschema – Cristallo, Einar – Centomila volte, Fedrix & Flaw – L’impresa, Fosco 17 – Dicembre, Marte Marasco – Nella mia testa, Giulia Mutti – Almeno tre, Ros – Incendio, Symo – Paura di amare, Wepro – Stop/Replay.

Nel corso della serata tra una esibizione e l’altra vengono anche annunciati i big in gara che, parteciperanno al prossimo festival di Sanremo 2019, attraverso un’estrazione con bussolotto, sono: Paola Turci con L’ultimo ostacolo, Simone Cristicchi con Abbi cura di me, Zen Circus con L’amore è una dittatura, Anna Tatangelo con Le nostre anime di notte, Loredana Bertè con Cosa ti aspetti da me, Irama con La ragazza col cuore di latta, Ultimo con I tuoi particolari, Nek con Mi farò trovare Pronto, Motta con Dov’è L’Italia, Il Volo con Musica che Resta, Ghemon con Rose Viola.

Alle 23.47 Pippo Baudo dice di dedicare una riflessione alla terra che li ospita. Rovazzi introduce lo spazio dedicato alla Liguria. Baudo parla mentre scorrono immagini del ponte di Genova. Standing ovation in studio. Il presentatore da’ la parola a Luca e Paolo, originari di Genova. Luca racconta che Renzo Piano lo chiamò il giorno dopo la tragedia del crollo del ponte Morandi: “Abbiamo parlato e pianto un po’. Genova è viva, non è morta”.

Terminate le esibizioni dopo aver sentito diversi pareri, il Premio della critica da parte dei giornalisti va a Federica Abbate con il 50% dei voti della giuria della sala stampa.

Attraverso il voto della commissione musicale guidata da Claudio Baglioni, della giuria degli esperti presieduta da Barbarossa e dal televoto da casa dal dodicesimo al quarto posto si classificano: Symo, Diego Conti, Fedrix & Flaw, Wepro, Fosco17, Marte Marasco, Ros, Giulia Mutti, Andrea Biagioni.

Sul podio salgono Federica Abbate, Deschema ed Einar che andranno in giro, in tour nelle più importanti città del mondo.

Vince la prima selezione di giovani, Einar! Secondi i Deschema, terza Federica Abbate.

Einar si aggiudica anche la nomina di big per partecipare al prossimo festival 2019. Einar Ortiz: chi è l’ex concorrente di Amici di origine cubana, giunto terzo nell’ultima edizione, a Sanremo Giovani col brano Centomila volte.

Einar Ortiz è uno dei volti televisivi più noti. Nato a Cuba ma vive in provincia di Brescia con la madre, due sorelle e il compagno della madre, fino allo scorso anno non aveva mai avuto a che fare col canto: poi è arrivata l’esperienza ad ‘Amici di Maria De Filippi e si è posizionato terzo.

Questa sera, dalla prossima gara dei giovani uscirà il secondo vincitore di Sanremo Giovani 2018 che a sua volta vincerà anche il titolo di big che lo porterà ad accedere a Sanremo 2019 e a sfidarsi con gli altri big in gara.

I giovani che si esibiranno questa sera in ordine alfabetico sono: Federico Angelucci – L’uomo che verrà, Cannella – Nei miei ricordi, Cordio – La nostra vita, La Rua – Alla mia età si vola, La Zero – Nina è brava, Le Ore – La mia felpa è come me, Mahmood – Gioventù bruciata, Mescalina – Chiamami amore adesso, Francesca Miola – Amarsi non serve, Nyvinne – Io ti penso, Saita – Niwrad, Sisma – Slow Motion.

Scopriremo infine gli altri 11 big in gara, che saranno sempre annunciati attraverso estrazione con bussolotto.