maggio, 2017

Gucci presenta la sua collezione 2018 alla Galleria Palatina di Firenze

Pubblicato il 31 Mag 2017 alle 11:20am

Dakota Johnson e Kirsten Dunst, Elton John e il marito, Jared Leto e il rapper Asap Rocky, Clementina Montezemolo, Ginevra Elkan, Alessandro Borghi, Nada, Valeria Golino, sono solo alcuni dei nomi delle stelle dello star system presenti alla sfilata di Gucci a Palazzo Pitti a Firenze. (altro…)

Epilessia: la formula per combattere lo stigma, i consigli per la gravidanza

Pubblicato il 31 Mag 2017 alle 9:37am

“Combattere lo stigma dell’epilessia a partire dal linguaggio”, questo lo slogan principale per sconfiggere i pregiudizi che pesano sulla qualità di vita di circa 500.000 italiani.

Se ne è largamente discusso in occasione dell’evento “L’Epilessia nel Terzo Millennio. Aspetti Socio-Culturali e Clinici” voluto dalla Federazione Italiana Epilessie (FIE) e Sandoz e che ieri hanno visto riuniti a Milano esponenti del mondo della comunicazione, dell’healthcare e della neurologia.

“Da sempre – ha dichiarato Rosa Cervellione, Presidente Federazione Italiana Epilessie (FIE) – il vissuto dell’epilessia è raccontato con parole cupe, spesso sussurrate, che provocano reazioni altrettanto cupe e impediscono ad un’intera comunità di potersi raccontare. Ma il pensiero viaggia sulle parole che, oltre a essere un potente mezzo di comunicazione, sono anche uno strumento capace di produrre il cambiamento. La Federazione Italiana Epilessie rivolge il suo appello ai media e alle Istituzioni affinché utilizzino un linguaggio nuovo. Un linguaggio che permetta alle persone con epilessia di raccontare la realtà nella quale vivono che, come accade per tutte le malattie, è fatta di sofferenza, ma anche di energie positive, di impegno, di ottimismo e di molto altro ancora. Del resto – ha concluso la Presidente – le più grandi rivoluzioni sociali e culturali hanno avuto nelle parole i loro segni di riconoscimento: non si è ancora spento l’eco di Yes, We Can che ha sorretto un evento epocale, fino a poco tempo fa inimmaginabile. La FIE crede fortemente che attraverso l’adozione di un linguaggio nuovo possa essere cambiato il destino di un’intera comunità e di questo linguaggio intende farsi promotrice.”

Le manifestazioni cliniche delle crisi sono riconducibili ad un’alterazione transitoria, di durata generalmente compresa tra pochi secondi e qualche minuto, dell’attività bioelettrica che altera il normale funzionamento del cervello. Le crisi epilettiche si verificano in modo del tutto “imprevedibile” nell’oltre l’80% dei casi. Pertanto, in una persona con rischio di ricorrenza di crisi ancora elevato, il pericolo che queste possano mettere a repentaglio la propria sicurezza impone alcune limitazioni, ameno temporanee, a l’esercizio di alcune attività.

L’incidenza è più alta in età infantile e adolescenziale.

Sono ancora molte le persone che ritengono erroneamente che l’epilessia sia una malattia rara, oppure una malattia mentale con scarse possibilità di trattamento. E ancora che durante una crisi epilettica si diventi violenti, o che non si possa guidare, fare sport e, nel caso della donna, che questa abbia difficoltà a concepire o che le venga vietato di allattare. Invece, il 30% di donne con crisi non ancora controllate presenta un miglioramento proprio durante la gravidanza. Gli esperti, raccomandano di pianificare la propria gravidanza per razionalizzare e semplificare la terapia.

Inoltre, di fondamentale importanza il monitoraggio costante con piena collaborazione tra ginecologo ed epilettologo.

Numerosi, dunque, i pregiudizi e, più in generale, gli stereotipi culturali che si trovano frequentemente ad affrontare le persone con questa malattia. A contribuire all’eliminazione di stereotipi e pregiudizi, ciò che occorre è un linguaggio corretto che faccia in modo che persone con epilessia non siano escluse dalla comunità, e dall’ambiente lavorativo.

Dal 1 Gennaio 2018 addio a monetine da 1 e 2 centesimi, prezzi arrotondati a 5

Pubblicato il 31 Mag 2017 alle 8:48am

Dal 1 gennaio 2018 diremo addio alle monetine da 1 e 2 centesimi.

La commissione Bilancio della Camera ha dato il via libera all’emendamento Boccadutri che sospende dal prossimo anno il conio di queste due monete.

Previsto anche un meccanismo di arrotondamento se si paga in contanti al multiplo di 5 più vicino. L’impatto della norma sarà monitorato dal Garante dei prezzi al consumo che dovrà riferire su base semestrale al Mef le eventuali anomalie che saranno segnalate all’Antitrust.

La misura andrà comunicata alla Bce entro un mese dall’entrata in vigore.

Una decisione che il Codacons contesta con queste parole: “L’addio alle monete da 1 e 2 centesimi darà vita ad arrotondamenti selvaggi dei prezzi al dettaglio con conseguente incremento dei listini, e il previsto monitoraggio da parte del Garante dei prezzi non servirà assolutamente a nulla”. a sottolinearlo il presidente, Carlo Rienzi.

Sclerosi multipla, un tavolo di lavoro tra Aism e Ministero della Salute nella settimana mondiale

Pubblicato il 31 Mag 2017 alle 6:59am

Un tavolo di lavoro tra Associazione italiana sclerosi multipla (Aism) e il ministero della Salute, darà l’avvio a un percorso atto alla valutazione della ricerca. (altro…)

Brasile, bambina appena nata si alza e cammina

Pubblicato il 30 Mag 2017 alle 12:24pm

Una neonata brasiliana dopo pochi minuti dalla nascita si alza sulle sue piccole gambine ed inizia subito a camminare, con forza, abilità e tanta caparbietà. (altro…)

Va in piscina e non torna a casa. Sparita tredicenne di Siracusa

Pubblicato il 30 Mag 2017 alle 10:13am

E’ sparita nel nulla una tredicenne di Siracusa,Marika, questo è il suo nome. E’ sparita ieri sera dalle 19 dalla città in cui vive con i suoi genitori. (altro…)

Migranti, Strasburgo accusa i Paesi Ue: “Ricollocato un solo minore dei cinquemila approdati in Italia”

Pubblicato il 30 Mag 2017 alle 9:46am

Un numero cospicuo di bambini stranieri che arrivano in Italia e non solo, dovrebbe essere ricollocato, ma ciò non avviene.

A lanciare l’allarme con una risoluzione approvata a larghissima maggioranza il 18 maggio dall’Europarlamento che mette in chiaro le cifre di questo fallimento.

L’Italia ha bisogno di 5000 posti nell’Unione Europea per ricollocare i minori non accompagnati arrivati sulle nostre coste. Ma i paesi europei hanno accolto finora “soltanto un minore non accompagnato”, scrive nero su bianco il Parlamento di Strasburgo. Così come il milite ignoto è il simbolo della ferocia della guerra, l’anonimo e unico bambino senza genitori coinvolto nel programma di accoglienza è l’emblema della mancata solidarietà da parte dell’Unione Europea, anche nei confronti di quei pochi Stati che stanno facendo tutto loro.

A l’Italia la sola colpa di essere un po’ indietro con le registrazioni.

Al 27 aprile erano stati ricollocati 17.903 richiedenti asilo: 12.490 dalla Grecia e 5.920 dall’Italia. “Un dato – che come scrivono i promotori della mozione – equivale ad appena l’11 per cento degli obblighi assunti”. Cioè, 18410 persone su 160 mila previste.

Italia, Grecia e Germania fanno già il possibile nella gestione del fenomeno. In questi paesi di arrivo sono loro a dover essere aiutati nel controllo dei flussi da tutti gli altri. Ma la solidarietà si limita a pochissimi stati. Soltanto la Finlandia e Malta rispettano gli accordi presi. La Finlandia lo fa, però, solo per i “minori non accompagnati”.

Il Consiglio europeo si è impegnato a garantire un traguardo di 160 mila ricollocazioni. Siamo lontanissimi dal raggiungere tale risultato. L’Europarlamento invita pertanto gli stati membri a dare la priorità ai minori non accompagnati e ad altri “richiedenti vulnerabili”.

Riopan Gel ritirato dalle farmacie: la decisione dell’Aifa

Pubblicato il 30 Mag 2017 alle 9:32am

Alcuni lotti di Riopan Gel saranno ritirati dal mercato. Ad ordinarlo, l’Agenzia italiana del farmaco. I lotti interessati sono quelli prodotti dalla ditta Società Takeda Italia Spa.  (altro…)

Bimbo di tre mesi contagiato dalle feci delle tartarughe marine

Pubblicato il 30 Mag 2017 alle 8:58am

E’ stato contagiato dalle feci delle tartarughine un bimbo di tre mesi, ricoverato all’ospedale di Vicenza, che ora sarebbe fuori pericolo da una grave encefalite da salmonella.

Il bimbo, sottoposto a terapia antibiotica, è ancora in uno stato di osservazione.

L’ipotesi, ritenuta probabile dagli stessi sanitari – come riporta ‘Il Giornale di Vicenza’ – è stata fatta dopo la diagnosi di meningo-sepsi da salmonella, provocata dai batteri che vivono nell’apparto intestinale di vari animali, tra cui i rettili.

Da qui, scartando altre fonti di contagio, la possibilità che la salmonella sia stata contratta dal piccolo dopo che un adulto, incautamente, aveva toccato le feci delle tartarughine d’acqua, nell’acquario di casa.

Greenpeace, livelli superiori di Pfas nell’acqua del Veneto

Pubblicato il 30 Mag 2017 alle 8:41am

L’acqua erogata dai rubinetti di alcune scuole primarie del Veneto contiene livelli di Pfas superiori ai limiti per l’acqua potabile istituiti da Stati Uniti e Svezia e, nella primaria di San Giovanni Lupatoto (Verona), “è stato addirittura superato, seppur di poco, il livello di Pfos (acido Perfluorottansolfonico) consentito nell’acqua potabile in Veneto”. Se a questi, secondo Greenpeace, si aggiungono anche gli abitanti dei comuni in cui è stata ritrovata la presenza di Pfas, che attualmente non sono inclusi nella zona rossa (ad esempio San Bonifacio, San Giovanni Lupatoto, Verona, Polesella, Occhiobello, Padova e Arzignano), “il numero totale di cittadini potenzialmente esposti alla contaminazione è superiore agli 800mila abitanti”. (altro…)