Occhialini 3D anche per bambini di 3 anni sebbene siano pericolosi

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 27 Mar 2012 alle ore 6:28am


Gli occhiali che vengono utilizzati oggi, per la visione dei film in 3D sono pericolosi e le sale cinematografiche devono attenersi alle indicazioni fornite dal Ministero della Salute sia nel rispetto delle informazioni da dare al pubblico che nel rispetto della pulizia del prodotto.

Ebbene, in questi giorni a ribadirlo è il Tar del Lazio, e lo fa in una nuova sentenza con cui si pronuncia sul ricorso presentato dall’Anec e da una sala cinematografica di Roma, con il quale veniva chiesto di annullare la circolare del Ministero della Salute e il parere del Consiglio Superiore di Sanità aventi come oggetto appunto gli occhialini 3D per la visione dei film nelle sale cinematografiche.

A comunicarlo ci pensa il Codacons che sottolinea, come il Tar abbia ridotto da 6 a 3 anni ai bambini, il limite minimo d’età per la visione con questi occhiali.

Decisione questa, che preoccupa e non poco l’Associazione che ricorrerà in appello su tale punto visti i pericoli che si corrono per la salute.