Codacons

Codacons: “Vaccini contaminati”. Ministero della Salute lo querela per procurato allarme

Pubblicato il 05 Dic 2017 alle 8:35am

Il Codacons ha depositato presso la Procura della Repubblica di Catania un nuovo esposto-denuncia per “omicidio colposo, commercio e somministrazione di medicinali guasti”, riferendosi ad alcuni studi che evidenzierebbero una contaminazione dei vaccini e che avrebbe portato alla morte di 13 bambini.

Il ministero, invece, ha formalizzato una denuncia alla Procura della Repubblica di Roma per il reato di procurato allarme. E anche l’Aifa, smentisce i dati contenuti nell’esposto.

Secondo l’Agenzia Italiana del Farmaco non ci sarebbe infatti alcuna relazione fra i decessi e le vaccinazioni. La denuncia del Codacons, secondo quanto afferma il ministero della Salute, sarebbe “destituita di ogni fondamento e volutamente diretta a creare panico tra la popolazione”. Diversa la posizione dell’associazione che ha sempre espresso delle riserve rispetto alla sicurezza ed efficacia dei vaccini, contestando norme sull’obbligo delle vaccinazioni per l’iscrizione a scuola.

Uno studio condotto dalla ricercatrice del Cnr Antonietta M. Gatti e dal farmacologo Stefano Montanari pubblicato di recente, sostiene il Codacons, ”evidenzia una contaminazione da micro e nanoparticelle dei vaccini distribuiti dal nostro Servizio sanitario nazionale e il numero rilevante di morti, nonché di reazioni avverse gravi che stanno colpendo i bambini in questi mesi, potrebbe derivare direttamente dalla contaminazione da micro e nanoparticelle delle dosi di vaccini somministrati ai bambini”.

Per questo motivo l’associazione insieme al Comitato vaccini sicuri (Covasi) ha depositato presso la Procura della Repubblica di Catania, tramite il dirigente dell’Ufficio Legale Regionale del Codacons Carmelo Sardella, un esposto-denuncia “per omicidio colposo, commercio e somministrazione di medicinali guasti”. Ma la tesi e’ contestata anche dall’Agenzia italiana del farmaco (Aifa): “Non c’e’ nessuna relazione accertata fra i casi segnalati dal Codacons e le vaccinazioni”, si apprende dall’Agenzia, che ha verificato i casi citati dall’associazione di 13 bambini morti. I casi inoltre, secondo quanto riferito dall’Aifa, non riguardano l’Italia ma tutto il mondo.

Codacons su vaccini: “Approvazione legge è pagina buia per l’Italia, serve un vaccino anti-politici”

Pubblicato il 31 Lug 2017 alle 9:09am

Il Codacons non ci sta all’approvazione definitiva del DL vaccini da parte della Camera, e pertanto la definisce “una pagina buia per l’Italia”, invocando un vaccino “anti-politici”. (altro…)

Istat: l’inflazione aumenta di oltre 400 euro la spesa domestica a famiglia

Pubblicato il 17 Giu 2017 alle 9:24am

L’incremento dell’inflazione confermato dall’ISTAT – a maggio, è stato dell’1,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente – con conseguenze inevitabili sulle famiglie italiane. (altro…)

Vaccini, denuncia del Codacons contro ministro Lorenzin e Aifa

Pubblicato il 01 Giu 2017 alle 11:09am

Il Codacons ha denunciato il ministro della Salute Beatrice Lorenzin e l’Agenzia per il farmaco per abuso d’ufficio, omesso controllo e favoreggiamento delle case farmaceutiche interessate alla somministrazione dei vaccini, in relazione alla morte di ben cinque neonati.

L’associazione dei consumatori contesta alla Lorenzin di non aver informato in Cdm gli altri ministri al momento dell’approvazione del dl sui vaccini “di un documento dell’Aifa contenente reazioni avverse”.

Immediata la replica dell’Aifa: “Le affermazioni del presidente del Codacons Carlo Rienzi diffondono dubbi e incertezze che non trovano fondamento nella scienza, e l’attività di farmacovigilanza, e nello specifico di vaccinovigilanza, svolta dall’Agenzia conferma la verità scientifica attraverso un’attività quotidiana di monitoraggio”.

L’Aifa ha dato subito mandato ai propri legali “di difendere contro il Codancons, in ogni forma e in ogni sede, la verità scientifica, la realtà dei dati, la qualità dell’operato del lavoro svolto dall’Agenzia che ha nella tutela della salute dei cittadini il suo unico scopo e obiettivo”.

Il documento a cui ha fatto riferimento il Codacons nel corso di una conferenza stampa, è stato chiesto all’Agenzia del farmaco dal Pm di Torino nell’ambito di un’inchiesta avviata in seguito ad una denuncia della stessa associazione dei consumatori.

Codacons contro i vertici Rai per caso Insinna. Lui si scusa su facebook

Pubblicato il 27 Mag 2017 alle 11:03am

Non cessano le polemiche legate alle rivelazioni fatte da ‘Striscia la Notizia’ riguardo al conduttore di ‘Affari Tuoi’ Flavio Insinna. Andrea Fabiano, di Rai1 ha espresso piena solidarietà nei confronti di Insinna, minimizzando ciò che era accaduto. Ma le parole altamente offensive che il conduttore Rai ha rivolto alla concorrente della Valle d’Aosta non le ha dimenticate Carlo Rienzi, Presidente del Condacons, il quale minaccia la Rai di provvedimenti. (altro…)

Codacons, nel 2017 stangata di 986 euro a famiglia, ecco perché

Pubblicato il 28 Dic 2016 alle 7:45am

E’ prevista per il 2017 una nuova “stangata” per gli italiani, di circa 986 euro a famiglia per gli aumenti dei prezzi e delle tariffe di diversi settori. (altro…)

Morti in corsia a Saronno: Codacons si costituisce parte offesa, chiede di estendere indagini e di risarcire familiari

Pubblicato il 04 Dic 2016 alle 7:34am

Proseguono le indagini della Procura di Busto Arsizio (Varese) sulle morti sospette avvenute in corsia nell’ospedale di Saronno. Vengono ascoltati nel comando compagnia carabinieri della città alcuni dei dodici indagati, dopo gli interrogatori di garanzia emesis per i due arrestati, gli amanti Laura Tatoni, 40 anni, infermiera, e del medico del pronto soccorso Leonardo Cazzaniga, 60 anni, accusati di aver avvelenato a morte il marito di lei e forse anche la mamma.

Il medico è anche accusato di aver provocato volontariamente la morte di quattro pazienti anziani in pronto soccorso. Tra gli indagati, medici e dirigenza ospedaliera, anche chi potrebbe aver taciuto pur sapendo cosa stesse succedendo.

Intanto, il Codacons ha depositato formale costituzione di parte offesa nell’inchiesta della Procura di Busto Arsizio per i gravi fatti accaduti all’Ospedale di Saronno, nell’inchiesta che vede imputati Cazzaniga, Taroni e altri soggetti. (altro…)

Emilia Romagna, niente bambini negli asili nido se non fanno le vaccinazioni

Pubblicato il 23 Nov 2016 alle 9:26am

Per poter iscrivere i propri figli negli asili nido in Emilia-Romagna, tutti i bambini dovranno essere vaccinati: a stabilirlo è, per la prima volta, una legge regionale approvata dall’Assemblea legislativa. (altro…)

Codacons, caro libri e corredo scolastico. 1100 euro a studente, come risparmiare

Pubblicato il 22 Ago 2016 alle 10:22am

A poche settimane dall’inizio del nuovo anno scolastico, il Codacons lancia l’allarme per i caro libri e l’acquisto del corredo scolastico. (altro…)

Aumentati al 1 gennaio biglietti Trenitalia e aerei

Pubblicato il 03 Gen 2016 alle 11:50am

Il 2016 si apre con un rincaro sul fronte dei trasporti.

Ad annunciarlo è il Codacons, che spiega anche che “Agli incrementi dei pedaggi autostradali, si vanno ad aggiungere a partire dall’1 gennaio sensibili rincari per i treni. Non solo. Costa di più anche il trasporto in aereo, a causa dell’aumento dell’addizionale sui biglietti aerei”.

“Per le autostrade si registrano, invece, aumenti medi dello 0,86% ma – avverte il presidente Carlo Rienzi – per molte tratte i rincari sono solo sospesi e potrebbero essere sbloccati a breve. A ciò si aggiungono pesanti aumenti tariffari anche per i treni: per l’alta velocità, che sono scattati già a partire dal 1 gennaio 2016. Rincari medi dei biglietti di +2,7% che raggiungono quota +3,5% su alcune tratte molto utilizzate dai viaggiatori come la Roma-Milano. Come se non bastasse, è aumentata anche di 2,5 euro anche l’addizionale comunale sui biglietti aerei, che porta l’odioso balzello a 9 euro a passeggero, 10 se si parte da Ciampino o Fiumicino”.

Ma non finisce certo qui. Accanto ad autostrade, aerei e treni il Codacons prevede per il 2016 “aumenti per tutto il comparto dei trasporti (traghetti, mezzi pubblici, taxi, navi). Una vera e propria stangata per gli italiani al punto che le famiglie nel corso del 2016 spenderanno complessivamente oltre 1,4 miliardi di euro in più solo per la voce trasporti”.